Il Nexus 6 non ha ottenuto il successo sperato e dunque Google insieme a Huawei ha presentato la nuova versione, il Nexus 6P che nel mondo dei phablet deve vedersela con il “phablet per eccellenza” il Samsung Galaxy Note 5 ed in questo articolo andremo a vedere un bel confronto che analizzerà tutti gli aspetti per poter valutare un acquisto importante.

Ecco che se il Nexus 6P è disponibile all’acquisto sul Play Store, almeno in preordine, il Galaxy Note 5 di Samsung tarda ancora ad arrivare nel nostro paese ma che secondo le fonti dell’azienda Sud Coreana dovrebbe arrivare ad inizio 2016 e dunque la sfida sarà alla pari. Ovviamente il plus del Note 5 è la S-Pen che il Nexus 6P non ha e poi il design ed i materiali che sono a favore del Note 5 ma il phablet Sud Coreano sarà davvero il vincitore? Andiamo a scoprirlo in questo articolo.

Design

Il design è la prima caratteristica che risalta all’occhio e dunque i due sono molto diversi poichè il Galaxy Note 5 è tutto di metallo e vetro, mentre il Nexus 6P è in metallo con una scocca unibody molto bella al tatto ed elegante. Entrambi non hanno la batteria removibile e la memoria espandibile, integrano un lettore di impronte digitali, il Note 5 sulla parte frontale nel tasto home, mentre il Nexus 6P lo ha sulla parte posteriore.

Analizzando la parte posteriore troviamo sul Nexus 6P il metallo a farla da padrona con sulla parte superiore una “barra” in vetro che incastona la fotocamera che però è leggermente sporgente e da quello che si legge in rete ha anche alcuni problemi di resistenza. Il Note 5 invece è totalmente in vetro con la solita fotocamera sporgente che non è un bel vedere ma comunque ha un touch and feel incredibilmente figo. Il Note 5 è molto sottile mentre il 6P è leggermente più spesso ed inoltre è anche più grande anche se le dimensioni del display sono le stesse. Il Nexus 6P ha una porta USB Type C mentre il Note 5 la classica microUSB 2.0.

Display

Passiamo all’analisi del display poiché è la prima cosa che risalta agli occhi appena accendiamo il dispositivo con due scelte da parte di Huawei e Samsung molto diverse. Infatti sul Note 5 troviamo un display da 5.7 pollici con risoluzione QHD con densità di pixel pari a 518 ppi e tecnologia Super AMOLED che mostra colori molto saturi ma uno spettacolo per la vista. Sul Nexus 6P troviamo sempre un display da 5.7 pollici sempre AMOLED ma con una gestione dei colori meno spinta del Note 5 che permette di ottenere un’ottima luminosità e leggibilità sotto il sole con colori comunque più naturali. Sebbene il display del Note 5 sia attualmente tra i migliori in commercio, Huawei sul Nexus 6P ha fatto un bel lavoro ed ora i colori non sono più spenti come un tempo ma finalmente anche un Nexus ha un display veramente ottimo.

Prestazioni

nexus 6p vs samsung galaxy note 5 aa (16 of 26)

In termini di prestazioni, entrambi i telefoni hanno un’esperienza utente molto diversa visto che lo Snapdragon del Nexus 6P e l’Exynos del Note 5 hanno prestazioni al top ma molto diverse. Il Note 5 ha una CPU octa-core Exynos 7420 con il processore che ha un clock di 2,1 GHz sostenuto dalla GPU Mali-T760MP8 e beh 4 GB di RAM che fanno girare al meglio anche la pesante interfaccia grafica TouchWiz anche con diverse applicazioni aperte senza lag o rallentamenti di sorta anche se gli aggiornamenti software continuano a migliorare questo dispositivo.

Dall’altra parte troviamo sul Nexus 6P il processore octa-core Qualcomm Snapdragon 810 con clock a 2 GHz sostenuto dalla GPU Adreno 430 e 3 GB di RAM che permettono all’interfaccia stock di Android 6Marshmallow di girare alla perfezione in ogni condizione. Da questo punto di vista forse il Nexus 6P è avanti visto che nell’utilizzo quotidiano non notiamo rallentamenti o altro cosa che non avviene nel Note 5 con qualche blocco anche se sporadico. 3 o 4GB di RAM sono comunque necessari per gestire tutto senza problemi visto che il multi tasking è gestito da entrambi i dispositivi in maniera ottima visto il quantitativo abbondante di memoria.

Hardware

nexus 6p vs samsung galaxy note 5 aa (24 of 26)

A livello hardware troviamo il meglio che si possa sognare su uno smartphone con le CPU Snapdragon ed Exynos più potenti in commercio e grazie all’utilizzo di 3GB nel Nexus 6P e 4GB nel Note 5 di RAM permette di gestire applicazioni pesanti e complesse con estrema fluidità e leggerezza. Il plus del Note 5 è sicuramente rappresentato dall’integrazione della S-Pen che permette di usare tante applicazioni dedicate all’ambiente business con la pennetta integrata, cosa non possibile sul Nexus 6P.

Questa volta Google ha lavorato molto bene sul lettore di impronte digitali, e come già visto sul Nexus 5X, il lettore del Nexus 6P è velocissimo, paragonabile a quello dell’iPhone 6s che è già molto rapido mentre quello del Note 5 ancora ha qualche problema di riconoscimento. Entrambi integrano il chip NFC.

