La partizione riservata per il sistema è stata introdotta con Windows 7 ed ha una dimensione di 100, 200 o 350 MB nel caso di Windows 8 che è necessaria all’avvio di Windows che contiene i file di avvio di Windows. In questa partizione sono salvati il boot manager di Windows ed i dati gestiti in fase di avvio. Il boot manager (bootmgr) legge i dati BCD (Boot Configuration Data) necessari affinchè il PC si avvii correttamente. Ecco la descrizione della partizione che troviamo sul sito di Windows:

La partizione riservata per il sistema è di fatto una “partizione primaria”: le specifiche del MBR non consentono di avere, su uno stesso disco, più di quattro partizioni primarie. Windows XP, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8 debbono essere necessariamente installati su di una partizione primaria resa attiva ed avviabile. Le distribuzioni Linux, viceversa, possono essere avviate anche da partizioni logiche, create all’interno di partizioni estese. All’interno di una partizione estesa è possibile inserire fino a 64 partizioni logiche.

Se volete creare la Partizione di Sistema di Windows dovete effettuare il BOOT da DVD o da chiavetta USB di Windows 7 ed una volta fermi sulla schermata seguente dovete digitare sulla tastiera i tasti MAIUSC+F10 che aprirà il prompt dei comandi.

Da questa schermata dovrete digitare in sequenza i seguenti comandi

  • diskpart
  • select disk 0
  • create partition primary
  • exit
  • exit

In questo modo potrete creare la partizione di sistema ad esempio su un hard disk esterno e quindi potrete proseguire l’installazione di Windows 7 su un disco diverso da quello in uso certi che la partizione riservata non verrà creata.