Ecco la nostra recensione e prova completa di Honor 9

Abbiamo provato il nuovo smartphone Honor 9: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Honor 9.

Honor 8 era fantastico, mi ha sorpreso, era quasi perfetto con qualche piccolo difetto, soprattutto considerando il prezzo a cui era proposto. Questo Honor 9 lo migliora sotto vari aspetti, ma non elimina i difetti principali e mi ha convinto solo in parte.

Ecco la videorecensione completa.

Confezione e contenuto

La confezione di Honor 9 contiene al suo interno un alimentatore per la ricarica rapida 9V/2A (40% di autonomia in 30′ carica completa in meno di 1h e mezza), un cavo USB-USB Type-C e anche un paio di cuffie che però non abbiamo potuto provare.

Utilissima la cover in plastica, forse non bellissima ma perfetta per proteggere lo smartphone dai graffi ma non dalle cadute.

Materiali design e touch-and-feel

Bellissimo, non c’è che dire. Fantastica la lavorazione della cover posteriore in strati di vetro che donano un effetto metallizzato unico e riflettono la luce creando giochi davvero eccezionali. Davvero elegante il frame metallico laterale.

E’ più comodo da impugnare rispetto a Honor 8 grazie alla stondatura posteriore e al sensore di impronte (fulmineo) che ora è stato spostato in posizione anteriore. A destra troviamo il pulsante di accensione/spegnimento e il bilanciere del volume. In alto è presente il sensore infrarossi per controllare la TV da remoto. USB-C in basso con il jack audio per le cuffie e l’altoparlante che suona davvero bene.

Non mi piacciono i pulsanti touch anteriori, che sono interscambiabili ma si vedono poco. Al posto dei pulsanti di navigazione si può usare il tasto centrale per spostarsi tra i menù, ma non amo molto questa funzionalità.

Il pulsante anteriore non può essere premuto, è solo incavato nel vetro.

Molto bello il LED di notifica che è stato inserito nella griglia della capsula auricolare.

Display

Il display di Honor 9 è un 5,15 pollici LCD Full HD (1920 x 1080 pixel) realizzato con tecnologia IPS. Si tratta di un buon display, luminoso, ben tarato nei colori.

Abbiamo anche la possibilità di attivare la protezione occhi per leggere senza affaticare la vista o la possibilità di aumentare ulteriormente la luminosità quando il telefono è sotto una forte luce solare.

Niente di nuovo in pratica. Avrei gradito un AMOLED in questo Honor 9, soprattutto a fronte dell’aumento di prezzo rispetto al precedente modello.

Scheda Tecnica, Processore e Memoria

La scheda tecnica dello smartphone è disponibile qui:

Honor 9 ha in sostanza lo stesso potente hardware di Huawei P10: si differenziano in pratica solo per l’estetica. A mio avviso iniziano a diventare un pò troppi gli smartphone di Honor e Huawei in questa fascia prezzo e ho paura che l’utente finale faccia fatica a scegliere quello più adatto alle sue esigenze. Io per primo avrei difficoltà a scegliere tra i due dispositivi, estetica a parte.

Ad ogni modo su Honor 9 abbiamo un processore HiSilicon Kirin 960 octa core da 2,4 GHz con processore grafico Mali G71 MP8, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile.

E’ dual SIM, ma se si inserisce la MicroSD si perde questa funzionalità.

Molto buona la connettività: LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi a/b/g/n/ac a doppia banda e Bluetooth 4.2. Non manca neanche l’NFC.

Fantastico il lettore di impronte digitali frontale, davvero fulmineo nel riconoscimento e nello sblocco del dispositivo.

Batteria

Honor 9 è dotato di una batteria da 3200 mAh. Senza entrare troppo nei dettagli, lo smartphone offre una buona autonomia e riusciamo ad arrivare a sera senza problemi. Io con una carica ho fatto circa 4 ore di schermo acceso o poco meno.

Con uso molto intenso si arriva a sera un 15% di autonomia residua.

Nota: il dispositivo non scalda quasi mai.

Software ed ecosistema

Il software di Honor 9 sempre il solito, basato sull’interfaccia personalizzata EMUI, in questo caso alla versione 5.1, che a sua volta è basata su Android 7.0 Nougat (non 7.1).

Inutile soffermarci troppo su questo software, le cui funzionalità sono sempre le stesse e ben note ormai: multiwindows, possibilità di utilizzare l’interfaccia ridotta in un angolo per agevolare l’utilizzo ad una mano, possibilità di sdoppiare Facebook e WhatsApp per utilizzarle con un secondo account, possibilità di scegliere se avere il drawer o meno per le applicazioni.

Tra i software pre-installati abbiamo quello per la Gestione Telefono, la possibilità di cambiare i Temi, la possibilità di scegliere se usare (e nel caso di personalizzare) i due tasti virtuali ai lati del lettore di impronte digitali.

Nel complesso, come sempre, il software è fluido e scattante ma l’interfaccia Honor mi ha ormao un pò stancato. Inoltre ci sono tanti giochi pre-installati in versione demo, che a conti fatti sono praticamente inutili. EMUI è un’interfaccia molto personalizzabile, ma avrei gradito qualche novità più rilevante con Honor 9 lato software, qualcosa in grado di sorprendermi, che invece non c’è stato.

