Recensione Xiaomi Redmi Note 4. VideoRecensione Xiaomi Redmi Note 4. Ecco la nostra recensione e prova completa di Xiaomi Redmi Note 4

Abbiamo provato il nuovo smartphone Xiaomi Redmi Note 4: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Xiaomi Redmi Note 4.

Il Redmi Note 3 è stato indubbiamente uno degli smartphone Android più apprezzati grazie al suo prezzo contenuto e all’hardware molto interessante, per un rapporto qualità/prezzo quasi imbattibile. Per il suo prezzo, infatti, Xiaomi Redmi Note 3 offriva un buon hardware, una batteria incredibile e un’ottima qualità costruttiva; peccato solo per la fotocamera posteriore, che poteva essere migliorata.

Dopo 10 mesi dal rilascio di Xiaomi Redmi Note 3, l’azienda lancia sul mercato il successore, che rappresenta un grosso aggiornamento del precedente modello e offre un processore molto più potente tra le principali novità. Ma vale veramente la pena di acquistare Xiaomi Redmi Note 4? Oppure si tratta solo di un piccolo aggiornamento rispetto al precedente modello? Scopriamolo insieme!

Design, Qualità Costruttiva, Display

Il design di Xiaomi Redmi Note 4 è chiaramente condiviso in parte con Mi Max: le curve sono veramente eleganti, il design è curato in ogni particolare e lo smartphone è davvero bello da vedere.

La batteria è sempre da 4100 mAh, ma esteticamente lo smartphone risulta molto migliore del predecessore sotto ogni punto di vista, anche grazie all’uso di allumino al posto della plastica per quanto riguarda i materiali.

Redmi Note 4 Display

Il feeling di smartphone premium con Xiaomi Redmi Note 4 è davvero forte, al contrario di quanto avveniva con il 3.

Il display frontale, da 5.5 pollici con risoluzione FullHD 1080, è curvo 2.5D: si integra perfettamente con la scocca e garantisce un’esperienza d’uso davvero piacevole.

Migliora anche il comparto audio: sul modello 3 lo speaker era posizionato sul retro e quindi veniva spesso coperto, ma il problema è stato risolto su Xiaomi Redmi Note 4 spostando lo speaker nella parte bassa dello smartphone. E’ ancora singolo, ma suona molto meglio!

E’ stata spostata anche la porta MicroUSB, che ora si trova in basso al centro dello smartphone.

Redmi Note 4

Parlando ancora del display, questo è molto brillante e con colori più accurati del predecessore. Pur essendo da 5.5 pollici, l’uso con una mano non è troppo difficoltoso.

Se ve la siete persa, ecco la scheda tecnica completa:

Performance e Batteria

Il processore è uno Snapdragon 625: non è un mostro di potenza, ma garantisce la velocità e le prestazioni giuste per questo smartphone. E’ un processore octa-core (avevamo un hexa-core sul Redmi Note 3), ma la frequenza di lavoro è maggiore. Peggiora la GPU che troviamo su Xiaomi Redmi Note 4: abbiamo a che fare con l’Adreno 506, meno potente della’Adreno 510 che era montata sullo Snapdragon 650 del Redmi Note 3.

Dati alla mano, Xiaomi Redmi Note 4 è più lento di Redmi Note 3 nei benchmarks, ma la differenza nell’uso quotidiano praticamente non si nota. Dai test, giochi come Asphalt 8 e Asphalt Xtreme funzionano alla perfezione, senza scatti, blocchi o rallentamento.

Ok, il processore è leggermente più lento dati alla mano, ma nell’uso quotidiano non cambia niente, soprattutto perché viene utilizzata una memoria NAND più veloce, che permette di avviare app e giochi molto più velocemente rispetto alla memoria usata sul Redmi Note 3.

Da notare, poi, che il processore montato su Xiaomi Redmi Note 4 risparmia molta più batteria rispetto al modello precedente: anche se abbiamo sempre una batteria da 4100 mAh, l’autonomia è molto maggior e lo smartphone garantisce quasi 2 giorni di utilizzo senza grossi problemi. Anche con il 30% di batteria residua, lo smartphone riesce a coprire tutta la giornata.

Manca la tecnologia Quick Charge 2.0/3.0, un vero peccato. La ricarica completa richiede 2.5 ore: tanto!

Fotocamera

RN4 Cmaera

Come anticipato, la fotocamera da 16MP di Redmi Note 3 era il suo tallone d’Achille.

Fortunatamente Xiaomi Redmi Note 4 monta un sensore da 13MP di Sony con sensori da 1.12u pixel che garantisce foto davvero migliori rispetto al precedente modello. Le foto sono molto dettagliate, esposizione e contrasto sono ottimi, soprattutto se paragonati a quelli delle foto scattate da Redmi Note 3.

Ok, con poca luce la fotocamera fa un pò di fatica, ma i risultati sono comunque nettamente migliori di quelli offerti da Redmi Note 3. Troviamo anche la tecnologia PDAF, che permette di mettere a fuoco i soggetti in modo estremamente rapido e preciso.

Software

Come ogni altro smartphone Xiaomi, anche Xiaomi Redmi Note 4 monta l’interfaccia personalizzata MIUI 8 basata su Android 6.0 Marshmallow

Se avete già avuto a che fare con questa interfaccia, non troverete nessuna novità rilevante. Se è la prima volta che la provate, sicuramente dovrete abituarvi perchè è molto personalizzata e diversa rispetto a quella originale di Android, ma comunque ben ottimizzata, molto personalizzabile e piena di opzioni da configurare per adattare lo smartphone ai vostri gusti.

Conclusioni

Redmi Note 4

Ok, siamo alla fine.

Sulla carta Redmi Note 4 potrebbe non sembrare uno smartphone rivoluzionario rispetto al precedente modello, ma, nell’uso quotidiano, le differenze si notano tutte. E la cosa più interessante è che, nonostante i netti miglioramenti rispetto al predecessore, il prezzo non è cambiato: si trova ad un prezzo variabile da 150 e 200 euro in base alle offerte, compresa la spedizione verso l’Italia tracciabile.

E non dimentichiamo che c’è anche la versione economica, con 2GB di RAM e 32GB di memoria interna, che costa ancora meno!

A questo prezzo, difficilmente troverete qualcosa di meglio di Redmi Note 4. 

Click per acquistare Xiaomi Redmi Note 4 3/64GB ROM Global

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here