La fine di un’era gloriosa per il browser Opera. Infatti sembrerebbe cosa certa la vendita per 1,2 miliardi di dollari ad un consorzio Cinese che acquisterebbe il 100% della proprietà di Opera Software.

Al momento l’operazione è stata presa con benevolenza dal gruppo di Opera Software per immettere nuova liquidità in cassa visto il dissesto finanziario. La cessione dovrebbe avvenire in tempi brevi visto il forte interesse della cordata cinese e speriamo che il mercato dei browser subisca uno scossone visto che ormai Chrome spopola ovunque, mentre Firefox arranca ed Internet Explorer/Edge sta cercando il recupero con gli altri che sono alla finestra.

Dunque questi nuovi investitori dovrebbero portare nuova linfa vitale nello sviluppo di un nuovo browser anche se il nome di opera è stato un nome importante nella storia recente dei browser da dove sono partite molte innovazioni come la navigazione a schede, i gruppi, i profili ed il supporto alle estensioni e speriamo che tutto ciò non si traduca in pubblicità o tracciamento “non voluto” nella navigazione in pieno stile Cinese.

Da quello che sappiamo la proposta di acquisto è giunta da un consorzio cinese a cui fanno parte anche Kunlun e Qihoo e che ha offerto 1,2 miliardi di dollari che però rappresentano solo il 53% rispetto alla quotazione attuale ma viste le condizioni dell’azienda la trattativa potrebbe in tempi brevi vista l’approvazione da parte del gruppo di Opera Software.