Ecco la stanza dove è nato il primo iPhone

Alcune leggende metropolitane sono create per dare ancora maggiore risalto all’origine del mito. Anche la famosa stanza segreta dove sarebbe stato sviluppato ed ideato il primo iPhone era una di queste ma a quanto pare non è proprio così, poichè questa stanza esiste realmente ed era il quartier generale di Jobs e company dove hanno ideato il primo iPhone di sempre.

L’immagine che vedete di seguito è stata mostrata durante lo scontro legale tra Apple e Samsung e mostra la scrivania del dove era studiato a fondo come procedere per la costruzione e lo sviluppo del primo iPhone.

iPhone

E’ il Wall Street Journal a pubblicare la foto e stata il mito che le stanze segrete di Apple siano ricchi di tecnologia futuristica, una sorta di cassaforte con le più strabilianti meraviglie dell’informatica, dovrà però ricredersi, infatti, una semplice scrivania, un MAC, un telefono ed alcuni accessori ma nulla di più.

Infatti sulla scrivania dove è stato sviluppato il primo iPhone si trovano un Power Macintosh G3 con casse e subwoofer in vetro, per nulla potente ed antiquata già a fine 2006, poi troviamo un circuito collegato ad una cornetta, un dispositivo touchscreen, denominato in codice Wallaby, e poco altro.

Tutto questo è quello che è stato utilizzato per progettare quello che sarebbe diventato uno degli smartphone più venduti della storia.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here