PopCorn Time non funziona più in Italia. La procura di Genova ha disposto il sequestro di Popcorn Time nel nostro paese che permetteva la visione ed il download di film in modo illegale. L’azione giudiziale è stata eseguita oggi ed ha reso inaccessibile i portali con estensione .io e .se come la versione beta del programma italiano, raggiungibile all’indirizzo popcorntimeitalia.com.

Dunque almeno legislalmente in Italia, PopCorn Time ha cessato la sua vita e che secondo noi è dettata dallo sbarco imminente di Netflix nel nostro paese entro quealche mese. La forza di PopCorn Time è dovuta al fatto di basare lo streaming sul protocollo peer-to-peer usando BitTorrent che permetteva di aumentare la velocità di fruizione del servizio. Dunque da qualche ora PopCorn Time non è raggiungibile da tutti gli ISP nostrani anche se cambiando i DNS è sempre possibile accedere al servizio. Tramite una lettera su Torrent Freak, il team di PopCorn Time ha dato la colpa ai produttori di film:

Forse è il momento di prendere in considerazione la volontà del popolo e di offrire loro un servizio legale, completo e utile, non importa dove sono nati, invece di cercare di punire le persone meno avvantaggiate che vogliono vedere questi contenuti.

L’azione contro PopCorn Time segue quella già in vigore in Europa e dopo Danimarca, con l’arresto di un paio di persone, ed dalla non approvazione di omologare il servizio sulle rete nazionali di Tel Aviv il che la dice lunga sul blocco che potrebbe avere in un futuro non troppo lontano del servizio.