Novità di Google Chrome 45: aumenta l’autonomia dei portatili e riduce il consumo di memoria. Google Chrome migliora la gestione della memoria RAM

Google Chrome 45 è ricco di tante novità che riducono i consumi energetici e migliorano la gestione della memoria RAM.

Chrome 45

Google Chrome migliora la gestione della memoria RAM e della batteria

Grandi novità arrivano per il browser internet Google Chrome. Finalmente, infatti, con l’arrivo della versione 45, Google Chrome va a migliorare due aspetti che da sempre hanno creato problemi agli utenti: eccessivo consumo di RAM e eccessivo consumo della batteria sui dispositivi portatili.

Con l’arrivo di Chrome 45, infatti, Google ha promesso che il suo browser internet va a migliorare la gestione della RAM e della batteria, con grande gioia degli utenti!

Chrome diventa meno avido di RAM (finalmente!)

Con il rilascio di Chrome 45, infatti, il colosso di Mountain View ha deciso di mettere il suo browser “a dieta” riducendone drasticamente il fabbisogno di memoria e ottimizzando il suo sistema di gestione delle schede.

Inutile negarlo: Chrome è un ottimo browser internet, probabilmente il migliore in assoluto, ma è anche stato sempre avido di risorse, RAM e batteria. Gli sviluppatori di Google lo sanno bene e da mesi stanno lavorando per risolvere il problema. Finalmente, però, sembra che sia stata trovata la soluzione: Chrome 45, infatti, va a ridurre l’impiego di memoria e i consumi della batteria. Insomma, c’è sicuramente un occhio di riguardo nei confronti del mobile, ma penso che tutti gli utenti siano ben felici di accogliere queste importanti novità per Google Chrome. 

La novità è stata annunciata da Google direttamente sul blog ufficiale di Chrome, dove si fa riferimento anche all’opzione che consente di continuare a navigare sui siti della precedente sessione quando si riavvia l’applicazione.

Ma come fa Chrome 45 a consumare meno memoria RAM?

Adesso Chrome gestisce in maniera intelligente i tab aperti: dà priorità a quelli visualizzati più di recente e ferma automaticamente il caricamento di quelli ritenuti meno importanti. Questo, detto in soldoni, significa che dopo la chiusura del browser le schede più “importanti” vengono caricate per prime e quelle meno importanti per ultime.

Un’altra tecnica per risparmiare memoria interviene quando una pagina Web non è impegnata con altre attività. Quel tempo a disposizione viene sfruttato per liberare lo spazio RAM da ciò che è vecchio. In pratica si stima che questa operazione possa ridurre mediamente l’uso della memoria del 10% e in presenza di servizi complessi, come ad esempio Gmail, raggiungere anche il 25%.

E per quanto riguarda la batteria?

Sul fronte consumi, bisogna rilevare che l’auto-pausa dei contenuti Flash, non fondamentali per un sito, consente a seconda dei sistemi operativi di aumentare l’autonomia di circa il 15%

Ecco un video che mostra i miglioramenti di Google Chrome 45 per quanto riguarda il consumo di memoria. Alcune prove effettuate su Gmail hanno certificato un risparmio di addirittura il 25% nella gestione della RAM rispetto a Chrome 43. Guardate il video qui sotto per capire meglio a cosa ci riferiamo.

Insomma, Chrome 45 porta con sé tantissime novità. Chrome 45 è già disponibile nel canale delle release stabili di Chrome. Potete scaricarlo e utilizzarlo sin da subito.

Se questa pagina di YourLifeUpdated.net ti è piaciuta e ti è stata d’aiuto, non perdere tempo, condividila sui social network! Clicca "Mi Piace" sulla pagina ufficiale di YourLifeUpdated su Facebook, seguici su Twitter Google+ per ricevere tante informazioni e consigli utili!