Nuovo Regolamento per i Droni con un nuova Rivoluzione all’orizzonte

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Il nuovo regolamento Europeo sui Droni potrebbe rivoluzionare e rendere sempre più stringente il mondo dei piccoli e grandi oggetti volanti comandati a distanza. Ecco cosa ci aspetto in futuro anche per i droni consumer e professionali

Nuovo Regolamento per i Droni con un nuova Rivoluzione all’orizzonte

E’ ancora presto, ma tra tre anni, nel 2022, entrerà in vigore ufficialmente il nuovo regolamento Europeo sui Droni che ne limiterà molto il raggio di azione e non lascerà scampo a piloti della domenica. Infatti sarà vera rivoluzione con corsi anche online, meno regole ma dovrà esserci il transponder obbligatorio ed una tassa di utilizzo oltre che una marchiatura ufficiale CE che potrebbe creare non pochi problemi ai droni venduti in questi anni di passaggio.

Il nuovo regolamento è stato creato dalla comunità Europea, con il supporto anche dell’ENAC, e che mirerà a regolare il traffico aereo di questi piccoli velivoli che stanno davvero spopolando e devono essere regolamentati.

Una prima bozza di regolamento dovrebbe essere pubblicata questa estate, e solo 3 anni più tardi vedrà la sua entrata ufficiale e secondo le prime notizie i punti principali saranno:

  • Sparisce la distinzione tra uso ricreativo e professionale in favore di una più globale dedicata ai droni, con riprese aeree, anche in città senza particolari autorizzazioni.
  • I droni “consumer” rientreranno nella categoria OPEN con suddivisione per peso e che avrà limiti di peso.
  • Non servirà il patentino. Ma dovrete fare dei corsi online obbligatori. Limitazioni di volo: Altezza massima 120 metri, che diventano 150 metri se c’è un’ostacolo entro i 50 metri.
  • Nella categoria OPEN ricadono le sottoclassi:
    • A1 ricadono droni sotto i 250 grammi
    • A2 droni non inoffensivi fino a 4 Kg
    • A3 fino a 25 Kg
  • Per tutti i Droni sarà obbligatorio il marchio CE che sancirà la morte di tutti i droni venduti fino ad ora, perchè non hanno il marchio CE.
  • Ci sarà una tassa con un targa digitale del velivolo.

Dunque i droni comprati fino ad ora, potranno volare fino al 2022, dopo non si sa se verrà fatta una deroga o qualcosa di simile per poterli continuare ad usare tra 3 anni. Inoltre c’è da vedere a quanto ammonterà la tassa, a chi dovrà essere pagata, e come funzionerà il rilascio di questa targa digitale che ogni velivolo dovrà avere.

Al momento è tutto una bozza che vedrà la luce non prima di 6 mesi. Noi “dronisti” aspetteremo con ansia una regolamentazione di questo mercato, che è sempre un far west.

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here