Recensione Xiaomi Redmi 4A. VideoRecensione Xiaomi Redmi 4A. Ecco la nostra recensione e prova completa di Xiaomi Redmi 4A

Abbiamo provato il nuovo smartphone Xiaomi Redmi 4A: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Xiaomi Redmi 4A.

Nel 2016 Xiaomi ha avuto una crescita esponenziale a livello mondiale, ma il 2017 non sembra essere da meno. L’azienda ha già sfornato, in pochi mesi, tanti smartphone interessanti, che costano poco, funzionano bene e offrono un buon hardware. Tra questi troviamo sicuramente Redmi 4A, un ottimo prodotto sotto ogni punto di vista, probabilmente il miglior smartphone attorno ai 100 euro. 

E’ arrivato sul mercato a Novembre 2016, ma ad oggi risulta il miglior telefono economico che possiate comprare senza ombra di dubbio. Eccolo nella recensione completa.

Confezione e contenuto

Molto minimal (per non dire povera): c’è solo il cavo dati micro USB e l’alimentatore da 1Ah. Niente auricolari, niente pellicola per lo schermo. C’è solo l’aggeggio per inserire la scheda SIM.

Materiali design e touch-and-feel

Lo smartphone è decisamente migliore di alcuni modelli precedenti (Redmi 3S o Redmi Pro ad esempio), ma è interamente realizzato in policarbonato. A prima vista però non sembra cheap, è solido e ben costruito, molto elegante da vedere. La qualità costruttiva è molto buona.

Per essere uno smartphone comunque grande e con una batteria da 3120 mAh si impugna comodamente e non da fastidio in tasca.

Le porte e i pulsanti sono ai soliti posti: volume e accensione a destra, la SIM a sinistra, la microUSB in basso, il jack da 3.5mm in alto.

Non manca il sensore infrarossi (IR) per controllare TV, stereo e altro.

Sul retro troviamo la fotocamera da 13MP in alto a sinistra e lo speaker. Frontalmente abbiamo vetro, pulsanti capacitivi (non retroilluminati purtroppo) di navigazione, LED di notifica, fotocamera frontale da 5MP, sensore di luminosità e prossimità.

In generale il design è curato e il device si usa abbastanza bene anche con una mano anche se le cornici non sono sottili come quelle di Galaxy S8 o LG G6.

Display

Lo schermo è da 5 pollici, un IPS con risoluzione HD (1280×720) e quindi 296 ppi: i pixel non si vedono, ma i neri non sono per niente neri e tendono molto al grigio. I colori in generale sono ben bilanciati, la luminosità è buona anche sotto alla luce del sole, ma non aspettatevi miracoli. Quando il sole picchia forte si vedono i limiti del display, proprio tutti.

Gli angoli di visuale non sono male, soprattutto se consideriamo che lo smartphone costa 100 euro. A questo prezzo, comunque, era difficile chiedere di più.

Scheda Tecnica, Processore e Memoria

  • Schermo: 5” HD (720 x 1.280 pixel) IPS
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 425 con GPU Adreno 308
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 16 GB espandibile (con microSD fino a 128 GB)
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel con PDAF, single LED Flash, registrazione video full HD
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel, f/2.2
  • Connettività: hybrid dual SIM (micro + nano / microSD), LTE, Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.1, GPS + GLONASS, infrarossi
  • Dimensioni: 139,9 × 70,4 × 8,5 mm
  • Peso: 140 grammi
  • Batteria: 3.120 mAh
  • OS: Android 6.0 Marshmallow con MIUI 8

Il processore Snapdragon 425 gira bene e non scalda eccessivamente. Gestisce bene il multitasking anche grazie ai 2GB di RAM, che però sono tirati al massimo. 16GB di memoria interna non sono tanti, ma c’è il supporto MicroSD.

Batteria

Per caricarla tutta servono 3 ore, decisamente tante. Almeno dura a lungo: con un uso intenso si arriva a sera con ancora il 20% di autonomia. Con uso medio si fa 1 giorno e mezzo senza problemi.

Software ed ecosistema

Redmi 4A monta Android 6.0.1 con interfaccia personalizzata MIUI 8.2.6: ormai tutti conoscono questa versione personalizzata di Android secondo Xiaomi, quindi inutile perdere tempo a parlarne. L’OS funziona bene, è fluido, veloce, con tante funzionalità per la personalizzazione.

