Avere l’accesso ad Internet ormai è fondamentale non solo per tenersi aggiornato ma anche per comunicare più facilmente. Sebbene la comune ADSL sia diffusissima in tutto il territorio molte zone sperdute d’Italia come le zone in montagna ed in campagne lontano dalla città è difficile o impossibile avere una connessione ad internet. Il WiMax doveva cambiare le carte in tavola ma non c’è stata la diffusione sperata e dunque in molti optano per essere connessi la mondo della rete una nuova alternativa, Internet attraverso la parabola.

Infatti niente più scavi o lavori improponibili per portare la classica linea via cavo in zone lontane e disagiate, ma una semplice antenna, una piccola parabola messa sul tetto della nostra baita in montagna o in campagna, e potremo ricevere la connettività internet necessaria. Ecco che anche il Garante per le Comunicazioni, l’AgCom, vuole spingere verso questa tecnologia mettendo sul tavolo un pacchetto di frequenze nella banda compresa tra i 3600 e i 3800 megahertz in modo da offrire una corsia preferenziale per questo tipo di comunicazione.

Le frequenze, saranno vendute all’asta e anche in un concorso per “titoli”, potrebbero portare alla copertura totale del nostro paese per quanto riguarda la connettività internet che dovrebbero assicurare una velocità paragonabili alle attuali ADSL domestiche più spinte oltre che una stabilità di segnale senza precedente anche in condizioni atmosferiche non eccellenti. Il progetto denominato fixed wireless porterebbe alla spartizione dei lotti delle frequenze necessarie per agevolare la diffusione di Internet attraverso la parabola a costi competitivi, velocità ottime e poche interferenze.