WhatsApp introduce la crittografia end-to-end su Android

https://i2.wp.com/www.giovannisodano.it/public/sicurezza7-big.jpg?w=640

WhatsApp sta cercando di venire incontro a tutti gli utenti e di versione in versione cerca di introdurre nuove funzioni. Se alcune sono visibili a tutti, altre funzioni vengono introdotte in sordina e non vengono neanche pubblicizzate. Nell’ultimo aggiornamento di WhatsApp per Android è stata introdotta una funzionalità che aumenta la sicurezza grazie alla crittografia end-to-end basata sul protocollo di TextSecure.

Al momento sono crittografate solo le conversazioni one-to-one ma in futuro il supporto sarà estero alle chat di gruppo ed i messaggi con immagini, video ed audio. La crittografia si chiama end-to-end perchè i messaggi non possono essere decrittografati dal fornitore del servizio se non previa autorizzazione delle forze dell’ordine fornendo le chiavi di decriptaggio solo al mittente ed al destinatario che sono gli uniti a poter decriptare i messaggi.

WhatsApp dunque registra un punto a favore in termini di sicurezza e con questa mossa aumenta notevolmente l’appeal degli utenti verso l’app di messaggistica più usata al mondo che finora non era il massimo in termini di sicurezza anche rispetto alle altre app della concorrenza.  Il protocollo è stato ottimizzato per gestire i miliardi di messaggi scambiati giornalmente dagli utenti è ha messo a stretto contatto gli sviluppatori di WhatsApp e quelli dell’Open Whisper Systems per raggiungere lo scopo entro qualche mese.