Ufficiale: oggi chiude Cydia Store e segna la fine di un’era

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Saurik chiude definitivamente il Cydia Store. Il 15 Dicembre 2018 chiude ufficialmente i battenti Cydia Store e segna la fine dell’era del Jailbreak

Ufficiale: oggi chiude Cydia e segna la fine di un'era

Addio a Cydia Store per iPhone, iPad, iPod

Brutte, bruttissime notizie per tutti i fan del Jailbreak e tutti gli utenti che aspettavano con ansia il rilascio del Jailbreak per iOS 12.

A partire da oggi, 15 Dicembre 2018, Cydia Store ha ufficialmente chiuso i battenti. 

Da oggi, dunque, Cydia Store non esisterà più.

E’ comunque importante fare un chiarimento: quello che chiude è Cydia Store, NON Cydia (l’applicazione per iOS). Il Cydia Store è la “parte” dell’applicazione che permette di scaricare app e twek a pagamento, e solo questa parte sarà chiusa; il resto di Cydia continuerà a funzionare correttamente.

Perché Cydia Store chiude?

Stando a quanto dichiarato da Saurik, creatore e ideatore di Cydia, lo Store è stato chiuso per 2 motivi:

  • problemi di sicurezza, che mettevano a repentaglio i dati degli utenti
  • mancati introiti dovuti al fatto che ormai nessuno più usava Cydia (anche perché ormai il Jailbreak per iOS è morto e sepolto)

Ecco le parole di Saurik che hanno accompagnato la chiusura di Cydia Store:

La realtà è che volevo chiudere il Cydia Store prima della fine dell’anno, ma dagli ultimi report è scaturito che ormai la piattaforma non guadagna più e mi sta facendo perdere denaro. Non è qualcosa da mantenere per passione. Di recente ho anche scovato un bug molto importante.

Già adesso gli acquisti su Cydia sono disabilitati, ovvero nessuno può più prendere nuove app. Saurik sostiene che la prossima settimana pubblicherà un post più strutturato nel quale darà maggiori dettagli circa il destino del Cydia Store.

Motivi a parte, la cosa triste è che da oggi Cydia Store per iOS non esisterà più. E molto probabilmente in futuro chiuderà anche Cydia, anche se per ora non abbiamo conferme a riguardo.

Addio quindi allo Store di tweak e programmi non ufficiali più famoso e apprezzato nella storia di iOS, la piattaforma più utilizzata per la condivisione di app e tweak non ufficiali e a pagamento che negli scorsi anni ha permesso ai possessori di iPhone, iPod e iPad di personalizzare al massimo i propri dispositivi e di oltrepassare tutti i limiti imposti da Apple a livello di sistema operativo.

Cosa cambia da oggi?

Semplice: da oggi gli utenti con iPhone, iPad e iPod con Jailbreak non potranno più acquistare nuovi contenuti sul Cydia Store, anche se potranno continuare a scaricare tweak e app gratuite (perché come anticipato chiude solo la parte a pagamento di Cydia, non tutta l’applicazione).

Gli utenti potranno inoltre continuare a scaricare i contenuti già acquistati in passato.

Il Jailbreak di iOS è morto?

Si, c’è poco da girarci attorno.

Nessuno sviluppatore ormai lavora al Jailbreak di iOS 12, anche perchè se ne sente sempre meno la mancanza. Motivo per cui Saurik ha chiuso Cydia Store.

E nel frattempo gli utenti hanno quasi smesso di voler personalizzare al massimo iOS in quanto la maggior parte delle funzionalità che erano disponibili solo tramite tweak, adesso sono state inglobate da iOS con gli ultimi aggiornamenti rilasciati da Apple.

Insomma, il Jailbreak ormai non è più indispensabile come un tempo, basta solo accettare questo cambiamento.

E chi vuole scaricare app, giochi e programmi a pagamento gratis su iPhone non ha più bisogno del Jailbreak ma può affidarsi a soluzioni come Panda Helper: Scaricare App gratis iPhone con Panda Helper

Insomma, ormai nessuno (o quasi) sente più il bisogno del Jailbreak, motivo per cui anche Cydia pian piano andrà a morire.

Tu sentirai la mancanza del Cydia Store? Lo usavi ancora? Faccelo sapere nei commenti a fine articolo.

[Via Reddit]

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here