Windows 10 a breve festeggerà un anno dalla sua prima distribuzione ufficiale al pubblico. Era il 29 Luglio 2015 e Microsoft cambiava le carte in tavola, offrendo gratuitamente una licenza a tutti i possessori di una licenza ufficiale di Windows 7 o Windows 8 ma solo per il primo anno di vita di Windows 10.

Bene, il primo anno scadrà proprio il 29 Luglio 2016 e dopo aver distrutto tutti i record di distribuzione, con oltre 300 milioni di dispositivi aggiornati in meno di un anno anche grazie alla gratuità dell’aggiornamento, ora però Microsoft dopo il 29 Luglio chiederà un pagamento della licenza.

Infatti chi non aggiornerà il suo Windows 7, Windows 8 o Windows 8.1 a Windows 10 entro il 29 Luglio, dal 30 Luglio 2016 dovrà pagare 149 euro per la versione Windows 10 Home.

Dunque il primo anno è terminato e sarà necessario pagare per avere una licenza di Windows 10 a meno che non aggiornate il vostro computer a Windows 10 in modo da inserire il seriale di Windows 7 o Windows 8/8.1 nei sistemi di Microsoft e poi potete fare il downgrade al vostro Windows in moda da ottenere almeno la licenza gratis.

Usiamo Windows 10 da oltre un anno e ci sentiamo di promuoverlo alla grande, è il mix perfetto tra innovazione e stabilità, prendendo la stabilità di Windows 7 e tante nuove funzioni, migliorate, di Windows 8/8.1 e dunque il nostro consiglio è di aggiornare il prima possibile per ottenere un sistema operativo, stabile, veloce ed aggiornato.