Videogiochi violenti: Grand Theft Auto IV di nuovo nell’occhio del ciclone

Un bambino di 8 anni gioca a Grand Theft Auto IV e uccide la nonna. Ma è davvero colpa del videogioco?

Videogiochi violenti: Grand Theft Auto IV di nuovo nell'occhio del ciclone della disinformazione

Ecco una notizia che non si sentiva da un pò di tempo, ma che sarebbe meglio non sentire mai.

Negli USA un bambino di 8 anni ha ucciso la nonna con un colpo di pistola. A quanto pare, avrebbe compiuto volutamente l’omicidio dopo aver giocato al gioco GTA IV. Colpa del gioco? O di chi non ha vigilato sul bimbo, che non sarebbe mai dovuto entrare in possesso di quel gioco?

Secondo alcune fonti lo sceriffo di Slaughter (in inglese mattatoio) ha riportato le seguenti parole:

“Sebbene i motivi del gesto siano ignoti al momento, pochi minuti prima dell’omicidio stava giocando alla Playstation con il videogame Grand Theft Auto IV, un gioco realistico che e’ stato associato all’incoraggiamento di comportamenti violenti e che fa vincere punti ai giocatori che uccidono persone”.

Ovviamente non possiamo dare la colpa a GTA per l’accaduto. E’ vero, sicuramente questo gioco è violento, ma:

  • il bambino non avrebbe dovuto giocarci, visto che GTA negli USA è vietato ai minori di 17 anni. Chi glielo ha regalato?
  • come è possibile che un bambino abbia libero accesso a una pistola mentre è lasciato da solo in casa con la nonna?
  • come si può lasciare una pistola in giro per casa in modo che il bambino la prenda facilmente?
  • il problema, forse, non è la facilità con cui negli USA si comprano, vendono e trovano armi cariche e pronte a fare fuoco? E’ facile dare la colpa ai videgiochi, ma perchè nessuno pensa alla facilità con cui negli USA chiunque può comprare un’arma da fuoco?

Come potete notare, è facile colpevolizzare il videogioco in casi come questo, giusto per trovare un capro espiatorio, ma le domande da porsi sono altre. Inoltre, inizialmente pare che il bambino abbia affermato di aver sparato alla nonna per errore, quindi probabilmente la storia dell’omicidio volontario è una montatura.

Tutto questo, però, capita a fagiolo, giusto in tempo per il lancio mondiale di GTA 5, che nel frattempo fa un pò parlare di sé e attira l’attenzione di tutti i media mondiali. Sicuri che sia una semplice coincidenza? E se fosse tutta una montatura pubblicitaria ben orchestrata per il lancio di GTA 5?

Ovviamente la nostra redazione si unisce al cordoglio della famiglia che ha purtroppo subito questa enorme tragedia, ma senza dubbio non si può dare la colpa di tutto questo a un videogame. 

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!