Reparto telefonico

Ci sono due SIM che vengono gestite molto bene, ci sono suonerie differenziate per entrambe. Una SIM è in 4G, l’altra in 3G. Buona la ricezione, buono l’audio in chiamata, buono il vivavoce. Assolutamente promosso tutto il comparto telefonico, la ricezione, il WiFi, il Bluetooth e il GPS.

Foto e video

Honor 9 è dotato di una doppia fotocamera posteriore, come il precedente modello, ma con sensori migliori e più performanti. Però mi sarei aspettato di più, invece ci sono ancora gli stessi problemi di Honor 8. E se in passato questi problemi erano “irrilevanti”, ora danno decisamente più fastidio.

La fotocamera principale è una 12 megapixel, mentre la secondaria è una 20 megapixel in bianco e nero e in teoria dovrebbe catturare più luce, migliorando anche la definizione anche degli scatti da 12 megapixel. Entrambe hanno apertura ƒ/2.2. In realtà, però, foto alla mano, di giorno gli scatti sono fantastici, mentre di sera decisamente da rivedere per un telefono da 450 euro. Forse il problema è lato software: di notte gli ISO vengono sparati al massimo aumentando il rumore ed effettivamente modificando a mano i parametri la qualità migliora nettamente, ma nel punta e scatta notturno i problemi di rumore sono evidenti.

Interessante lo zoom 2X, in stile iPhone 7 Plus, che però viene applicato lato software e non hardware: funziona bene e i risultati sono più che soddisfacenti, anche se il risultato non può essere uguale a quello di uno zoom ottico. Per un uso social però è più che sufficiente e molto utile in certe situazioni.

Dovessi scegliere tra zoom 2X e fotocamera grandangolare di LG G6, però, preferirei il grandangolo di LG G6.

E’ ancora presente la possibilità di sfocare lo sfondo (stile iPhone 7 Plus modalità Ritratto), ma come su Honor 8 e altri smartphone Honor i risultati sono altalenanti: a volte l’effetto viene applicato correttamete, a volte è palesemtne finto e con errori sui margini dei soggetti inquadrati. Ancora una volta, dunque, ci portiamo dietro un difetto del precedente modello.

Utile lo scatto “live”, che registra un breve video assieme alla foto, ma anche questa funzione è “già vista”.

Concludendo il discorso sulle foto, gli scatti sono di buona qualità e nella fascia di prezzo è senza ombra di dubbio una delle migliori fotocamere in circolazione, ma come ho già detto mi sarei aspettato la risoluzione di alcuni problemi che avevo già visto su Honor 8 e che invece sono ancora presenti.

Inoltre manca ancora uno stabilizzatore ottico.

I video sono registrati in 4K e la qualità è molto buona di giorno, mentre peggiora di notte con un pò di rumore. Buono l’audio dei filmati.

Buoni anche i selfie con la fotocamera frontale da 8 megapixel ƒ/2.0.

Audio

L’altoparlante è in basso e solo mono. Fortunatamente il volume è molto buono, forte e pulito. Mi è piaciuto.

App e gaming

Tutto molto bene, ma non c’è un enorme miglioramento rispetto a Honor 8. I giochi impiegano praticamente lo stesso tempo ad avviarsi, le app funzionano benissimo in multitasking. Se Honor 8 aveva stupito per le prestazioni, Honor 9 convince ma non fa gridare al miracolo.

In sostanza nell’uso quotidiano è davvero difficile notare miglioramenti a livello di velocità di sistema e reattività rispetto ad Honor 8.

Giudizio finale

Honor 9 è uno smartphone fantastico: bello, potente, elegante, ben rifinito, si impugna comodamente, funziona alla perfezione. Il problema grosso è che il suo prezzo è stato aumentato di 50 euro rispetto al precedente modello quando invece, lato software e hardware, non ci sono novità consistenti che ne giustifichino l’acquisto.

Honor 8 aveva sorpreso perché, ad uno street price di 350 euro (o anche meno) offriva prestazioni da top di gamma. Honor 9 offre ancora prestazioni da top di gamma, ma costa decisamente di più. E soprattutto ad oggi tra i 400 ed i 450 euro ci sono altri smartphone molto agguerriti come OnePlus 5 e LG G6.

L’idea che mi son fatto è che Honor abbia solo fatto il compitino con Honor 9: ha preso tutto il buono di Honor 8, ha abbellito il retro facendolo molto simile a Galaxy S7 Edge, ha messo più RAM e memoria interna e ne alzato il prezzo, dimenticando di togliersi però i problemini di Honor 8 come la fotocamera che in condizioni di scarsa luminosità non regala buone foto.

E, come già accennato, nella stessa fascia prezzo ormai c’è anche Huawei P10, che si differenzia da questo smartphone solo per l’estetica in pratica.

Insomma, Honor 8 era best buy, questo 9 si riconferma un’ottima scelta, ma da valutare attentamene perché la concorrenza è più agguerrita adesso.

COMPRALO SU AMAZON AL PREZZO PIU BASSO

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here