Alla fine sembra che questo matrimonio si farà. Parliamo della fusione tra gli operatori Wind e 3 Italia con il valzer delle smentite e conferme sulla possibile unione dei due grandi operatori nostrani che si rincorrono ormai da quasi 2 anni.

Questa volta però sembrerebbe che l’accordo tra Hutchison Whampoa e VimpelCom, controllanti di 3 Italia e Wind, sia in dirittura d’arrivo con la definizione di alcuni dettagli. Almeno quanto è emerso da Bloomberg che ha pubblicato l’indiscrezione e che ha svelato ulteriori dettagli.

Infatti sembrerebbe che la fusione potrebbe avvenire nel mese di Agosto 2015 con la nuova società che dovrebbe essere guidata da Maximo Ibarra, attuale CEO di Wind mentre a Vincenzo Novari, che guida 3 Italia, che avrebbe un posto nel consiglio di amministrazione.

Al momento restano da definire alcuni dettagli organizzativi ed il limite dei 3 mesi sembra quello giusto per arrivare alla conclusione dell’affare. Se i due operatori dovessero unirsi nascerebbe un nuovo operatore da circa 30 milioni di utenti in Italia e ben 6,4 miliardi di euro di ricavi posizionandosi sopra i giganti come Telecom Italia e Vodafone.