In attesa che Windows 10 ci restituisca il mitico tasto Start, cerchiamo di sfruttare al meglio la schermata di Windows 8 nata per rimpiazzarlo. È uno strumento poco sfruttato ma, se non abbiamo alternative, vale la pena imparare a conoscerlo

windows 8

Windows 8 è stato progettato e sviluppato con uno scopo ben preciso: fare riguadagnare a Microsoft il tempo perduto nel mercato mobile e confrontarsi con iOS e Android. Per farlo ha realizzato un sistema operativo che, almeno nell’intento, doveva riunire in unico ambiente tutti e tre i mondi: PC, smartphone e tablet. A prescindere se l’operazione abbia funzionato o meno, è certo che il risultato abbia suscitato non poche perplessità negli utenti di computer desktop. Al centro di questo progetto troviamo proprio la schermata Start che si configura come il ponte tra il vecchio desktop e la nuova interfaccia Modem. Il problema è che questa è così invasiva che si è portati a confonderla con l’intero sistema operativo. Appena accendiamo il computer
ce la ritroviamo davanti, pronta a nasconderci il desktop e tutte le nostre consuetudini. Ed è un vero peccato perché Windows 8 è uno dei migliori sistemi operativi di Microsoft: si avvia e si spegne in pochi secondi, la scrivania è come l’abbiamo sempre conosciuta, i programmi funzionano meglio che su Windows 7 in quando il sistema richiede meno risorse, e contiene numerosi miglioramenti. Ma manca il tasto Start, quel tastino in basso a sinistra che ci metteva a disposizione tutti i programmi installati e che. dopo due anni di polemiche, sarà reintrodotto in Windows 10. In realtà il tasto Start è stato sostituito proprio dalla schermata Start che, se utilizzata corretta-mente, può essere una soluzione addirittura migliore rispetto a come eravamo abituati a lavorare con le precedenti versioni di Win-
dows. Dopo aver letto questo articolo, qualcuno potrebbe addirittura essere dispiaciuto che nella prossima release di Windows venga reintrodotto il tasto Start com’era prima.

Partiamo dal desktop

Per iniziare ad apprezzare la schermata Start dobbiamo prima di tutto renderla meno invadente e quindi disponibile “solo” quando ne abbiamo davvero bisogno. Microsoft ha voluto mettere questa opzione in una posizione un po’ nascosta per spingerci a familiarizzare con l’interfaccia Modern e a usare le app di Windows 8, ma possiamo abilitarla facilmente. Andiamo sul desktop, facciamo clic con lizza. Nella finestra che appare selezioniamo la scheda Esplorazione e. alla voce Schermata Start, mettiamo un segno di spunta alla prima casella Mostra il desktop invece della schermata Start all’accesso o alla chiusura di tutte le app in una schermata. Facciamo clic su Applica. Al successivo avvio di Windows ci troveremo automaticamente sul desktop.

Start uguale a… Start

Ora però si pone l’annoso problema: dove sono tutti i miei programmi? Come faccio ad avviare un’applicazione installata? È arrivato il momento di impostare la schermata Start come piace a noi in modo che funzioni esattamente come il vecchio tasto Start. Per richiamarla, facciamo clic sul logo di Windows in basso a sinistra (vi dice qualcosa?). Inizialmente, la schermata ci presenta una serie di tessere ordinate apparentemente a caso e molte di queste di pochissimo interesse mentre, con molta probabilità, mancheranno quelle dei nostri programmi preferiti. Iniziamo a fare pulizia. Facciamo un clic destro sulla prima tessera che vogliamo eliminare, quindi su Rimuovi da Start. La tessera scompare ma l’applicazione, o app, è ancora installata nel computer. Dopo aver eliminato tutte le tessere inutili iniziamo a popolare la schermata di quelle relative
alle nostre applicazioni preferite. Facciamo clic sulla freccina nera rivolta verso il basso per giungere alla schermata Tutte le app. Qui troviamo tutti i programmi e le app di Windows 8 installate nel computer. Scorriamo l’elenco per trovare la prima applicazione che vogliamo far apparire nella schermata Start, quindi facciamo un clic destro e selezioniamo la voce Aggiungi a Start. Ripetiamo l’operazione per tutte le applicazioni che ci interessano.

Gruppi intelligenti

Ora dalla schermata Start possiamo lanciare le nostre applicazioni preferite. Le tessere appaiono però ancora in modo disordinato, divise in gruppi disomogenei senza alcuna logica. Facciamo quindi ordine, mettendo insieme le tessere in base al nostro criterio preferito. Ad esempio possiamo raggruppare tra di loro le applicazioni relative alla produttività, Internet, audio video e giochi. Non dobbiamo fare altro che trascinare le icone nella loro nuova posizione. Per creare un nuovo gruppo basta trascinare la tessera a lato di un gruppo esistente, sopra la barra grigia che appare. Non dimentichiamoci che le tessere possono essere di quattro diversi formati in modo da dare un aspetto più personale alla nostra schermata e allo stesso
tempo differenziarle per importanza: Grande, Largo, Medio e Piccolo. Per sperimentare le varie possibilità facciamo ancora un clic destro sulla tessera e scegliamo Ridimensiona. Una volta creati i gruppi di tessere non ci resta che dargli un nome. Facciamo un clic destro in un punto vuoto della schermata, quindi clicchiamo su Assegna nome ai gruppi. I programmi utilizzati più frequentemente possono anche essere inseriti direttamente nella barra delle applicazioni sul desktop. Non dobbiamo fare altro che un clic destro sulla tessera e selezionare la voce Aggiungi alla barra delle applicazioni.

Ricerca veloce

Windows 8 ha introdotto anche un sistema di ricerca semplice e veloce proprio nella schermata Start. Funziona sia per la ricerca di file e cartelle, sia di programmi e impostazioni del computer, sia come strumento di ricerca sul web. Facciamo l’esempio più classico del Pannello di controllo. Difficilmente vorremo tenere la sua tessera nella schermata Start ma, allo stesso tempo, quando serve non abbiamo voglia di perdere ore a cercarlo. Andiamo nella
schermata Start e, senza bisogno di puntare il mouse in un punto particolare, digitiamo ‘pannello di controllo’. Immediatamente appare la barra delle ricerche, a destra dello schermo, con i risultati ordinati per importanza. In questo caso, quello che c’interessa è il primo risultato. Facciamo clic su di esso per avviare lo strumento. Una volta presa l’abitudine, scopriremo che fare ricerche tramite la schermata Start è la cosa più facile e veloce mai provata fino ad ora.