SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Google Assistant è finalmente arrivato in Italia: l’assistente vocale di Google, concorrente di Siri, sbarca in Italia e prende il posto di Google Now!

Google Assistant funziona in Italia (in italiano)!

Giuro che pensavo che questo momento non sarebbe mai arrivato. E invece finalmente ci siamo!

L’assistente vocale Google Assistant sta lentamente arrivando in Italia, ovviamente con pieno supporto alla lingua italiana! Il concorrente di Siri sta dunque arrivando sui nostri smartphone per rispondere a tutte le nostre domande e per aiutarci ad usare lo smartphone senza nemmeno doverlo toccare.

Giusto in tempo per l’arrivo degli smartphone Google Pixel 2 XL anche in Italia, dunque, Google Assistant sbarca nel nostro Paese.

Il rilascio di Google Assistant è lento

Peccato che il roll out, che viene attivato lato server da Google, sia decisamente lento. Al momento solo su pochissimi smartphone è stato attivato Google Assistant, mentre tutti gli altri dovranno aspettare il rilascio che avverrà nei prossimi giorni/settimane.

Dunque se non hai ancora ricevuto il pieno supporto a Google Assistant sul tuo smartphone, non ti preoccupare perché sarà necessario aspettare ancora un pò di tempo.

Per ora sembra che solo LG G6 offra pieno supporto a Google Assistant. Altri smartphone arriveranno a breve.

Requisiti compatibilità Google Assistant

Ti ricordo poi che Google Assistant è utilizzabile solo nei dispositivi con una versione di Android pari o superiore alla 6.0 Marshmallow, con i Play Services e, soprattutto, con almeno 1,5 GB di RAM e un display con risoluzione HD.

Non tutti dunque potranno utilizzare l’assistente vocale di Google sul proprio smartphone, ma solo quelli che hanno uno smartphone in grado di supportare i requisiti minimi.

Il tuo smartphone li soddisfa?

Come ci si accorge dell’arrivo di Google Assistant in Italia?

Non arriverà nessuna notifica e nessun aggiornamento delle app di sistema. L’arrivo di Google Assistant avverrà lato server come anticipato.

E allora come si fa per sapere se Google Assistant è attivo sul tuo smartphone?

Semplice: Google Assistant prende il posto di Google Now, quindi non devi fare altro che aprirlo (magari non ogni 2 secondi) per vedere se la sua interfaccia è leggermente cambiata e soprattutto è sparito il Google Feed. 

Se Google Assistant è attivo sul tuo smartphone, lo vedrai proprio al posto del classico Google Feed.

Google Assistant: a cosa serve?

Ancora non ti è chiaro a cosa serva Google Assistant? Non riesci a capire l’utilità di Google Assistant? Nessun problema, ecco qualche semplice esempio.

In modo molto simile a Siri e ad altri assistenti vocali, potrai interagire in modo semplice e diretto con questo assistente vocale. Tu farai varie domande allo smartphone, e lui, come una perfetta segretaria, ti darà le risposte che cerchi.

Rispetto ai concorrenti, però, Google Assistant può appoggiarsi sulle profonde conoscenze del motore di ricerca Google e soprattutto si basa sul Machine Learning, quindi a lungo andare funzionerà sempre meglio, sarà sempre più preciso e ti fornirà risposte sempre più in linea con le tue domande.

Se vuoi qualche esempio delle domande che puoi fare a Google Assistant ecco una veloce lista:

  • che tempo fa?
  • a che ora sorge il sole?
  • quanto dista questa città?
  • quando sarà la prossima partita di calcio…?
  • imposta la sveglia alle ore XX
  • quando è alto il Monte Bianco?
  • cerca un ristorante in zona
  • cerca immagini di gatti siamesi
  • ultimo risultato Juventus
  • c’è un’app per fare XX

E, come anticipato, queste sono solo alcune delle domande che puoi fare a Google Assistant. 

Questo video ti mostra tutto quello che si può fare con Google Assistant. E’ in lingua inglese, ma da oggi tutti questi comandi funzionano perfettamente anche in Italiano.

Non vedo l’ora che Google Assistant venga attivato anche sul mio smartphone!

Differenze tra Google Now e Google Assistant: cosa cambia?

Capisco che a primo impatto le differenze tra i due servizi possano non essere così evidenti. E’ positivo però che il passaggio ad Assistant non sia assolutamente traumatico.

Inoltre mi sembra ovvio ricordare che, per quanto riguarda la capacità di esplorare il web assecondando le nostre ricerche, l’algoritmo non è cambiato, è sempre quello di prima. Anche i risultati dunque sono sempre gli stessi.

Rispetto a Google Now, però, Google Assistant  sfrutta il Machine Learning, quindi come anticipato sarà sempre più preciso e affidabile. Con il tempo capirà quali sono le pagine e le ricerche più interessanti per noi, capirà le nostre preferenze in fatto di viaggi, cibi, siti internet ed altro ancora e di conseguenza, con le varie ricerche, tutte le risposte saranno sempre più calibrate sui nostri interessi. Un vantaggio importante!

Un altro piccolo ma rilevante cambiamento riguarda la presentazione dei risultati: se da un lato Google Now tende sempre a rimandarci al browser in versione mobile o comunque a pagine web, dall’altro Google Assistant cerca sempre di farci rimanere all’interno della sua interfaccia, mostrandoci tante schede scrollabili.

Infine, non cambiano tutte le operazioni che possiamo chiedere a Google Assistant per quanto riguarda il nostro telefono: possiamo impostare promemoria, sveglie, eventi in calendario, inviare SMS, email, avviare chiamate, fare partire il lettore musicale e così via.

Il grande vantaggio di Google Assistan è rappresentato però dalla possibilità di “gestire” conversazioni a due vie: non solo Google Assistant è in grado di interagire con noi, ma lo fa scegliendo schemi di risposte sempre diversi. Impara i nostri gusti, i nomi delle persone che ci stanno attorno, è addirittura empatico. In pratica è molto più umano e meno robotico. Google Assistant fa battute, si prende in giro ed è ironico.

Insomma, Google Assistant cambierà il tuo modo di interagire con lo smartphone, te lo posso assicurare! Sarà il tuo assistente virtuale personale sempre con te e presto non ne potrai fare più a meno.

Hai già provato Google Assistant? Cosa ne pensi?

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

4 COMMENTS

  1. ma saranno disponibili anche le actions? nel senso potrò comandare luci di casa e robe simili?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here