Recensione Samsung Gear Fit: Il compagno ideale per l’attività sportiva e non solo

Gear Fit (8)

Recentemente noi di YourLifeUpdated abbiamo acquistato diversi smartwatch ed in attesa di provare i nuovi orologi con Android Wear, abbiamo testato a fondo alcuni modelli prodotti da Samsung. Se del Gear, Gear 2 e Gear 2 Neo non eravamo rimasti impressionati, con il Gear Fit la musica cambia e dopo circa due settimane di test ecco che oggi voglio proporvi la mia recensione sul Samsung Gear Fit.

La recensione si articolerà in diversi punti. Inizieremo con un’analisi del design e vestibilità, si perchè essendo uno smartwatch può essere utilizzato come un normale orologio e quindi è giusto dare la sua importanza a questo fattore. Poi analizzeremo la precisione dei dati forniti e alcuni aspetti software ed hardware, come la misura del battito cardiaco, la distanza percorsa, il conta passi e il monitoring dell’attività sportiva e come si comporta il software a livello di velocità e fludità, vedremo se il Gear Fit è destinato solo al fitness o anche ad altre attività ed infine passeremo alla durata della batteria e alle considerazioni finali corredate dalla compatibilità con smartphone e tablet e dalla scheda tecnica.

Design e vestibilità

Il Gear Fit è bello, leggero e grazie all’innovativo display curvo Super AMOLED touch screen permette di avere oltre un orologio perfetto per l’attività sportiva anche un bell’oggetto di design al polso. Il bordo cromato e la possibilità di cambiare il colore del cinturino, visto che sono intercambiabili, lo rendono cool e a alla moda anche quando ti alleni.

Il cinturino gommato con bordo interno zigrinato permette di aderire bene al polso ma anche di lasciarlo respirare ma visto che è sempre di gomma un po si suderà comunque. La chiusura del cinturino è molto buona e resistente con la possibilità di modificare la dimensione del bracciale in base al nostro polso in pochi secondi.

Gear Fit (1)

Software e Hardware

A livello software il Fit è ben organizzato anche se le funzioni non sono tantissime. Il Gear Fit permetterà di avere sempre le notifiche istantanee con la possibilità di leggere subito le nostre Mail, SMS e non perdere nessuna chiamata in arrivo. L’interfaccia semplice ed intuitiva permette di controllare ogni aspetto del Fit con estrema facilità con la possibilità di rifiutare una chiamata, rispondere ai messaggi in arrivo oppure controllare la sveglia.

Inoltre il Fit diventerà in poco tempo il tuo personal trainer grazie al sensore di frequenza cardiaca integrato, con il monitoring in tempo reale durante l’attività fisica, e l’impostazione degli obiettivi giornalieri ti permetterà di avere un allenatore sempre con te grazie  anche al sensore biometrico in grado di misurare il battito cardiaco.

L’impermeabilità, certificato IP67, all’acqua e resistente alla polvere è il valore aggiunto del Gear Fit che permette di portarlo sempre dietro con se e non temere di andare in piscina, farsi il bagno a mare e molto altro senza rovinarlo.

Personalmente l’ho testato, sotto la pioggia, in acqua, sia in piscina, che a mare e sotto la doccia, e non ha mai avuto problemi, inoltre potete utilizzarlo anche sotto l’acqua senza grossi problemi, solo l’unica accortezza, se fate il bagno a mare, lavatelo con acqua dolce poichè il sale potrebbe far corrodere i contatti di ricarica e rovinare la cromatura intorno al display.

Il software è gestito ottimamente dall’hardware segno di una buona ottimizzazione, che seppur non potente, permette di utilizzare il Fit senza problemi, rallentamenti o blocchi. Tutto gira alla perfezione, menù veloci e tocco sul display molto sensibile anche se ho notato che alcune volte, molto raramente, il tap non viene preso correttamente e quindi è necessario “ritappare”.

L’applicazione per smartphone Gear Fit Manager permetterà di impostare l’ordine dei collegamenti e lo sfondo personalizzato nella nostra home, cambiare l’orologio secondo i nostri gusti, gestire le notifiche e le applicazioni che possono inviare le notifiche, impostare un’azione al doppio tocco del tasto di accensione, impostare se il display si deve attivare inclinando il braccio, impostare i messaggi automatici di risposta ad una chiamata ed infine sincronizzare i nostri progressi con S Health.

Poi è presente la funzione trova dispositivo che permette di trovare lo smartphone utilizzando il Gear Fit. Inoltre è presente la possibilità di comandare WatchOn sui dispositivi Samsung compatibili, ma io sull’S5 non sono riuscito a farlo funzionare e non so il motivo.

I dati del Gear Fit sono precisi?

