Siti web in lingua straniera? Puntate su Cinese, Russo e Brasiliano

State pensando di espandere la vostra utenza iniziando a scrivere in una lingua diversa dall’Italiano? Puntate su Cinese, Russo e Brasiliano che saranno le lingue del futuro.

Ormai creare un sito web è facilissimo. Utilizzando una delle varie piattaforme di CMS come WordPress, Joomla o Drupal è facile creare un sito web ma se volete espandere il vostro ragio di azione dovrete scrivere articoli e creare contenuti in lingue diverse.

Se l’inglese è sempre stata la lingua più diffusa, nel corso dei prossimi decenni, causa la brexit e la continua crescita di paesi emergenti, dovrete adeguarvi e scrivere contenuti in lingue come il Cinese, il Russo ed il Brasiliano.

https://i0.wp.com/www.evemilano.com/wp-content/uploads/2015/03/multilingua-580x580.png?resize=580%2C580&ssl=1

Questo è quanto è emerso dallo studio di T-Index che ha stilato la classifica dei 195 paesi e le lingue come sono diffuse in tutto il mondo. I risultati vedono una proiezione nel 2020 vedono Inglese (33.1%), Cinese (12.8%) e Spagnolo (8.4%) ma con una costante crescita del Cinese, del Brasiliano che aumenterà di un punto percentuale per ogni anno ed appunto il Russo.

Infatti se nel 2016 il 50% del potere d’acquisto online è dominato da sole due lingue, nel 2020 saranno tre. Ovviamente al comando della classifica ci sono sempre gli Stati Uniti con quasi il 30% con più di 278 milioni di utenti internet che spendono in media 41.217 dollari, ma nel 2020 la Cina sarà al 12.7% contro il 20,6% degli USA.

https://i0.wp.com/image.prntscr.com/image/a4f5049a387d45a0895a899f80ac9435.png?resize=640%2C586

Il Brasile e la Russia guadagneranno punti percentuali in maniera costante attestandosi nelle prime posizioni nel 2020 con Germania, Francia e Regno Unito che invece vedranno perdere quote importanti.

E’ bene precisare che questi dati sono solo la proiezione delle lingue più diffuse che accedono ad internet ma che faranno girare sempre di più l’economia grazie all’e-commerce.