Oggi finalmente sfatiamo un mito perchè sul Play Store di Google troviamo decine e decine di applicazioni per Android etichettate come Task Killer, tradotte in linguaggio semplice, applicazioni che si occupano di chiudere tutte le applicazioni aperte in background sul nostro smartphone. Ma questo genere di applicazioni sono davvero utili? Velocizzano il nostro smartphone? In questo articolo andremo a vedere se davvero i task killer che millantano di velocizzare il nostro dispositivo funzionano realmente oppure sono delle bufale.

Le applicazioni Task Killer sono delle applicazioni che servono per chiudere le applicazioni in esecuzione sul nostro smartphone in modo automatico dunque preservando la memoria del nostro smartphone ma è davvero la procedura giusta. Ad esempio alcune applicazioni come WhatsApp o Google Fit devono essere sempre attive per permettere di funzionare in maniera corretta e dunque se le chiudiamo potremmo inficiare il regolare funzionamento.

Le applicazioni aperte vengono gestite da Android in maniera automatica e se inattive da diverso tempo vengono chiuse in modo automatico dopo un certo lasso di tempo, dunque l’attività di foreground viene meno poichè vengono rilasciati tutti  i componenti hardware necessari come processore, memoria, sensori, ecc… non erodendo potenza e batteria inutile. Se però chiudiamo l’applicazione con un Task Killer facciamo compiere al nostro smartphone Android doppio lavoro perchè dobbiamo far riaprire da zero l’applicazione e ricaricare tutti i file necessari, ottenendo una perdita di tempo e risorse inutiliAd oggi la maggior parte delle applicazioni sviluppate per Android sono ben ottimizzate per gestire le attività di background senza consumare risorse inutili come le notifiche e l’analisi dei sensori e chiudendole potremo ottenere il malfunzionamento di queste ed un consumo doppio di batteria.

Dunque i Task Killer hanno degli effetti temporanei, poichè liberano la RAM fino al successivo riempimento, e questo non ha nessun effetto sulla durata della batteria in modo sostanzioso. Piuttosto disinstallate le app che non utilizzate o affidatevi ad applicazione che bloccano l’avvio di alcuni processi in modo oculato.