Recensione OnePlus 3. VideoRecensione OnePlus 3. Ecco la nostra recensione e prova completa di OnePlus 3

Abbiamo provato il nuovo smartphone OnePlus 3: ecco la nostra recensione completa

Schermata 2016-06-15 alle 22.41.00

Recensione OnePlus 3

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di OnePlus 3.

LEGGI ANCHE:

IN BREVE:

Se non volete leggere tutta la recensione, ecco un brevissimo riassunto.

OnePlus 3 è finalmente diventato “grande” e ora può competere senza problemi con i top di gamma Android e iOS, ma ha dalla sua un prezzo veramente imbattibile, che è quasi la metà rispetto a quello di Galaxy S7, LG G5 e iPhone 6S. Sono finiti i giorni in cui il prezzo basso era legato all’assenza di funzionalità o ad un hardware non perfetto: OnePlus 3 è veramente perfetto, lo smartphone da avere, che offre tanta potenza a soli 400 euro. Non si poteva chiedere di meglio a OnePlus questa volta e le aspettative non sono state deluse. OnePlus 3 è uno smartphone veramente fantastico, quello che gli utenti Android aspettavano da tempo. Non vi deluderà, sicuramente.

PRO:

  • hardware incredibile
  • software velocissimo
  • fotocamera eccellente
  • finalmente venduto senza sistema di inviti

CONTRO:

  • scivoloso
  • gli aggiornamenti software ci sono, ma sono lenti solitamente (ci sono i custom firmware per fortuna, con bootloader sbloccato tra l’altro)
  • niente effetto WOW: sembra un HTC a livello estetico

Ma ora andiamo a leggere la nostra recensione completa di OnePlus 3.

Schermata 2016-06-15 alle 22.41.10

Inutile negarlo: i vecchi smartphone OnePlus non erano perfetti. C’erano sempre dei compromessi a livello hardware, erano venduti solo tramite invito, c’erano bug e problemini fastidiosi a livello software, l’assistenza clienti lasciava molto a desiderare e così via. Con OnePlus 3 le cose cambiano completamente: lo smartphone è praticamente perfetto, ha un hardware eccellente, un corpo bello, curato ed elegante, il tutto corredato da un software immediato e veloce e da un prezzo incredibilmente basso e competitivo.

Prima di procedere con la recensione, segnalo che ho testato OnePlus 3 con il software A3000_16_160525, che poi è stato aggiornato con un update da 260MB OTA che ha portato il software alla versione A3000_16_160606.

Ora procediamo con la review di OnePlus 3. 

DESIGN & HARDWARE

Schermata 2016-06-15 alle 22.41.20

Sul design c’è poco da dire: sembra molto (troppo) un HTC, ma il corpo in alluminio è qualcosa di eccellente, molto bello ed elegante, praticamente perfetto. Il design è davvero minimal, il retro è pulito, interrotto solo da 2 righe in plastica per le antenne. Frontalmente abbiamo il Gorilla Glass 4 a proteggere lo schermo. Sempre sul davanti abbiamo il sensore per le impronte digitali (velocissimo e precisissimo).

Sui lati abbiamo i pulsanti di accensione, lo slot per le 2 SIM e un utile pulsante a 3 scatti che ci permette di personalizzare la suoneria e la quantità di notifiche che riceviamo.

In basso abbiamo lo speaker, il jack audio da 3.5 mm e l’ingresso per le cuffie da 3.5mm.

Come anticipato, il design non è sicuramente rivoluzionario, ma resta comunque molto bello ed elegante. Tutto è assemblato in maniera perfetta, così bene da sembrare quasi finto. Ad essere sincero, penso che OnePlus 3 sia lo smartphone meglio assemblato che abbia mai visto, nonostante il prezzo di vendita così basso per un top di gamma. E questo feedback di smartphone prezioso, solido, robusto e curato si ha ogni volta che si impugna il dispositivo. Lo schermo da 5.5 pollici non rende il device particolarmente piccolo, ma nel complesso OnePlus 3 si impugna abbastanza facilmente anche grazie alle dimensioni ridotte e al peso contenuto rispetto al precedente modello (anche grazie al retro leggermente curvo).

Insomma, usare OnePlus 3 è davvero un piacere. Ma anche solo guardarlo vi darà una certa soddisfazione. 

