Aggiornamento applicazioni Android peseranno il 65% in meno

Google è a lavoro per alleggerire il peso dell’aggiornamento della applicazioni con un risparmio del 65%. Ecco come funziona.

Fino al 2012 per aggiornare un’app Android era necessario scaricare l’intero APK, poi fu introdotto il download incrementale scaricando solo la sezione di codice modifica mentre adesso, Big G è a lavoro, per migliorare ulteriormente il processo di aggiornamento della app utilizzando il metodo File-by-File Patching. Con questo metodo si potrà ridurre il peso di  aggiornamento di un’app fino al 65%.

https://fscl01.fonpit.de/userfiles/6473479/image/xperia_z3_plus_vs_galaxy_s6/androidpit-google-play-store-hero-1-w782.jpg

Il meccanismo è semplice ed in pratica, siccome il file APK non è altro che un archivio compresso con Deflate, tramite il File-by-File Patching va ad identificare il codice modificato confrontando il file APK della versione installata e con quella dell’aggiornamento e trova le differenze all’archivio non compresso, effettua una compressione e fornisce l’update del solo aggiornamento in modo da ridurre il peso in media del 65%, ma ad esempio con Netflix che vedete nella tabella seguente fino al 92%.

http://image.prntscr.com/image/6a81d92cf12041678d9ad2f6c5913ba8.jpeg

Tutto questo dovrebbe ridurre di oltre il 65% gli aggiornamenti dal Google Play Store con un consumo di dati considerevole rispetto ad adesso. Dunque ancora un ottimo lavoro di Google che sta puntando a migliorare il suo negozio delle app a tutto campo sia in qualità che in servizi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here