SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

L’aggiornamento macOS 10.12.2 rimuove l’indicazione e la stima del tempo rimanente batteria su MacBook, ecco come riottenerla. 

barra-oled-macbook-pro-martin-hajek-3-1024x769-750x563

Nell’ultima beta dell’update che porta macOS Sierra alla versione 10.12.2, Apple ha eliminato la funzione che consente di stimare ore e minuti rimanenti: ecco come riattivarlo. 

In macOS 10.12.2 niente più stima della durata della batteria sui portatili MacBook: ecco come riattivare questa funzione

Sembra incredibile, ma purtroppo è tutto vero: con il recente aggiornamento di macOS Sierra 10.12.2, Apple ha rimosso su tutti i MacBook l’indicatore che stimava le ore di autonomia rimanenti per la batteria. 

Si, dopo l’installazione dell’aggiornamento macOS 10.12.2 sui computer MacBook, è stata rimossa la stima di ore rimanenti di utilizzo della batteria e ora è rimasta solo la percentuale di batteria rimanente. Non è più possibile sapere, dunque, quante ore di autonomia rimangono sui nostri MacBook se li stiamo usando con la sola alimentazione della batteria.

E’ vero, con ogni nuova versione di macOS (prima OS X e prima ancora Mac OS X), ci sono funzionalità che arrivano e altre che vengono rimosse per motivi di vario tipo, ma quest’ultima scelta di Apple sembra veramente assurda e giustamente i clienti si sono ribellati sul web. Senza un motivo apparente, infatti, Apple ha modificato l’indicatore della batteria rimanente su tutti i MacBook con il rilascio di macOS 10.12.2, eliminando la stima delle ore di autonomia rimanenti. 

A dire il vero, però, c’è un motivo ben preciso che ha spinto Apple a fare questa modifica, eliminando la stima di quanti minuti di autonomia rimanessero prima che fosse necessario il collegamento all’alimentatore per il MacBook.

La scelta, infatti, sembrerebbe essere stata dettata da rimostranze riguardanti i nuovi MacBook Pro, che presenterebbero nell’uso una durata a batteria sensibilmente inferiore a quella dichiarata. Come spiegato dalla mela a The Loop, il problema risiederebbe proprio nella mancata accuratezza dell’indicatore, che non riesce a riflettere correttamente il contesto in cui si sta usando il computer né a valutare correttamente l’impatto sulla batteria delle applicazioni aperte, tutti fattori che possono influenzare i consumi energetici e dunque l’autonomia residua della batteria.

In sostanza, Apple dice: l’indicatore che stima i minuti e le ore di autonomia rimanente della batteria del MacBook è impreciso e poco accurato. Ma, anzichè provare a sistemarlo e correggere il problema, lo ha eliminato, cancellando il problema alla radice. Assurdo!

Apple, in buona sostanza, ritiene che l’indicatore della durata della batteria in MacOS Sierra è imprecisa e ha portato a una certa confusione circa le prestazioni della batteria, per questo è stata rimossa questa funzionalità con MacOS Sierra 10.12.2.

E’ vero, assieme alle operazioni visibili (come i programmi aperti) ci sono anche tanti processi che agiscono sotto traccia, ad esempio l’indicizzazione di Spotlight, cose di cui la batteria deve per forza di cose tener conto, quindi risulta difficile stimare con precisione i minuti e le ore di autonomia residue, ma trovo veramente assurdo rimuovere questo indicatore anzichè provare a correggere il problema. 

Apple, invece, viste le troppe variabili in gioco, ha deciso di togliere l’indicatore del tempo residuo di autonomia della batteria su MacBook, che quindi non verrà più mostrato dopo l’aggiornamento a macOS 10.12.2, lasciando solo la percentuale, ritenuta da Apple la più realistica.

