Può una foto mandare in Tilt Facebook? Lo strano caso della foto di Toto Cutugno

Facebook Toto Cutugno

Nelle ultime settimane avrete sentiti parlare o visto girare su Facebook la pagina che promuove “La stessa foto di Toto Cutugno ogni giorno“. Dovete sapere che quella pagina fa parte di un esperimento che sta conducendo l’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia (Iuss) e che sta coinvolgendo anche  alcune università come la Cornell University.

L‘Iuss, grazie ai suoi 7 ricercatori, hanno creato la pagina ad Agosto 2014, ed ogni 24 ore viene pubblicata la stessa immagine, quella appunto di Toto Cutugno. Questo fa parte di un particolare studio che però è riuscita a mandare in tilt l’algoritmo di Facebook visto che ad oggi sono migliaia le condivisioni, i like ed i commenti.

Se le altre pagine vengono mostrati solo i post di successo, per quanto riguarda la pagina di Toto Cutugno, tutti i messaggi mantengono un certo grado di interazione e per questo Facebook li mostra di continuo. Dunque su Facebook il post viene mostrato di continuo visto che appare ciclicamente nella newsfeed di facebook tanto da attirare i like ed i commenti da parte degli utenti.

Alessandro Bessi e i suoi colleghi della Iuss di Pavia hanno appurato, che la pagina di Toto, confrontata con altre 73 fanpage, hanno un’iterazione selettiva, mentre quella di Toto va controcorrente e non differenzia i commenti mostrandoli sempre nello stesso ordine. Sarebbe proprio questo effetto gaussiano la causa del tilt dell’algoritmo di Facebook che per colpa di un fan di Toto Cutugno potrebbe aver perso tutto il suo potere persuasivo.

Lo studio dell’iuss, dunque non ha portato ad un hackeraggio dell’algoritmo di Facebook, ma ne ha semplicemente messo in dubbio le sue funzionalità della diffusione delle informazioni sui social media e vedere come queste diventano eventualmente virali, cercando di stabilire quali sono i fattori determinati per la viralità.