Ho utilizzato il Gear Fit per ben 2 settimane soprattutto durante la mia attività sportiva e per fare una giusta recensione mi recavo al parco per correre come se fossi un uomo bionico, Gear Fit e cardio frequenzimetro Polar sul braccio destro, e Gear 2 Neo e cardio frequenzimetro decathlon sul braccio sinistro in modo da ottenere misurazioni quanto più precise possibili.

Da diverso tempo utilizzo due cardio frequenzimetri, il Polar e il Geonaute della decathlon, entrambi li uso da circa 1 anno e mezzo e grazie ad alcuni test ho appurato che misurano i battiti in maniera molto precisa, quindi per il test sono partito da questa base per ottenere una misurazione dei battiti cardiaci quanto più affidabile possibile.

Per quanto riguarda il battiti cardiaci, il Gear Fit si comporta molto bene, anche se non è proprio preciso come i due cardio frequenzimetri, infatti, se con il Polar e il Geonaute ottengo valori intorno ai 150 battiti di media con il Gear Fit si registra una media di 142 battiti con una differenza inferiore al 5%, questo dato però può essere indicativo visto che si dovrebbe fare un test con un solo misuratore cardio per braccio ma da alcuni test effettuati “a freddo” questo divario è rimasto sempre lo stesso con la misurazione del Fit di qualche battito inferiore ai due sistemi più professionali. Nulla di preoccupante ma sicuramente Samsung potrebbe sistemare questo lieve problemino perchè sembrerebbe più un problema software che altro, a differenza del Gear 2 Neo che ha risultati totalmente sballati in qualsiasi condizione di utilizzo.

Mi raccomando dovete mettere il Gear Fit abbastanza stretto al braccio altrimenti le pulsazioni non verranno misurate correttamente, ed inoltre durante la corsa i batti vengono misurati in tempo reale ma con un ritardo di circa 30 secondi visto che misura i battiti ad intervalli regolari e quelli visualizzati sono solo una media dei battiti presi nel minuto precedente quindi servono circa 30 secondi affinché si stabilizzi il numero corretto. Il Gear Fit è perfetto per l’attività sportiva visto che il monitoraggio dei battiti cardiaci anche in tempo reale durante l’attività.

Per quanto riguarda invece le attività di conta passi, qui la misura è molto precisa, ho un pedometro che ho inserito nelle scarpe e devo dire che quello offerto dal Fit è molto preciso, i dati quasi combaciano con uno scarto davvero minimo. Un giorno ho contato 13322 passi ed il Fit ne segnava 13212 quindi lo scarto è davvero piccolo.

Discorso diverso per la distanza durante l’attività sportiva. Se imposto l’orologio per monitorare la corsa, se con Runtastic (vis GPS) segna 9 km con il Fit siamo ad oltre 10 km e devo dire che la differenza è moltissima. Non ho capito se il Fit si collega allo smartphone e riceve il segnale GPS (non credo) oppure se fa una stima in base ai passi fatti durante la corsa facendo una media con la lunghezza del passo e quindi stimando la distanza percorsa.

In linea di massima il Gear Fit è preciso, con qualche dubbio sulla distanza, ma comunque dovete tener conto che non è un dispositivo professionale e quindi è da prendere con le dovute cautele.

Gear Fit solo per il fitness? Direi di no

Il Gear Fit nasce per il fitness ed ovviamente è perfetto per chi pratica attività sportiva viste le numerose funzioni di monitoring che ha incluso, ma il Gear Fit può essere utilizzato anche come normale contapassi per sapere quante calorie bruciate nella normale attività lavorativa. Potete misurarvi i battiti del vostro cuore, che in linea di massima sono più o meno affidabili, nonché andare a visualizzare lo storico delle misurazioni dei battiti.

I Gear Fit è anche ottimo per avere le notifiche del vostro smartphone sempre con voi senza aver accesso diretto allo smartphone. Infatti se avete lo smartphone in tasca e state ricevendo una chiamata, verrà subito visualizzato il nome e quindi decidere se rispondere o meno. Se vi arriva un SMS o una Mail, verrà visualizzata un’anteprima e quindi potrete accendere lo smartphone se la risposta è necessari oppure rimandare se non è importante.

Il tracciamento del sonno è un’altra opzione che ha il Fit e che permette di conteggiare quante ore di sonno avete fatto con tanto di percentuale di movimento durante la notte. Ad esempio, durante la notte mi muovo poco, infatti, oltre il 90% del tempo resto immobile secondo le statistiche del Gear.

Il Gear è anche ottimo come cronometro e timer nonché permette di comandare la musica che state trasmettendo dallo smartphone direttamente dal Fit, comodo soprattutto durante l’attività sportiva.

Gear Fit (6)

Quanto dura la batteria del Gear Fit?

