Recensione Huawei P10. VideoRecensione Huawei P10. Ecco la nostra recensione e prova completa di Huawei P10

Abbiamo provato il nuovo P10: ecco la nostra recensione

Ormai sono diversi giorni che uso P10, e dopo le prime impressioni e i test, è giunto il momento di dirvi cosa penso di questo smartphone.

Lo dico subito anzichè aspettare le conclusioni: P10 è uno smartphone davvero solido, che convince senza ombra di dubbio. Non è il migliore sul mercato, ma è il migliore Huawei di sempre. Non rivoluziona il mercato, ma perfeziona il P9 che era già ottimo e sicuramente alza ancora la qualità e le prestazioni in casa Huawei. Peccato per il design, molto bello ma non particolarmente innovativo che ad alcuni potrebbe non piacere. Unico dubbio: costa quasi 700 euro, ma non è molto diverso da Honor 8, che ne costa la metà. La fotocamera Leica vale 300 euro in più? Forse no. 

Detto questo, passiamo alla recensione completa.

Confezione

Il contenuto è il solito di Huawei, ma il sistema di apertura della scatola è fantastico e davvero premium. Abbiamo attenzione ai dettagli e qualità anche qua.

All’interno abbiamo il cavo USB Type-C, gli ottimi auricolari di Huawei (simili a quelli Apple) di ottima qualità, il caricabatterie SuperCharge. Sorpresa: abbiamo anche una cover in plastica semi-rigida, indispensabile visto che, come gli altri recenti Huawei, lo smartphone è davvero troppo scivoloso, sembra una saponetta.

Materiali, design e touch-and-feel

Lo smartphone è costruito con qualità impeccabile, come sempre. Abbiamo metallo elegantissimo e finissimo sul retro, vetro davanti. E’ davvero bello, soprattutto in alcune colorazioni.

Il design è molto simile ad iPhone 7, è vero, ma a me piace molto, anche se non ha niente di nuovo o rivoluzionario. Per certi versi il design richiama anche quello del “vecchio” P9, ma alcune cose sono cambiate rispetto al passato: il sensore per le impronte, ad esempio, è stato spostato davanti nel pulsante home (che non si clicca).

In basso c’è lo speaker (singolo), USB C, jack audio da 3.5mm. A destra abbiamo accensione/spegnimento e volume, a sinistra la SIM/MicroSD.

Come già anticipato, è molto scivoloso, troppo.

C’è il LED di notifica, ma si vede molto poco.

Display

Il display è un’unità 5,1″ FHD IPS. E’ fantastico, semplicemente. E’ luminoso, i colori vividi, sotto al sole si vede benissimo, non è AMOLED ma ci manca davvero poco, i neri sono profondi, la sensibilità alla pressione elevatissima.

Come sempre è possibile cambiare la temperatura colore del display dalle Impostazioni.

Gli AMOLED restano sempre un filo meglio, ma questo è davvero ottimo.

Sullo schermo è già applicata una pellicola protettiva: ho apprezzato molto.

Hardware

Ecco la scheda tecnica del dispositivo:

  • Schermo: 5,1” full HD (P10) con Corning Gorilla Glass 5.
  • CPU: Kirin 960
  • RAM: 4 GB (P10)
  • Memoria interna: 32/64 GB + slot per l’espansione tramite MicroSD
  • Fotocamera posteriore: doppia fotocamera Leica. La risoluzione è di 20 megapixel (sensore monocromatico) e 12 megapixel (sensore RGB), con f/2.2, laser autofocus e stabilizzatore ottico
  • Fotocamera frontale: fotocamera Leica con sensore da 8 megapixel f/1.9
  • Dimensioni: 147 x 70 x 7-8 mm
  • Batteria: 3.200 mAh + ricarica rapida
  • OS: Android 7.0 Nougat

LEGGI ANCHE:

Questo P10 è il classico top di gamma 2017 con schermo dalle dimensioni “umane”, soprattutto se confrontato a Galaxy S8 e LG G6. Lo schermo è “solo” FullHD, ma meglio così visto che consuma meno batteria e ad occhio nudo non si vedono differenze con altri smartphone. E’ protetto da Gorilla Glass 5 per essere molto robusto.

Il processore HiSilicon Kirin 960, la GPU Mali-G71 MP8 e 4GB di RAM permettono di avere prestazioni sempre al top, sia con app che con giochi.

Memoria interna da 32 o 64GB con possibilità di espansione fino a 256GB con MicroSD.

La batteria non si rimuove, ma i 3200 mAh permettono di arrivare a sera senza grossi problemi. La ricarica è velocissima, ma non wireless (peccato).

Il sensore di impronte frontali è fulmineo e precisissimo, forse ancora più rapido dei Google Pixel.

Batteria

Si arriva a sera anche con uso intenso, ma si potrebbe migliorare leggermente. Diciamo che non fa gridare al miracolo, ma la giornata si copre anche usandolo molto. Sicuro non si supera la notte con una sola carica.

