https://i2.wp.com/www.articolo21.org/wp-content/uploads/2012/07/rai-sky.jpg?w=640

L’intero palinsesto della RAI potrebbe essere trasmesso su SKY in chiaro dal prossimo anno. Questa è la super notizia trapelata in rete che mirerebbe a risolvere una lunga vertenza con SKY che si prolunga dal 2009.

L’accordo prevederebbe la trasmissione di tutta la programmazione gratis per il primo anno in chiaro su Sky e poi un canone ancora da stabilire. Questo permetterebbe a SKY di trasmettere anche tutte le partite della nazione sulla sua piattaforma.

Il tutto per evitare la causa civile che prevede il pagamento di oltre 100 milioni di euro a SKY perchè nel 2009 la RAI, governata da Masi, rifiutò 350 milioni di euro per trasmettere i programmi della TV pubblica sulla piattaforma satellitare di SKY in favore della piattaforma satellitare TivuSat che coinvolgeva Rai, Mediaset, La7 e altre emittenti.

Proprio per evitare la multa, l’AGCOM, l’11 Marzo scorso, avrebbe offerto alla RAI questo accordo in modo da non fas uscire di tasca propria, e quindi a noi cittadini, il pagamento di quei 100 milioni di euro dovuti ad uno sbaglio ai piani alti della RAI.

Dopo questo accordo, potremo vedere i canali RAI trasmessi in chiaro su piattaforma SKY già dal 2016 con la possibilità di poterli vedere per sempre previo pagamento da parte di SKY di un “abbonamento”.