Windows Xp non deve morire, parola di Avast

Microsoft ha deciso che Windows Xp tra circa 20 giorni non riceverà più aggiornamenti e secondo molti questo è un errore. Vuoi perchè ancora sul 30 % dei PC è installato Windows Xp ma anche perchè molti di questi PC sono destinati ad aziende e il tasto dolente dei Bancomat di tutte le Banche del mondo che utilizzando ancora Windows Xp per funzionare.

Quindi tra 20 giorni il rischio di un’invasione di malware è molto elevato e secondo Ondrej Vlcek, COO di Avast sarà un vero errore abbandonare Windows XP.

Quindi sarà molto probabile che gli hacker di tutto il mondo si accaniscano verso i PC con Windows Xp e dal 9 aprile 2014 inizierà quindi la caccia ai computer non aggiornati da parte dei cybercriminali che cercheranno di sfruttare le vulnerabilità per rubare informazioni sensibili come password, numeri carte di credito, ecc.

Quindi circa il 30 % dei PC presenti in tutto il mondo saranno esposti a minacce e diventeranno un facile bersaglio degli hacker come il 95% degli ATM di tutto il mondo esegue ancora Windows XP. Mentre il COO di Avast ci informa che il loro Antivirus supporterà Windows XP per altri tre anni tramite lo sviluppo di moduli di protezione ad hoc per bloccare i malware creati per sfruttare le vulnerabilità che non verranno più risolte tramite patch. Le recenti edizioni 2014 degli antivirus sono state ottimizzate per funzionare su vecchi PC con Windows XP.