in quest’articolo: Scoperta falla di sicurezza nel servizio Trova il mio Samsung…..Il vostro Samsung è a rischio se utilizzate il servizio

samsung-galaxy-alpha-review-630

[dropcap]S[/dropcap]amsung: Pessime notizie per i possessori di dispositivi Samsung, in particolare per quelli che utilizzano il servizio “Trova il mio Samsung”. Infatti Mohamed Baset ricercatore nel campo della sicurezza informatica ha scovato una grossa falla nel servizio affermando che è possibile da parte di terzi malintenzionati bloccare un device da remoto.

Samsung è stata già informata circa la grave falla di sicurezza del suo servizio e nel frattempo l’unica precauzione è di disattivare  “Trova il mio Samsung” finché l’azienda non rilasci le opportune patch di sicurezza.

Ecco un video dimostrativo

[youtuber youtube=’http://www.youtube.com/watch?v=Q3adkpOEjyI’]



Samsung

La Samsung Group ( (Hangul: 삼성그룹; hanja: 三星그룹; pronuncia coreana: [sʰamsʰʌŋ ɡɯɾup], stilizzato come SΛMSUNG)) è un’azienda sudcoreanacon filiali in 58 paesi. È stata fondata il 1º marzo 1938 da Lee Byung-chul a Taegu, nell’attuale Corea del Sud.

Storia

1938-1970

Nel 1938 Lee Frank-Chull (1910-1987), membro d’una facoltosa famiglia di proprietari terrieri originaria della contea di Uiryeong, trasferitosi nella città di Taegu, fondò la Samsung Sanghoe (삼성 상회,三星商会), un’impresa di modeste dimensioni, con una quarantina di dipendenti impiegati in Su-dong (ora dong-dong). Si trattava di un’azienda di distribuzione di generi alimentari prodotti in città ed, in particolare, di pasta fresca, soprattutto spaghetti. Con la crescita dell’azienda, nel 1947 Lee trasferì la sede nella più importante Seul, ma con lo scoppio della sanguinosa Guerra di Corea fu costretto a lasciare Seul, pur non perdendosi d’animo. Infatti poco dopo fondò nella più tranquilla Pusan una società di raffinazione dello zucchero, sotto il nome di Cheil Jedang. Finita la guerra, nel 1954, Lee fondò anche un’altra impresa, la Cheil Mojik, che ben presto divenne il più grande lanificio del paese, a Chimsan-dong, presso Taegu. Da quel momento, la Samsung è divenuta una grande azienda, diversificata in molteplici settori, ed ha assunto anche una vera e propria leadership in Corea nel campo assicurativo, finanziario e della vendita al dettaglio. Il segreto del successo di Lee Byung-Chull, fu la profonda diversificazione degli investimenti, dando grande importanza all’industrializzazione e concentrando la sua strategia di sviluppo economico su vari grandi gruppi nazionali, proteggendoli di continuo dalla concorrenza ed assistendoli finanziariamente. Nel 1948, Lee costituì una joint-venture insieme a Cho Hong-jai (già fondatore del gruppo Hyosung), denominata Samsung Mulsan Gongsa (삼성 물산 공사) ossia in inglese Samsung Trading Corporation, che crebbe rapidamente fino a diventare l’attuale Samsung C & T Corporation, anche se, invero, dopo solo pochi anni, Cho e Lee furono costretti a dividere le loro strade, a causa di profonde diversità di vedute in merito alla gestione, separando, pertanto, la Samsung dalla Hyosung Group, dalla Hankook Tire e da altre società. Così, alla fine degli anni Sessanta, la Samsung Group, divenuta ormai la realtà più significativa della Corea, non volendo più assistere da mero spettatore, all’espansionismo nel settore elettronico in atto nel vicino Giappone, creò una propria industria elettronica, con massicci investimenti in molteplici divisioni – tra cui Samsung Electronics Devices Co., Samsung Electro-Mechanics Co., Samsung Corning Co. e Samsung Semiconductor & Telecommunications Co. – il cui primo prodotto fu un televisore in bianco e nero.