Rumors su un possibile client PC da parte di Whatsapp: L’ipotesi ha preso corpo quando WhatsApp ha cercato di acquisire lo sviluppatore della web app di Telegram a detta del fondatore.

whatsapp1-620x348

 

Uno degli ostacoli di utilizzare WhatsApp come piattaforma di messaggistica principale, è rappresentata dalla mancanza di un client desktop in quanto questa non permette una autenticazione con username e password, e richiede una scheda SIM per funzionare su qualsiasi dispositivo.  Finora Whatsapp era stato completamente estraneo ufficialmente (a parte soluzioni “hacked” come WhatsRemote) ai nostri desktop che possiedono tastiere più grandi e confortevoli a battitura-friendly rispetto ai nostri smartphone, al contrario dei suoi competitors Line, Viber, Telegram, e WeChat, i quali tutti hanno sviluppato una controparte desktop ma questa lacuna potrebbe ben presto essere colmata.

 

La bontà di questa notizia ha preso corpo quando in un intervista il fondatore di Telegram Pavel Durov ha rivelato che WhatsApp ha cercato di assumere il loro sviluppatore di web app. Il consenso di Telegram sta crescendo in quest’ultimo periodo grazie alle features sulla privacy e il client desktop è riuscita a distinguersi dalla massa di app similari a Whatsapp e ad aumentare il proprio bacino di utenza erodendo il portafoglio utenti di Whatsapp. Whatsapp, alla sua perdita di consensi,  ha risposto recentemente facendo qualche passo in avanti nel campo della privacy iniziando a crittografare i messaggi, ma deve ancora risolvere il problema del client desktop.

I ragazzi Android insieme al team che sta dietro il progetto da prima di loro WhatsAPI-Official GitHub, hanno approfondito APK dell’app e scoperto alcune stringhe interessanti come potete osservare qui sotto; questi sembrano essere stati rimossi dagli aggiornamenti recenti, ma erano ancora inclusi nella versione 2.11.471 WhatsApp. Esse contengono diversi riferimenti di “WhatsApp Web”, dal login al logout dal computer, a suggerimenti su come tenere traccia del proprio stato e alle attività più recenti nella sessione web.

Rumors su un possibile client PC da parte di Whatsapp

Nonostante sia di proprietà di Facebook e la possibilità di risolvere il problema di accesso in rete semplicemente sincronizzando account facebook con il numero della sim utilizzato da whatsapp, la stessa ha preferito risolvere diversamente per la gioia dei tanti, non con il facebook login che avrebbe infastidito un sacco di utenti, a quanto sembra il client PC di Whatsapp sembra impiegare un metodo simile al client Pc di Telegram utilizzando il telefono per verificare la vostra identità, ma con i codici QR invece che con messaggi. Per quanto riguarda l’indirizzo, potrebbe essere web.whatsapp.com, che ora è un sottodominio privato chiuso con un account di accesso di Google. Non c’è nulla di certo ancora e nessuna data certa sul rilascio tutto quello che abbiamo sono indizi sparsi che WhatsApp ha una qualche forma di servizio web in sviluppo speriamo che al più presto sia fruibile alla grande comunità di utenti.