Disponibile Android Q Beta: guida download per i Pixel

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Android Q, Google rilascia la prima beta per i Pixel. Guida download e installazione Android Q Beta per i Pixel. Novità Android Q Beta: ecco cosa cambia

Android Q Beta

Android Q Beta Download Installazione

Come anticipato dai rumors, Google ha rilasciato poco fa la prima versione beta di Android Q per tutti i Pixel. Vediamo insieme come installare questo aggiornamento e quali novità sono state introdotte.

Quali smartphone sono compatibili con Android Q Beta?

Ecco l’elenco di tutti i dispositivi che possono provare subito la beta di Android Q Beta:

  • Google Pixel
  • Google Pixel XL
  • Google Pixel 2
  • Google Pixel 2 XL
  • Google Pixel 3
  • Google Pixel 3 XL

Mi spiace ma al momento non ci sono altri smartphone supportati.

Download Android Q Beta

Prima ancora di vedere le novità di Android Q Beta, vediamo subito come scaricare e installare questo aggiornamento sui Pixel compatibili (vedi lista poco sopra).

Il procedimento è molto semplice: per ricevere le beta sul proprio Pixel è necessario essere iscritti al programma di testing pubblico.

Se non vuoi aspettare che arrivi il firmware via OTA, ecco l’immagine da scaricare e installare manualmente tramite custom recovery (serve ovviamente bootloader sbloccato):

DeviceDownload Link
Google Pixelsailfish-qpp1.190205.018.b4-factory-456f3345.zip
Google Pixel XLmarlin-qpp1.190205.018.b4-factory-7e938da2.zip
Google Pixel 2walleye-qpp1.190205.018.b4-factory-eede6250.zip
Google Pixel 2 XLtaimen-qpp1.190205.018.b4-factory-a5d1ed42.zip
Google Pixel 3blueline-qpp1.190205.018.b4-factory-52233668.zip
Google Pixel 3 XLblueline-qpp1.190205.018.b4-factory-52233668.zip

Novità Android Q Beta

Essendo una prima release beta, Google non ha rilasciato un changelog completo con tutte le nuove funzionalità introdotte.

Stando a quanto emerso dai primi tester, però, questi dovrebbero essere i principali cambiamenti di Android Q Beta: 

  • introduzione di una maggiore capillarità nelle impostazioni di privacy per l’accesso alla posizione da parte delle app. In futuro dovrebbe arrivare un’opzione molto simile anche per la concessione degli accessi ai file personali alle app

Novità Android Q Beta 2

  • modalità verticale di schermo diviso, che costituisce il primo tassello del supporto ai device pieghevoli con OS Android

Novità Android Q Beta 4

  • nuovo pannello per le impostazioni rapide, proveniente dal basso con l’intento di offrire una maggiore accessibilità alle opzioni come l’attivazione WiFi e del Bluetooth

Novità Android Q Beta 3

  • novità anche per le informazioni di condivisione delle app di terze parti, le quali dovrebbero aiutare gli sviluppatori a dare un’anteprima più efficace delle proprie app agli utenti
  • nuove scorciatoie tra un’app e l’altra, per velocizzare le operazioni di condivisione e non solo

Novità Android Q Beta

  • Nuova Dark Mode
  • Miglioramenti per Peer-to-Peer e connettività internet: per gli sviluppatori si aprono nuove possibilità per controllare la presenza di nuove reti, introducendo inoltre il supporto agli standard WP3 e OWE e fornendo un MAC address casuale quando il dispositivo si connette a una rete wireless differente
  • WiFi Performance Mode
  • Dynamic Depth Formats per le foto: permetterà di migliorare nettamente l’effetto bokeh (sfuocato) e di supportare foto in 3D e in AR
  • Nuovi codec Audio e Video
  • MIDI APIs native. In particolare viene introdotto il supporto al codec open source AV1, che consente lo streaming di video in alta qualità con un minor consumo di banda. Inoltre arriva un’API MIDI nativa, che permette di comunicare direttamente con un dispositivo MIDI tramite NDK
  • Miglioramenti per Vulkan Graphics, Neural Network APIs e altro. Google ha introdotto numerosi miglioramenti al runtime ART, per velocizzare l’avvio delle applicazioni riducendo nel contempo il consumo di memoria. Android Q introduce il supporto sperimentale ad ANGLE, un layer OpenGL che gira su Vulkan: in questo modo le app e i giochi che usano OpenGL ES possono sfruttare le prestazioni  e la stabilità della piattaforma Vulkan

Prima della versione finale di Android Q ci saranno altre cinque beta

Sei curioso di sapere quando arriverà la versione stabile e finale di Android Q?

Al momento non abbiamo informazioni certe e precise, ma a darci una timeline sulle tempistiche di arrivo della versione finale, nonché delle prossime versioni beta, è la stessa Google, che ci tiene a farci sapere come evolverà lo sviluppo di Android Q in questi mesi di affinamenti.

Dopo la prima beta di questa sera, di metà marzo, ci saranno:

  • una seconda beta nei primi giorni di aprile
  • una terza beta nei primi giorni di maggio
  • una quarta beta durante i primi giorni del mese di giugno
  • fra luglio e settembre arriveranno altre due beta e la versione finale

Come sempre, ovviamente le tempistiche sono riferite soltanto ai dispositivi di Google, mentre per tutti gli altri bisogna far riferimento ai vari produttori (Samsung, Motorola, LG, Huawei, Honor e tutti gli altri).

Più o meno niente di nuovo, visto che le tempistiche delle beta e della versione finale di Android Q ricordano molto quelle di Android P dello scorso anno.

Conclusioni

Al momento non abbiamo molte altre novità relative ad Android Q Beta.

Aggiorneremo l’articolo quanto prima.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here