DISPLAY

Schermata 2016-06-15 alle 22.42.42

Lo schermo è un 5.5 pollici AMOLED (prodotto da Samsung) con risoluzione 1920×1080 pixel. Anche senza aumentare la risoluzione, OnePlus ha migliorato notevolmente lo schermo rispetto al passato: i colori sono perfetti, la visibilità eccellente anche sotto alla luce del sole, gli angolo di visuale sono enormi. Insomma, il display di OnePlus 3 è fantastico in ogni condizione di luce; del resto da uno schermo di Samsung non ci saremmo aspettati altro.

Lo schermo AMOLED, poi, si integra perfettamente col sistema operativo Oxygen OS, che ha tanti temi e colori scuri per risparmiare batteria e prolungare l’autonomia dello smartphone.

HARDWARE

OnePlus 3 non è solo bello, ma anche potentissimo. Sotto al cofano troviamo un processore SnapDragon 820, 6GB di RAM, 64GB di memoria interna, batteria da 3000 mAh, WiFi, Bluetooth 4.2, NFC. Non gli manca niente.

Rispetto al predecessore, poi, OnePlus 3 è anche più leggero (10% in meno di OnePlus 2), anche se risulta un pò più lungo.

Ecco tutte le caratteristiche hardware di OnePlus 3:

OnePlus 3

SOFTWARE

Il sistema operativo è chiaramente Android 6.0.1, basato però su interfaccia personalizzata chiamata Oxygen OS. E’ un sistema operativo un pò diverso rispetto al classico Android, un’alternativa al firmware CyanogenMod per intenderci (comunque già compatibile con OnePlus 3). Ad alcuni utenti questo OS non piace, altri invece lo adorano. E’ molto soggettivo in effetti.

In generale, posso dire che Oxygen OS prende la versione stock di Android Marshmallow, aggiunge funzionalità comode e utili e lo migliora sotto ogni punto di vista. A me personalmente questo Oxygen OS piace parecchio, ma son gusti. L’esperienza utente, effettivamente, è simile a quella che avremmo su un qualsiasi Nexus, solo che abbiamo più funzionalità a disposizione e opzioni per la personalizzazione.

I cambiamenti principali rispetto alla versione stock di Android riguardano la possibilità di personalizzare l’interfaccia in modo facile e immediato: potete modificare le icone della status bar, i toggle del quick settings, il colore del tema del sistema operativo, la luce delle notifiche, bilanciare i colori dello schermo e altro ancora. Il launcher di default, poi, permette di personalizzare la dimensione delle icone, della griglia dell’app drawer, di attivare quick gestures, di cambiare il look della search bar e altro ancora. E non dimentichiamo il supporto nativo agli icon pack presenti sul Play Store: fantastico. Se amate la personalizzazione dello smartphone Android, questo OnePlus 3 vi farà impazzire.

Inoltre Oxygen OS integra altre comode funzionalità: potete scegliere se usare i pulsanti capacitivi per gestire il sistema operativo, o se usare quelli sullo schermo (come sui Nexus), potete personalizzare questi pulsanti per assegnare loro nuove funzioni, potete sfruttare gesture a schermo spento per accendere la torcia o fare altre operazioni.

OnePlus 3 integra alcune app proprietarie: Launcher, Camera, Music, Gallery, Files, ma comunque tutte le app di Google sono presenti e già installate di default.

E, come anticipato, se Oxygen OS non vi piace, potete rimuovere il firmware e installare quello che volete: il bootloader è già sbloccato, quindi potete personalizzare lo smartphone come preferite.

L’unica preoccupazione riguarda gli aggiornamenti software: ci sono, ma spesso sono molto lenti. Ad esempio, OnePlus X, lanciato in Novembre 2015, ancora non ha ricevuto Android 6.0. Assurdo.

USO QUOTIDIANO

Schermata 2016-06-15 alle 22.41.27

Anche se costa solo 400 euro, OnePlus 3 compete con Galaxy S6, Nexus 6P e simili. E l’esperienza utente che offre è da vero top di gamma. 

Il sistema operativo è molto ben ottimizzato, fluido, snello, veloce e non mostra mai blocchi, rallentamenti o problemi di alcun tipo. Il processore SnapDragon 820 e i 6GB di RAM garantiscono prestazioni eccellenti sempre e comunque: le app si aprono velocemente, la RAM non si riempie mai (ci mancherebbe), le app in multitasking funzionano alla grandissima. OnePlus 3 è veloce, incredibilmente veloce, c’è poco da dire.