A livello di batteria troviamo una da 3000 mAh sul Note 5 che assicura un’ottima autonomia anche se leggermente inferiore rispetto alle precedenti versioni, ma con la ricarica veloce, anche wirelss, integrata potrete ricaricarla in circa 1 h e 20 minuti (1h e 50 minuti via wireless). Il Nexus 6P ha invece una batteria da 3450 mAh che è davvero formidabile, con un utilizzo non intenso si arriva anche a 2 giorni di utilizzo anche grazie alla modalità Doze di Android 6 Marshmallow che è possibile ricaricare con la ricarica wireless. Gli altoparlanti sono più forti e suonano meglio sul Note 5 mentre si nota un leggero gracchiare sul 6P ad alto volume.

Fotografia

nexus 6p vs samsung galaxy note 5 aa (14 of 26)

Le fotocamere di questi due telefoni sono il meglio che si possa trovare in commercio con quella del Nexus 6P che per la prima volta può competere con i top di gamma come il Note 5. Sebbene la fotocamere del Nexus 6P sia MegaPixel inferiori si dimostra comunque  all’altezza anche grazie alla messa a fuoco automatica a laser e sebbene ancora l’app fotocamera di Android Stock non permetta i controlli manuali offre comunque alcune funzioni come la sfocatura e l’effetto Photo Sphere ed infine con l’HDR che finalmente si comporta bene.

Il Galaxy Note 5 con i suoi 16MP ed ottica stabilizzata offre scatti incredibili anche se troppo saturi e con un rumore eccessivo in caso di scarsa luminosità. Utilizzando la modalità Pro, quella manuale, sarà possibile migliorare tantissimo gli scatti grazie alla possibilità di bilanciare il bianco, scegliere l’ISO corretta e molto altro. L’HDR è fantastico e poi tante sono le funzioni integrate nell’app stock di Samsung.

nexus 6p vs samsung galaxy note 5 aa (11 of 26)

Software

nexus 6p vs samsung galaxy note 5 aa (17 of 26)

Infine a livello software, anche se la base è sempre Android, sul Samsung Galaxy Note 5 troviamo la pesante personalizzazione Samsung con la TouchWiz che abbellisce ma allo stesso tempo appesantisce il dispositivo che lo porta ad avere qualche lag e blocco mentre sul Nexus 6P viene tutto gestito alla grandissima e le nuove animazioni sono davvero belle da vedere e tutto è armonioso anche nei colori.

Tra le app di base ora sul Note 5 sono presenti solo quelle standard mentre quelle personalizzate da Samsung sono liberamente scaricabili dallo store di Samung e dunque meno bloatware nel sistema operativi cosa che oramai sono abituati ad assistere gli utenti Nexus con le sole app essenziali installate.

Tra le varie personalizzazioni Samsung troviamo la possibilità di gestire al meglio il multi tasking con l’interfaccia grafica fluttuante e poi il supporto ai temi che è davvero una cosa fantastica per chi vuole cambiare tutta l’interfaccia grafica in pochi clic, poi troviamo alcune app dedicate alla S-Pen con l’app Air Command, che mostra le principali funzioni disponibili. La funzione Smart Select che taglia semplicemente alcune porzioni del display e molto altro, funzioni che non sono disponibili sul Nexus 6.

Specifiche tecniche a confronto Nexus 6P vs Note 5

Nexus 6P Samsung Galaxy Note 5
Display 5.7 polliciAMOLED display Quad HD resolution, 518 ppi 5.7 pollici Super AMOLED Quad HD resolution, 518 ppi
Processore 2 GHz octa-core Qualcomm Snapdragon 810 – Adreno 430 GPU 2.1 GHz octa-core Exynos 7420 – Mali-T760MP8 GPU
RAM 3 GB 4 GB
Memoria 32/64/128 GB senza espansione 32/64 GB senza espansione
Fotocamera 12 MP posteriore (1.55 micron pixel size, laser auto focus, dual LED flash)
8 MP frontale
16 MP posteriore con OIS e flash LED
5 MP frontale
Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac
Bluetooth 4.1
GPS + GLONASS
NFC
USB 2.0, USB Type-C
Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac
Bluetooth 4.2
GPS + GLONASS
NFC
USB 2.0
Software Android 6.0 Marshmallow Android 5.1.1 Lollipop
Batteria 3,450 mAh 3,000 mAh con ricarica wireless veloce
Dimensioni 159.3 x 77.8 x 7.3 mm per 178 grammi 153.2 x 76.1 x 7.6 mm per 171 grammi

Conclusioni

Insomma due ottimi dispositivi che però hanno alcuni grossi limiti, su tutti il prezzo troppo elevato per entrambi e poi un target di utenti molto diverso, più votato all’ambiente business per il Note 5 ed agli sviluppatori per il Nexus 6P dove però mi sento di lanciare la prima nota positiva per un dispositivo Nexus 6P che per la prima volta riesce a competere sotto tutti i punti di vista rispetto ai top di gamma, vedi display e fotocamera, cosa che fino alle precedenti versioni non era possibile. Speriamo in un calo dei prezzi di qualche decina di euro così da renderli più appetibili, non appena anche il Note 5 sarà disponibile in Italia.

Via