Alcune curiosità di Android P che forse non sapete

0

Google durante l’I/O di ieri ha aggiornato nuovamente Android P andando a presentare diverse novità. Abbiamo selezionato le novità più interessanti che forse non sapete

Android P: Alcune curiosità

Al Google I/O 2018 è stato presentato ufficialmente Android P, ed ora è possibile installare e provare la prima release Beta di Android 9.0 P. La prima versione Beta è molto stabile e come al solito sono tantissime le funzioni disponibili e che sono state introdotte da Google che abbiamo descritto nel nostro articolo dedicato.

LEGGI ANCHE: Tutte Le Novità Di Android P In Un Solo Articoloù

Sono però talmente tante le novità, piccole e grandi, della nuova versione di Android, che non viene rivoluzionata rispetto ad Android O ma viene migliorata nei punti giusti, quelli richiesti dagli utenti.

Se però non avete voglia di leggere il nostro super articolo su Android P e tutte le sue novità, ecco che abbiamo cercato di riassumere le principali novità e delle curiosità che forse non sapete.

Tutte le curiosità di Android P

  • Data di uscita Android P uscirà in Autunno da Novembre 2018
  • Intelligenza Artificiale E’ ovunque dalla gestione della luminosità automatica alle App Action e molto altro
  • Actions Gesture ed azioni per tutti. Google ha introdotto una serie infinita di azioni preimpostate
  • Gesture Anche Google introduce tantissime nuove gesture di cui diverse riprese da iPhone X
  • La Nav Bar rinasce. Personalizzabile, si abbina al colore dell’app e funzionale
  • Batteria Grazie alla Batteria adattiva (Sempre comandato dall’AI), tutto funziona in maniera armoniosa per allungare la durata della batteria, dalla luminosità adattiva, e con il Reduced power mode permette di ottimizzare la carica della batteria
  • Aggiunto il supporto nativo al profilo HDR VP9 Profile 2 con la possibilità di riprodurre contenuti HDR su YouTube, Play Movies e altre fonti
  • Supporto completo al formato HEIF
  • Potete scaricare il file APK della nuova app Google News che viene completamente stravolta CLICCANDO QUI
  • Sarà possibile attivare la modalità non disturbare mettendo a testa in giù lo smartphone
  • Supporto nativo al notch per gestire al meglio la “tacca” dei moltissimi smartphone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here