Dopo essere stato il re incontrastato per decine di anni, Firefox è in lento declino, per via delle numerose funzioni offerte dal suo più diretto rivale Chrome e con la nuova versione del browser Edge di mamma Microsoft che è pronto a dare battaglia per il dominio dei browser per navigare sul web. Ecco che proprio per adeguarsi al cambiamento, Firefox nelle prossime versioni cambierà radicalmente il suo modo di gestire non solo le estensioni ma anche i processi.

Il primo passo sarà di andare a modificare le decine di migliaia di estensioni disponibili per Firefox e renderle compatibili con Google Chrome in modo da avere le cosiddette estensioni universali utilizzando quelle della piattaforma WebExtension che in pratica porteranno ad add-on identici a quelli di Chrome, Opera Browser e Microsoft Edge.

La versione 43 sarà quella del cambiamento radicale poichè sarà introdotta anche la funzione che permetterà di ottenere processi separati per ogni scheda ed estensione ed un sistema di sandboxing analogo a quello di Chrome, Safari e altri browser.

Insomma il 2016 sarà l’anno del grande rilancio di Firefox e sono sicuro che ne vedremo delle belle perchè sono stufo di dover utilizzare in pratica 3 browser per venire incontro alle mie esigenze visto che solo 2 anni fa, Firefox era il browser secondo me perfetto mentre ora Chrome è molto avanti in termini di velocità e stabilità.