Le truffe telefoniche sono sempre dietro l’angolo ma se è proprio il nostro operatore a truffarci, che facciamo? L’articolo prende spunto da un suggerimento di un nostro lettore Paolo, ed in più noi abbiamo approfondito cosa si nasconde dietro le bollette salate di alcuni operatori nazionali.

Se avete ricevuto una strana bolletta con voci strane ma costose ecco che forse è meglio informarsi perchè in alcuni casi gli operatori telefonici, mobili e fissi, fanno i furbetti ed aumentano le tariffe in modo arbitrario aggiungendo servizi non richiesti.

Servizi strani attivati senza il nostro consenso, consumi extra soglia elevati ed il gioco è fatto con la bolletta che raddoppia. Ci viene in aiuto l’AGCOM, l’autorità per le garanzia nelle comunicazioni, che ci inviata di fare richiesta scritta al Corecom e che permetterebbe di ottenere tempi brevi di risoluzioni ed essere anche risarciti dei soldi pagati ingiustamente. Di seguito il modulo da compilare.

https://i2.wp.com/www.ted.it/wp-content/uploads/2016/01/gu.png?w=640

https://i1.wp.com/www.ted.it/wp-content/uploads/2016/01/gu2.png?w=640

Come vedere il modulo da inviare al Corecom prevede una procedura extragiudiziale, gratuita, delle controversie tra utente ed operatori di comunicazioni come servizi di telefonia mobile, fissa, internet, telefonia pubblica ma anche servizi di televisione a pagamento come Sky e Mediaset Premium.

Il tentativo di conciliazione, in sostanza, è una procedura di risoluzione extragiudiziale, gratuita, delle controversie insorte tra utenti e operatori di comunicazioni elettroniche (servizi di telefonia mobile e fissa, operatori internet, telefonia pubblica, servizi di televisione a pagamento) durante la quale l’utente e l’operatore, aiutati da una terza parte (il conciliatore), tentano di trovare una soluzione condivisa alla controversia.

Dunque il Corecom si occuperà di mediare tra le due parti al fine di ottenere la propria ragione in breve tempo. Qui trovate le sedi regionali del Corecom divisa per regioni e nella sezione Conciliazioni trovate il modulo da scaricare.

Una volta inviato il modulo compilato dovrete inviare tutto via mail o tramite consegna a mano e poi verrete contattati via raccomandata per l’udienza di conciliazione che si svolgerà prezzo le sedi del Consiglio Regionale di appartenenza. I tempi sono brevi perché dopo 5 giorni il Corecom vuole una risposta dal gestore telefonico e dopo 10 la conciliazione. Dunque a conti fatti grazie al Corecom in un mesetto potrete riavere i vostri soldi.

Via