Furto di 1.5 milioni di $ di iPhone nelle fabbriche di Foxconn

Maxi furto di 5700 iPhone nelle fabbriche Cinesi di Foxconn per un danno di oltre 1.5 milioni di dollari

Il bello è che questo furto non sarebbe operato da ladri provetti o dipendenti ma da un manager di alto livello di Foxconn che è accusato di aver sottratto all’azienda oltre 5mila iPhone 5 e iPhone 5S in questi anni. La storia ha dell’incredibile e solo dopo qualche anno è uscita allo scoperto dopo che il reato sarebbe stato fatto tra fine 2013 e 2014 con il prelievo continuo e forsennato dei dispositivi che poi una volta immessi sul mercato avrebbero fruttato un bel gruzzoletto.

https://www.tomshw.it/data/thumbs/8/3/3/7/fox-09cf8b7675c0d894ba4519d4b3d22763d.jpg

Il manager, ed altri 8 impiegati, sarebbero stati accusati di aver smerciato oltre 5700 tra iPhone 5s ed iPhone 5 in circa un anno e mezzo con un ricavo di oltre un milione e mezzo di dollari. A riferire del mega furto è AsiaOne che annuncia come da Foxconn siano spariti così tanti iPhone senza nessun vero furto armato.

Il furto è stato scoperto dopo un’indagine interna dell’Internal Audit, che ha scovato Tsai, ormai ex dirigente di Foxconn, smascherano il colossale furto. L’azienda di Foxconn, già al centro di analisi visto l’elevato numero di suicidi fra i suoi operai ed impiegati ora si trova ad aumentare i controlli sulle sue linee di produzione in modo da evitare possibili furti.

Dunque ora Tsai rischia fino ad una pena massima di 10 anni di reclusione mentre Foxconn dovrà aumentare i controlli sui suoi oltre 1 milione di dipendenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here