Peccato solo che sia ancora basato su Android 6.0.1 e non so Nougat 7.0. Quando arriverà l’aggiornamento? Speriamo presto.

Rispetto ad Android originale qui troviamo tante app aggiuntive: temi, disposizione icone stile iPhone, funzionalità avanzate per la fotocamera, per velocizzare e ottimizzare lo smartphone, galleria più bella e tanto altro ancora.

Le app di Google, comunque, ci sono tutte e quelle che eventualmente mancano si scaricano dal Play Store senza problemi.

Sicuramente la MIUI non è per tutti, ma comunque a me piace: è completa, ben ottimizzata, piena di funzionalità che guidano l’utente meno esperto.

Reparto telefonico

La ricezione è abbastanza buona, forse anche grazie al corpo in plastica che facilita le antenne. La qualità delle chiamate è buona sia in entrata che in uscita.

C’è il supporto per la doppia SIM, ma in questo caso dovrete rinunciare alla MicroSD: a voi la scelta.

Manca il supporto alla rete LTE 800.

Foto e video

Se pensiamo che abbiamo a che fare con un telefono da 100 euro, non ci possiamo affatto lamentare: in questa fascia prezzo probabilmente è il migliore da questo punto di vista.

Abbiamo una camera da 13MP sul retro e una da 5MP davanti: in entrambi i casi la qualità non è per niente male e comunque la migliore mai vista su gamma Redmi.

Di giorno le foto sono buone, i colori naturale, la luce catturata è tanta. Di sera ha qualche problema, le immagini hanno un pò di rumore e qualche problema di messa a fuoco. Niente di grave comunque.

Ottima anche la velocità di scatto.

Parlando dei video, invece, sono HD 1080p a 30 fps: la qualità, come per le foto, è buona al sole, un pò meno al buio, dove si perdono focus e stabilizzazione. Anche qui, comunque, niente di grave.

Per 100 euro non si può avere di più e, come già detto, è il miglior telefono per foto e video in questa fascia.

Audio

Purtroppo l’altoparlante è sul retro: suona abbastanza bene (nella media comunque), ma se il telefono è appoggiato sul letto il suono viene molto coperto. C’è la radio FM però.

Per quanto riguarda lo speaker, la qualità è accettabile: i bassi ci sono (sufficienti) e l’audio in generale non è male; la qualità è sicuramente migliore di Redmi 3S per fare un confronto.

App e gaming

Non sarà un razzo, ma fa il suo lavoro senza problemi, sia per la gestione delle app che per i giochi. Il processore spinge il giusto, ma consuma davvero poco.

Grazie ai 2GB di RAM, poi, anche il multitasking viene gestito piuttosto bene. Nessun problema con le app più diffuse come WhatsApp, Snapchat, Facebook, Twitter, e Instagram. Ogni tanto ho notato qualche piccolo lag con Chrome, ma niente di grave.

I giochi funzionano, anche quelli più recenti: Real Racing ad esempio funziona molto bene, si avvia in 30 secondi, ma con dettagli al minimo. Chiaramente non è uno smartphone per chi vuole giocare seriamente, ma non si può nemmeno pretendere a questo prezzo. Quando si gioca, comunque, scalda un pò.

Giudizio finale

Senza troppi giri di parole, è il miglior telefono attorno ai 100 euro, non c’è altro da dire. Se la MIUI per voi non è un problema, aspettate la migliore offerta di Gearbest (una a settimana in pratica) per acquistarlo e portarvi a casa un ottimo prodotto sotto ogni punto di vista. Davvero un bel telefono!

I principali competitor, giusto per fare un esempio, potrebbero essere Moto G4 Play, Moto E3, e Moto E3 Power, ma questo Redmi 4A li batte tutti senza problemi.

Unico consiglio: se il budget massimo è di 100 euro questo Redmi 4A è il meglio, ma se potete spendere 50 euro in più è meglio acquistare Redmi 4 Pro, che è veramente il top sotto ai 200 euro.

Dove comprare Xiaomi Redmi 4A al prezzo più basso

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here