Ecco che Sky passa al contrattacco e lancia la sua nuova piattaforma Sky Q. Durante l’evento che si è tenuto ieri a Londra, Sky ha presentato la rivoluzione delle Pay TV perchè ha riscritto da zero tutto il suo sistema di distribuzione dei contenuti puntando tutto sulle ultime tecnologie in commercio anche per quanto riguarda lo streaming, contenuti in 4K, Airplay e molto altro. Infatti almeno inizialmente solo in Inghilterra, Sky diventerà anche provider Internet, dove sarà in grado di offrire contenuti ad alta risoluzione e che è stato annunciato l’arrivo anche in Italia anche se non sono state annunciate le date.

Tantissime saranno le nuove funzionalità di Sky Q tra qui la possibilità di fruire di tutti i contenuti on demand da TV, smartphone o tablet indifferentemente, mettere in pausa un canale in diretta e riprendere la visione dal tablet alla TV per esempio, salvare i contenuti per vederli in mobilità, vedere fino a 5 contenuti Sky diversi su altrettanti dispositivi, i decoder ed i set top box sono hotspot WiFi per condividere la connessione internet, sarà presente un nuovo telecomando touch, una nuova interfaccia grafica davvero accattivante, supporto 4K, accesso a numerosi servizi di streaming audio e video come Vevo, YouTube e collegamenti via AirPlay e Bluetooth.

Sono stati presentati i nuovi decoder Sky Q Silver e Sky Q con per il primo il supporto ai contenuti 4K ed un hard disk da 2 TB, mentre il secondo ha solo 1TB di memoria e supporto all’Ultra HD. Poi sarà disponibile anche il Sky Q Mini da usare come decoder secondario tramite wireless oppure adattatori powerline dipendendo dal decoder principale. Infine con Sky Q Hub che è un router per gesitre la connettività web sarà possibile connettere tutti i dispositivi come smartphone e tablet con la quale gestire il tutto, anche in mobilità, con l’app Sky Q App.

Sky Q verrà lanciato all’inizio del 2016 in Inghilterra ma al momento non sappiamo né i prezzi né la disponibilità in Italia