Editoriale: Ecco perchè non ho acquistato il Samsung Galaxy S5

Premessa

Questo è un editoriale,  e come tale, deve essere preso come un pensiero di una persona, che come addetto ai lavori si può esprimere con cognizione di causa ma soprattutto esprimendo il proprio parere e quindi può non essere condivisibile da tutti e per questo vi invito a commentare l’articolo esponendo i vostri dubbi, domande  e riflessioni personali.

Dopo aver atteso per diversi mesi l’arrivo del nuovo Galaxy S5 e rimasto deluso dalla poca evoluzione che c’è stata dal passaggio dal Galaxy S3 al Galaxy S4 sinceramente mi aspettavo di più dal Galaxy S5 e Samsung questa volta credo abbia sbagliato non poco lasciando ampio margine di recupero ad aziende come LG, Motorola e l’astro nascente Lenovo che vogliono sfruttare ogni minima esitazione e debolezza dei propri competitor per cercare di strappare quote di mercato.

Se da un lato Samsung ha scelto la via della strategia “squadra che vince non si cambia” dall’altro lato molti utenti “esigenti” hanno chiesto e richiesto a gran voce un notevole cambio di rotta da parte dell’azienda Sud Coreana che però non si è visto.

Ero possessore felice di un Galaxy S4 e ora ho un Galaxy Note 3 che soddisfa tutte le mie esigenze, e da utente molto esigente, reputo l’hardware del Note 3 molto potente e quindi non sento l’esigenza di un nuovo smartphone con un hardware migliorato.

Il Galaxy S5 è stato presentato di fretta e furia da Samsung per combattere le vendite sotto le aspettative del Galaxy S4 ma io cercavo nel nuovo Galaxy S5 un cambio soprattutto per quanto riguarda la costruzione dello smartphone in se stesso.

Personalmente non amo gli smartphone Apple, ma l’unico punto a favore della casa della mela morsicata è oramai solo la qualità costruttiva e dei materiali scelti per assemblare i propri smartphone.

Ecco perchè desideravo da Samsung uno smartphone che abbandonasse la solita e “scarsa” plastica. L’unica azienda che ha capito le esigenze dell’utente di fascia alta è HTC che ha creato uno smartphone dal design eccellente utilizzando materiali pregiati al posto della plastica. Purtroppo, vuoi per colpa della scarsa strategia di marketing di HTC, per lo scarso appeal che ha ancora HTC sugli utenti e per qualche scelta a livello hardware discutibile, vedi scarsa risoluzione della fotocamera posteriore, l’M8 non ha riscosso un grandissimo successo e Samsung sembra non aver colto la palla al balzo per sviluppare uno smartphone che annientasse in un colpo solo sia HTC che Apple fornendo tutto ciò che manca al mercato attuale. Cioè uno smartphone potente, con alcune soluzioni hardware all’avanguardia ma anche costruito con materiali che ne giustifichino l’alto prezzo di vendita.

Il lettore di impronte digitali, che poi serve solo per sbloccare il dispositivo e pagare con PayPal, ammesso che lo utilizziate con una certa frequenza, il lettore dei battiti cardiaci, se non siete sportivi non vene farete niente, e la possibilità di resistere all’acqua fino ad 1 metro per 30 minuti, se non amate farvi il bagno con lo smartphone anche questa caratteristica vi è inutile; Insomma tutte queste novità rispetto al Galaxy S4 non mi fanno impazzire e quindi non comprerò il Galaxy S5 spendendo oltre 200-300 euro in più rispetto sia all’S4 che al Note 3 per avere uno smartphone come tanti.

Inoltre sembrerebbe che Samsung sia già in procinto di presentare il “vero Galaxy S5” cioè quella versione potenziata e con materiali diversi dalla plastica (almeno si spera) ed eccovi servito un altro motivo per attendere ad acquistare il nuovo smartphone.

  • Concordo pienamente. Proprio per questo aspetterò la presentazione di OnePlus One e poi lo comprerò 😀

  • Mike Mone

    condivido pienamente il tuo pensiero