Apprezzo molto l’Alert Slider, il tastino fisico laterale che permette di silenziare lo smartphone al volo e gestire tutte le notifiche in modo comodo e immediato. In pratica questo pulsante gestisce la priorità delle notifiche e lo fa in modo veloce e utilissimo. E’ davvero una chicca di OnePlus 3.

Anche lo speaker di OnePlus 3 è fantastico: forte, potente, pulito. Anche se piccolo, lo speaker di OnePlus 3 è sorprendente e risulta migliore di quello del Galaxy S7; nemmeno quando è al massimo il suono viene distorto.

Schermata 2016-06-15 alle 22.42.06

Come anticipato, il sensore delle impronte digitali è molto preciso, veloce e immediato in qualsiasi situazione: in un istante lo schermo viene sbloccato.

Tra le altre cose degne di nota su OnePlus 3 segnalo:

  • lo smartphone supporta 2 SIM (in dual standby)
  • la ricezione è stata sempre molto buona
  • la qualità delle chiamate è veramente eccellente
  • non ci sono gli auricolari nella confezione di vendita
  • c’è uno screen protector già installato sullo smartphone
  • il motorino della vibrazione è buono, ma non perfetto (andrebbe leggermente potenziato forse)

BATTERIA

Schermata 2016-06-15 alle 22.41.57

La batteria da 3000 mAh, unita alla funzione Doze di Android 6.0, garantisce un uso intenso fino a sera senza problemi. Arrivate tranquillamente dalle 7 alle 21 con oltre 4 ore di schermo acceso e ancora il 20% di batteria. Anzi, se usate lo smartphone in modo non eccessivo, potete anche arrivare alle 9 di sera con il 50% di batteria.

Molto interessante, poi, la funzione Dash Charge, che ricarica lo smartphone velocemente. E’ la funzione di ricarica rapida ideata da OnePlus, che però richiede un caricatore da muro compatibile. Usando quello incluso nella confezione (da 5V/4A), potete ottenere il 60% di carica in 30 minuti. Chiaramente potete caricare OnePlus 3 con qualsiasi caricatore USB-C, ma non potrete sfruttare i vantaggi della tecnologia Dash Charge. 

FOTOCAMERA

Schermata 2016-06-15 alle 22.42.12

Da uno smartphone come OnePlus 3 ci aspettiamo un’ottima fotocamera ed effettivamente lo smartphone non ci delude.

Il sensore da 16MP posteriore ha pixel da 1.12 micron, f/2.0, stabilizzatore ottico, fa video in 4K a 30fps e la qualità di foto e video è spettacolare. Potete avviare la fotocamera premendo 2 volte velocemente il tasto home e in un istante lo scatto viene salvato. L’interfaccia della fotocamera è basica, ma semplice e intuitiva, con tutte le funzioni a portata di mano. Potete attivare/disattivare il flash al volo, attivare HDR, attivare la griglia, passare alla modalità video, attivare le impostazioni manuali (ISO, bilanciamento del bianco, velocità dell’otturatore…), il tutto in un istante e in pochi click.

Indubbiamente OnePlus 3 ha la migliore fotocamera mai vista sugli smartphone dell’azienda, ma in generale questa fotocamera compete tranquillamente con gli altri top di gamma come Galaxy S7 e soci.

I colori delle foto sono naturali, i dettagli davvero tanti e ben riprodotti, la luce catturata è ben bilanciata: ottimo lavoro OnePlus! Anche gli scatti con poca luce sono di ottima qualità.

La fotocamera frontale da 8MP con f/2.0 è davvero buona, usa pixel da 1.4 micron e permette di scattare selfie di ottima qualità. Utile la funzione che permette di avviare un countdown da 3 secondi per scattarsi i selfie e quella che scatta automaticamente quando vede un sorriso sullo schermo.

CONCLUSIONI

Che altro dire di questo OnePlus 3?

E’ praticamente perfetto, per 400 euro non potremmo chiedere altro, veramente. E’ il meglio mai realizzato da OnePlus, non gli manca niente: è bellissimo, ben assemblato, elegante, potente, con un software stabile e veloce e un hardware da top di gamma. Sinceramente non sono riuscito a trovare difetti a questo OnePlus 3.

Ne consiglio l’acquisto? Senza dubbio!

Chi di voi ha già comprato OnePlus 3? Cosa ne pensate? Come vi trovate? Fatecelo sapere nei commenti!

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!