Software

Il sistema operativo è Android Nougat personalizzato con interfaccia EMUI 5.1.

In generale il sistema operativo mi piace molto: è fluido, veloce, ben ottimizzato, semplice da usare, con tante funzioni a portata di mano. E non mancano i temi per personalizzare a fondo grafica e aspetto dello smartphone.

Forse un pò statico: nel passaggio dalla EMUI 5.0 alla 5.1 non ho notato grandi novità, si poteva fare qualcosa di meglio a mio avviso.

Tra le funzioni che ho apprezzato di più: la possibilità di usare tutta l’interfaccia con una mano, la home che può ruotare in orizzontale, le classiche gestures smart di Huawei, la possibilità di avere o meno il drawer, di personalizzare i pulsanti nella dock e la densità griglia delle app. Sempre possibile “duplicare” le app per avere account diversi contemporaneamente, anche se le uniche app supportate sono ancora solo WhatsApp e Facebook (non sarebbe ora di aumentare il numero di queste app?).

L’impronta digitale permette di bloccare l’accesso a tutte le app, compresi social, galleria, WhatsApp e simili: utile.

L’interfaccia è totalmente diversa rispetto ad Android “stock”: ad alcuni piace, ad altri no, ma questo è soggettivo.

C’è anche il filtro luce blu per proteggere gli occhi quando si usa lo smartphone al buio.

Reparto telefonico

Molto buono: ricezione, WiFi, 4G, Bluetooth e GPS sono perfetti. L’audio in chiamata è molto buono, forte e pulito. Non ho notato problemi di nessun tipo.

Foto e video

Abbiamo due fotocamere Leica: una a colori da 12 megapixel e una monocromatica da 20 megapixel. È possibile scattare foto da 20 megapixel a colori grazie all’interpolazione software che funziona bene.

Gli scatti con buona luce sono molto buoni. Manca HDR automatico (c’è comunque manuale). Con poca luce l’immagine peggiora leggermente e c’è un pò di rumore: su uno smartphone da quasi 700 euro questo è un problema. Le foto restano comunque ottime, ma inferiori a quelle del Galaxy S7 dello scorso anno, giusto per capirci.

Lo scatto è veloce e, soprattutto di giorno, la quantità di dettagli catturata è impressionante.

Apprezzo molto le bellissime funzionalità software come il Light Painting.

Buoni anche i video, che arrivano a 4K o 1080p a 60fps con stabilizzazione ottica, ma non perfetti (soprattutto audio e stabilizzazione migliorabili, magari via aggiornamento software).

Tra le nuove funzioni software abbiamo ora la modalità di profondità di campo e la nuova modalità ritratto, simile a quella di Apple iPhone 7 Plus. C’è ovviamente ancora la possibilità di scattare in bianco e nero usando il solo sensore monocromatico. Sempre ottima la modalità PRO per controllare ogni parametro della fotocamera.

La fotocamera frontale è da 8 megapixel ƒ/1.9 e funziona bene, meglio di quella che abbiamo visto su P9.

Audio

C’è solo uno speaker in basso a destra: è buono, ma non perfetto. Sicuramente forte e pulito, ma c’è di meglio a livello audio. E poi, essendo posizionato li, si copre ogni volta che lo smartphone è in landscape (problema già visto su tanti altri smartphone, ma sarebbe ora di risolverlo no?).

App e gaming

L’hardware è potente, il software ben ottimizzato, quindi le prestazioni sono elevate sia con tante app aperte che con i giochi più pesanti. Nei benchmarks non è il più veloce, ma nell’uso quotidiano è sempre perfetto e non rallenta mai.

I giochi funzionano benissimo, lo smartphone scalda leggermente durante le sessioni più intense.

Giudizio finale

Come ho già detto, P10 è il miglior Huawei di sempre. Peccato che, insieme alla qualità, si sia alzato il prezzo, comunque in linea con altri top di gamma 2017. Parliamo di 680 euro per acquistarlo, che non sono pochi.

Funziona bene, è bello, elegante, si usa bene, ha un hardware al top. Non sarà perfetto, ma considerando che a breve lo street price si abbasserà attorno ai 600 euro è sicuramente un ottimo acquisto.

Come già detto in apertura, però, segnalo che Honor 8 costa la metà, è sempre Huawei e funziona in modo molto simile (solo la fotocamera è appena peggio e non ha il retro in metallo).

A voi la scelta su quale acquistare. Io, se devo essere sincero, nonostante questo P10 sia davvero ottimo, opterei per Honor 8: costa la metà e offre prestazioni assolutamente paragonabili.

Acquisto

Ecco il prezzo più basso per comprare questo smartphone: COMPRALO ORA.

Se invece preferite Honor 8, ecco il prezzo più basso del web: COMPRALO ORA.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here