Il problema, però, sembra essere legato soprattutto ai nuovi MacBook Pro, quelli con la TouchBar. Molti acquirenti del nuovo MacBook Pro con Touch Bar hanno iniziato a lamentarsi della sua scarsa durata della batteria, pubblicando vari tweet e aprendo diversi topic nei forum di supporto. Su questi dispositivi la carica residua calcolata dal software di Apple dimostrava che il computer si scaricava troppo in fretta rispetto ai tempi di autonomia dichiarati da Apple. Dunque, per placare questo fenomeno, Apple ha “tagliato la testa al toro”, rimuovendo completamente la funzione. Semplice, no?

Penso che sia normale che in generale l’autonomia sul campo di un Mac portatile risulti spesso un po’ inferiore a quella dichiarata da Apple, ma penso anche che sia assurdo che Apple, piuttosto che provare a risolvere un problema, abbia deciso di ignorarlo completamente rimuovendo una funzione che personalmente ritenevo molto utile.

Lo stesso problema di affidabilità di minuti e ore di carica restanti per la batteria di un computer portatile si ha anche su PC Windows, tablet e smartphone Android, ma non per questo la stima viene eliminata, no?

Apple avrebbe potuto sicuramente valutare soluzioni alternative, come ad esempio un avviso generico all’utente in caso di consumi elevati, permettendo di provare qualche intervento correttivo, come la chiusura di applicazioni esose di risorse.

Come riavere indicatore durata batteria rimanente su MacBook con macOS Sierra 10.12.2

Ad ogni modo, se anche voi avete assolutamente bisogno di questo indicatore e non ne potete proprio fare senza, state tranquilli, perchè ci sono vari modi per riaverlo. Seguendo le nostre indicazioni, infatti, potrete riattivare l’indicatore di ore e minuti di autonomia stimata della batteria del vostro MacBook, anche contro la volontà di Apple. Vediamo come fare.

Metodo 1 – A Pagamento

Per riavere l’indicatore di autonomia di ore e minuti su MacBook, il modo più semplice è quello di appoggiarsi a programmi di terze parti: software come CleanMyMac, infatti, vi dicono al volo di quanta autonomia ancora dispone il MacBook in modo totalmente automatico, senza che sia necessario configurare nulla. E, oltre a questo, questo programma offre funzionalità molto utili per tenere pulito, ottimizzato e sempre veloce il nostro MacBook, quindi è un programma assolutamente consigliato. 

Metodo 2 – A Pagamento

In alternativa potete provare il programma iStat Menus, che, insieme alla batteria, tiene sotto controllo tanti altri componenti del computer.

Questi due programmi, però, sono a pagamento. Valgono sicuramente la pena di essere acquistati, ma non tutti vogliono pagare per sapere quante ore di autonomia ha ancora la batteria del MacBook.

Metodo 3 – Gratis

Dunque, se preferite una soluzione gratuita, potete provare il programma coconutBattery.

Come potete notare, anche se Apple ha deciso di rimuovere e togliere la stima delle ore di autonomia rimanente per la batteria del MacBook, ci sono tante soluzioni alternative, gratis o a pagamento.

Ovviamente ogni app calcola in modo diverso la carica residua, quindi non fidatevi troppo delle indicazioni che ottenete. Ma almeno potete avere un’idea di quante ore sia possibile ancora usare il MacBook senza doverlo collegare alla presa di corrente.

Metodo 4 – Gratis

Infine, segnalo che, se volete vedere quante ore di autonomia ha ancora il vostro MacBook senza usare nessun programma, un’altra opzione nativa è tramite Monitoraggio Attività. Possiamo aprirlo tramite Spotlight, Siri oppure andando nella sottocartella Altro del Launchpad. In basso, nella scheda “Energia”, ritroveremo il caro vecchio indicatore (da prendere comunque con le pinze, visto che secondo Apple non è per niente affidabile).

Conclusioni

Ecco, abbiamo concluso. In pochi e semplici passi abbiamo riattivato l’indicatore di minuti e ore di autonomia residue sul MacBook. 

LEGGI ANCHE:

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here