Dopo essere diventato gratuito, WhatsApp si prepara a condividere le informazioni dell’utente con Facebook. Ecco tutti i dettagli. WhatsApp scambia informazioni con Facebook

WhatsApp diventa gratis, ma inizierà a condividere i dati degli utenti con Facebook

whatsapp-facebook

WhatsApp condividerà i dati degli utenti con Facebook: via alla fusione?

Come molti di voi sanno, Facebook è proprietario di WhatsApp. Fino ad oggi le due applicazioni sono rimaste indipendenti l’una dall’altra, ma le cose potrebbero presto cambiare. Ecco i dettagli: sta per iniziare un processo di fusione delle due app?

Avete gioito quando è arrivata la notizia che annunciava che finalmente WhatsApp diventava gratis e non era più a pagamento? Beh, dopo aver letto questo articolo potreste cambiare idea e potreste addirittura volere indietro WhatsApp a pagamento. Non ci credete? Leggete l’articolo fino in fondo, vedremo se cambierete idea o meno.

Come abbiamo visto negli scorsi giorni, dopo svariati anni, finalmente WhatsApp è diventato gratis per tutti. Non è più necessario pagare l’abbonamento a WhatsApp visto che il celebre programma di messaggistica istantanea è ora gratis per tutti gli utenti, vecchi e nuovi.

Come ben sappiamo, però, nessuno lavora gratis e soprattutto nessuno fa niente per niente. E di certo non è che Mark e compagni si sono svegliati una mattina e hanno deciso di mettere WhatsApp gratis per tutti per fare beneficienza. Semplicemente hanno deciso che era meglio fare diventare WhatsApp gratis per impedire agli utenti di passare a software concorrenti (Telegram in primis), tanto gli introiti derivanti dal rinnovo dell’abbonamento a WhatsApp potevano arrivare in altro modo, ad esempio vendendo i dati degli utenti che usano WhatsApp e usandoli per pubblicità ancora più targettizzata su Facebook.

Come dite? Non capite il collegamento tra WhatsApp e Facebook? Cerchiamo di fare chiarezza per comprendere meglio la situazione.

Come anticipato, WhatsApp ha reso felici milioni di utenti eliminando l’abbonamento annuale e diventando completamente gratuito. Non è però oro tutto quel che luccica.

Nell’ultima beta di WhatsApp per Android, infatti, è stata trovata una riga di codice che prevede la condivisione dei dati dell’utente con Facebook. In pratica, i dati degli utenti WhatsApp potranno essere condivisi con Facebook. Ufficialmente questa funzione ha lo scopo di “to improve [your] Facebook experiences“, cioè di migliorare l’esperienza utente su Facebook, ma sappiamo benissimo quale sia il reale motivo di tutto questo.

Fortunatamente si tratta di una semplice opzione che può essere anche disabilitata, ma l’avviso che viene fornito se si tenta di farlo ad un neofita potrebbe sembrare più una minaccia (“Sei sicuro di voler fermare la condivisione? Se continuerai tu non sarai più in grado di cambiare questo in futuro”).

Condividendo con Facebook le informazioni di WhatsApp degli utenti, le aziende di Mark possono targettizzare meglio il pubblico, conoscer meglio le abitudini e le preferenze degli utenti e, di conseguenza, vendere pubblicità ancora più precisa e mirata alle aziende che decidono di investire su Facebook Ads. Tutto molto semplice, lineare e PREOCCUPANTE!

E’ vero, per ora l’utente può facoltativamente scegliere di condividere i suoi dati per migliorare l’esperienza di utilizzo su Facebook: per ora l’opzione sembra essere disabilitata di default, ma sono abbastanza sicuro che presto sarà attiva in modo automatico e saranno gli utenti a doverla disattivare volontariamente.

Inoltre, al momento non sappiamo quali tipi di dati saranno condivisi tra i due servizi, ma una cosa è certa: la nostra privacy sarà sempre più compromessa e Facebook e WhatsApp avranno accesso a tantissime informazioni personali e private su di noi.

Inoltre, i dati possono essere condivisi anche dagli utenti WhatsApp che non hanno un account Facebook.

Al momento la funzione è presente solo in WhatsApp per Android, ma presto arriverà anche su iOS.

Non vedremo pubblicità su WhatsApp, questo è certo, ma i nostri comportamenti su WhatsApp potrebbero “influenzare” la pubblicità che vediamo su Facebook.

Per ora non abbiamo altri dettagli in merito, ma la cosa non mi piace affatto. Ricordate infatti che se il servizio è gratis, il prodotto siete voi! Come è possibile che vi diano una cosa gratis? Come guadagnano? Semplice: analizzando voi, le vostre abitudini, le vostre preferenze e le vostre vite. Cosa aspettate a mollare WhatsApp e passare a Telegram?

Voi cosa ne pensate di questa integrazione tra WhatsApp e Facebook? 

LEGGI ANCHE:

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!

  • io

    Nessun commento: strano? Comunque articolo illuminante. Non ho WA ma da quel che leggo me ne starò lontano.

  • Credo che Facebook, avendo comprato l’azienda Whatsapp e non solo il prodotto, abbia già accesso a quei dati e la possibilità di utilizzarli… La vedrei più come una mossa per bloccare l’avanzata di Telegram, specie dopo il pessimo down di capodanno…

    Mi ha incuriosito questa cosa: “è stata trovata una riga di codice che prevede la condivisione dei dati dell’utente con Facebook”… Ma Whatsapp è closed source da parecchio tempo… Abbiamo la fonte di questa notizia..?