La batteria è solo da 210 mAh ma grazie al piccolo display con tecnologia OLED permette di stare lontani dalla presa di corrente per almeno 4 giorni. Almeno quanto è emerso dai miei test.

Premetto che ho sempre tenuto attivo il bluetooth e la connessione attiva sullo smartphone. Sempre attivo il contapassi e il conteggio delle ore di sonno per 4 notti. Inoltre in questi 4 giorni di utilizzo, ho monitorato per circa 3 ore la mia attività fisica, corsa per 1 ora e 30 minuti circa per 2 volte, dove ho avviato il monitoraggio non solo del contapassi, ma anche dell’attività fisica corsa con tanto di misurazione dei battiti in tempo reale.

In questi 4 giorni ho anche controllato le diverse notifiche attive, WhatsApps, Hangout, GMail e Chiamate Perse, ma anche cambiato decine di volte gli sfondi di base e girato in tutte le impostazioni più e più volte.

Infine per 4 giorni ho misurato i battiti cardiaci con il cardio frequenzimetro integrato per circa 10 volte in 4 giorni.

4 giorni quindi sono stati abbastanza intensi, non tenendo conto di tutte le volte che ho acceso il display per controllare l’ora ed inoltre in questi 4 giorni non è stato conteggiato un intero giorno in cui il Gear Fit è rimasto chiuso nel cassetto ma senza essere utilizzato che ha visto perdere la carica della batteria dal 100% al 96% in 24 ore, quindi Samsung ha fatto un ottimo lavoro ottimizzando i consumi sia quanto il Gear Fit è acceso ma anche quando è in standby. Poi sullo smartphone il bluetooth incide davvero poco visto che la versione 4.0 è definita Low Energy e consuma davvero pochissimo la batteria; nell’arco delle 48 ore non si arriva al 2 %.

Infine i tempi di ricarica della batteria non sono così rapidi come si può pensare. Per raggiungere una carica completa ci vole circa 1 ora e 30 minuti che per una batteria da “soli” 210 mAh mi sembrano troppi.

Quindi per quanto riguarda l’autonomia sono veramente contento ed in linea con le stime fatte da Samsung con sulla scheda tecnica.

Con quali smartphone è compatibile il Gear Fit

Samsung Gear Fit è compatibile con tanti smartphone e tablet della serie Galaxy come il Samsung Galaxy S5, Galaxy Note 3, Galaxy Note 3 Neo, Galaxy Note II, Galaxy S4, Galaxy S III, Galaxy S4 Zoom, Galaxy S4 Active, Galaxy S4 Mini, Galaxy Mega 6.3, Galaxy Note 10.1 (2014 Edition) e Galaxy Note PRO.

Quindi il Gear Fit è compatibile solo con i modelli Samsung ma se scaricate il file APK dell’applicazione Gear Fit Manager e la installate sul vostro smartphone con almeno Android 4.4 potrete usare il Gear Fit su qualsiasi smartphone con l’unica limitazione della non integrazione dei dati con S Health che ovviamente funzionerà solo su smartphone Samsung.

Considerazioni finali

Sono molto contendo del Gear Fit, dopo le delusioni della gamma Gear, il Fit mi ha entusiasmato. Bello, display fantastico, leggero e molto utile per chi fa sport ma non solo. Rispetto al Gear 2 non ha il controllo della TV, il tastierino numerico e poco altro, e quindi è da preferire a chi vuole un dispositivo versatile e con tante funzioni. Forse Samsung dovrebbe migliorare il software ed andare a migliorare la precisione nella misurazione dei battiti cardiaci e della distanza percorsa, magari interfacciandosi con il GPS in maniera migliore.

Infine vorrei che Samsung che la compatibilità fosse estesa con altri smartphone e non solo con la serie Galaxy.

Il Gear Fit costa 199 euro di listino ma è facile trovarlo anche a 160 euro in alcuni store su internet.

Scheda tecnica Gear Fit

Connettività 

  • Versione BluetoothBluetooth v4.0
  • Profili BluetoothSPP, GATT

Display

  • 1.84″ (46,6 mm) Super AMOLED Touch Screen curvo con risoluzione di 128 x 432

Sensori

  • Cardio frequenzimetro, Accelerometro, Giroscopio

Dimensioni e peso

  • (A x L x P) 57,4 x 23,4 x 11,95 per 27 grammi

Batteria

  • 210 mAh con durata dichiarata di 3-4 giorni con utilizzo frequente e 5 giorni con utilizzo minimo

Servizi e applicazioni

  • Contapassi, Modalità Allenamento, Sensore Frequenza Cardiaca, Lettore Mp3, Controllo multimediale, Sensore Infrarossi LED, Chiamate Vocali, Promemoria Vocali, Blocco Automatico, Trasferimento Intelligente.
  • Mi hai fatto venire voglia di prenderlo..bella recensione! 😉

    • CashDroid

      L’ho sottovalutato molto ed invece mi ha soddisfatto alla grandissima. Credo che sarà uno di quei pochi prodotti che non rivenderò per nessun motivo.

