Abbiamo da poco acquistato uno smartphone di una nota azienda cinese per recensirlo per voi e siccome sono scrupoloso nell’analisi della scheda tecnica ho anche controllato le bande di frequenza che sono supportati dal dispositivo in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Infatti visti i molti dispositivi cinesi venduti ad ottimi prezzi con caratteristiche degne di nota, tra le tante cose a cui dovete fare attenzione è anche l’utilizzo delle bande in modo da poterlo usare tranquillamente nel vostro paese. Con l’avvento della nuova rete LTE ad esempio sono comparse nuove frequenze come la 800 e la 2600 MHz e non tutti gli smartphone sono supportati ed in questo articolo andremo a vedere quali frequenze usano gli operatori nazionali.

Dunque le frequenze usate nel nostro paese sono 800, 900, 1800, 2100 e 2600 MHz anche se quella da 900 MHz non è usata e quindi dovete vedere se il vostro dispositivo supporta queste reti. Ad esempio con uno smartphone comprato in Cina potrebbe non avere la banda di frequenza 1800 MHz né la 2600 MHz e dunque una SIM Wind non utilizzerà il 4G LTE. In alcuni casi si nota uno switch su rete 3G oppure un consumo anomalo della batteria e dunque dovete fare attenzione a ciò che comprate.

Frequenze utilizzate dagli operatori Italiani.

  • TIM 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz
  • Vodafone 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz
  • Wind 800 MHz, 2600 MHz
  • 3 Italia 1800 MHz, 2600 MHz

Dunque fate bene a vedere la scheda tecnica del dispositivo che volete acquistare facendo attenzione alle voci Network, LTE, LTE Bands o in alcuni cari Net o NW e simili per vedere se il vostro operatore supporta quelle reti e dunque stare sicuri sia in Italia che all’estero avendo la compatibilità richiesta dal vostro operatore.

Dunque come nell’immagine qui sopra che riprende le bande utilizzate dal LeTV 1S potete notare come non utilizzi la banda da 800 MHz per la rete 4G che è usata da Wind per la rete veloce e dunque se utilizzate Wind su quel tipo di smartphone non potrete usare la sua rete 4G LTE.