Ancora una volta Mediaset vince la sua battaglia legale ed ottiene la chiusura totale del noto sito web Rojadirecta. Il provvedimento del tribunale civile Italiano ha ordinato ai vari ISP lo scorso 13 gennaio di bloccare ogni attività come si legge nel comunicato non solo come blocco DNS ma anche a livello IP.

“l’ordine comprenda ogni attività di disabilitazione dell’accesso al sito internet in questione, sia ai DNS (Domain name system), sia agli indirizzi IP (Internet protocol) associati”

Dunque dopo il blocco dei DNS che è sempre facilmente raggirabile con il blocco degli IP si rende necessario cambiare completamente server per raggiungere il sito web e dunque ogni tentativo di accesso sia al nome dell’indirizzo internet che agli IP pubblici poterà alla visualizzazione di un errore di connessione.

Dunque la lotta di Mediaset si fa dura nel chiudere tutte le possibilità di accedere ai servizi di streaming illegale per non vedere le partite della Champions League e della Seria A senza pagare e che sicuramente nelle prossime settimane/mesi continuerà con l’analisi del web scandagliando i numerosi siti web alternativi a Rojadirecta che ancora esistono numerosi portando la lotta alla pirateria come non mai. Ancora un sito chiuso per evitare che i furbetti del quartiere usufruiscano di servizi senza pagare.