      • Che tu sappia ci sono app per il nuoto? Ne ho cercate ma niente..per ora con il Pebble ho un software che, se programmato in anticipo, tiene vasche e tempi..come si integra con Runtastic? Hai il monitor della corsa live?

        • CashDroid

          Al momento non credo ci siano app dedicate al Gear Fit. Non c’è la possibilità di monitorare le vasche con i relativi tempi. Ho letto però che Samsung aggiornerà il firmware entro Agosto con tante nuove funzionalità. Ci sono le impostazioni dedicate per Corsa, Camminata, ciclismo ed escursioni ma non sono molte.
          Con Runtastic non sono riuscito a farlo riconoscere, mentre il Gear 2 Neo è pienamente compatibile ma credo che sia colpa di runtastic.

          Ha il monitor della corsa live, con distanza, passi, minuti e battiti ma che lascia un po desiderare sul monitoraggio della distanza che è sballata

  • Lighty3ar

    Ottima recensione, molto completa.

    Gear Fit sembra davvero un bel prodotto, ho solo un dubbio sulla batteria perché non vorrei che si deteriorasse velocemente, dato che è piccola e bisogna caricarla almeno una volta a settimana. Mi sai dire per favore come si sostituisce: bisogna portarlo in assistenza o è un’operazione che si può fare da soli a casa?

    • CashDroid

      Non si può sostituire con il comune fai da te perchè dovresti aprire la scocca che è sigillata per essere impermeabile quindi devi portarlo in assistenza

  • MarkPG

    Ottima recensione e condivido tutto visto che sto usando il Gear Fit da due settimane. Non pensavo che fosse così preciso.

  • Man

    Un utilizzo, quindi una compatibilità, con iPhone è possibile?

    • CashDroid

      Con iPhone non è compatibile. Ma solo con Android

  • Nino

    l’ho provato due giorni fa durante una corsa…premetto che non sapevo come usarlo per gli allenamenti. cmq ho avviato la modalita corsa dal gear fit (dopo aver messo in pausa il contapassi) e dopo qualche secondo ho avviato anche S Health…pensavo che si integrassero e invece hanno fornito due risultati alla fine…fit mi diceva che avevo percorso circa 5 km…s health invece 8…in 31 minuti circa…avevo dimenticato ad attivare la guida vocale e infatti non mi è stato affatto utile. Visto che ho ripreso a correre dopo mesi mi sembrerebbe più corretta la distanza fornita dal fit…

    Mi spiegate come lo usate voi?

    • CashDroid

      Purtroppo questa è un’anomalia del Fit. Conta i Km a casaccio.

      • Nino

        ma se avvio la corsa dal fit e dal telefono non tocco nulla, funzionerà la guida vocale attraverso quest’ultimo? e poi, è corretto disattivare il contapassi prima della corsa?

        • CashDroid

          Non devi disattivare il contapassi, funziano entrambi senza problemi. La guida vocale devi attivarla dalle impostazioni.

          • Nino

            ok..avevo letto che lasciandolo attivo i dati venivano falsati…

          • CashDroid

            Io l’ho provato sia con il contapassi attivo che non attivo e i dati cmq sono falsati.

          • Nino

            peccato, ma non si può usare s health e sfruttare il fit per la frequenza cardiaca ? non capisco il motivo di questa separazione! :/

          • Nino

            Ma a questo punto che senso ha portarsi dietro anche il telefono durante la corsa?

          • CashDroid

            Puoi sincronizzarlo con SHealth

          • Nino

            si ma posso farlo anche quando torno a casa…ieri ho provato ad avviare la corsa solo dal fit, il telefono ” non ne ha capito nulla” ! Per il resto, avevo impostato la guida vocale, con TE 2.5 che consigliava 30 min di corsa…allora, il fit mi diceva di rallentare, tenere il ritmo ecc fino a quando dopo 10 min mi spunta obiettivo raggiunto e ha smesso di assistermi…perchè? e perchè il telefono non ha “detto” nulla? che guida vocale è questa?
            p.s. scusate tutte queste questioni ma vorrei capire come usare questo benedetto fit…

          • Giuseppe

            Ciao Nino, sono un possessore del gear fit, premetto acquistato da pochissimo. Ho avuto lo stesso problema tuo riguardo la corsa. in pratica dopo pochi minuti mi dava obiettivo raggiunto. Hai per caso potuto capire il funzionamento? Mi saresti di grande aiuto.

            grazie mille.

          • CashDroid

            Putroppo credo che male interpreti quando si va a passo veloce o di corsa fraintendendo gli obiettivi