McAfee Labs di Intel Security Group, società che si occupa di sicurezza, ha reso disponibile un report The Hidden Data Economy (cliccate per accedere al relativo file PDF) che mette nero su bianco alcuni aspetti del cybercrime con al centro la vendita occulta dei nostri dati digitali. Ecco che in rete c’è chi corre per rubare i nostri dati pubblicati online e non solo i nostri dati anagrafici ma spesso e volentieri troviamo carte di credito, credenziali di accesso agli account bancari, user e password di servizi a pagamento online, ma anche i dati per accedere alle reti aziendali e molto altro.

Sul mercato nero, questo tipo di dati costa diversi dollari in base ai dati che si vuole ottenere. Ed esempio:

  • 1 Dollaro per un account di video streaming
  • 7,50 Dollari per servizi di streaming premium via cavo
  • 15 Dollari per lo sport in streaming

Dunque il quadro che emerge dal report di McAfee Labs riporta solo la punta dell’iceberg poichè esistono diversi metodi per prendere dati altrui ed è altrettanto facile trovarli sul web.  Inoltre nel corso degli anni l’eco sistema del cybercrime si è rapidamente evoluto per offrire servizi e strumenti a chiunque voglia intraprendere la strada del cybercriminale che ruba dati. Questo report mira anche a far accendere la spia rossa in tutte le aziende che nel corso degli ultimi anni hanno subito attacchi informatici dove sono stati rubati dati sensibili degli utenti, che comunque in un qualche modo hanno un valore. E mi raccomando non usate password semplici, come password, 12345 o qwerty, e magari attivate la sicurezza in due passaggi per stare sicuri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here