Le Pagelle del 2018: E voi siete d’accordo?

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Non solo smartphone, ma anche tablet, computer, assistenti vocali, gadget di tutti i tipi e nuove tecnologie che hanno segnato il 2018. Ecco le nostre pagelle del 2018

Le Pagelle del 2018: E voi siete d’accordo?

Il 2018 volge al termine e per tutti i produttori è stato un anno di rivoluzione non solo tra gli smartphone ma anche tra i componenti per computer, elettronica e molto altro con l’evoluzione tecnologica che scorre rapidamente, forse troppo rapidamente per qualcuno.

Ecco che vogliamo dare i voti ad ogni produttore per questo 2018, nella speranza che il prossimo anno sia ancora migliore del precedente. Nell’elenco non troverete tutti i produttori ma solo quelli che sono degni di una menzione speciale e che si sono contraddistinti, nel bene e nel mele, in questo anno che sta per finire.

Le Pagelle del 2018 di YourLifeUpdated

Amazon (Voto 9.5)

Niente da dire, insieme a Google stanno cercando di rivoluzionare il mercato su più fronti, assistenti vocali e nuovi metodi per fare shopping sono solo due esempi lampanti sotto l’occhio di tutti ma in ballo c’è il futuro delle aziende che domineranno il mondo. Dispositivi low cost come gli Echo sono già un successo come Prime Video, Fire TV Stick e molti altri sono nelle case di tutti noi. Domineranno il mondo.

AMD (Voto 9.5)

Dopo anni bui ad inseguire Intel, ora al piccolo trotto sta erodendo quote di mercato importante, ed il livello tecnologico sembra anni in anticipo rispetto ai rivali di sempre. Forse il 2019 sarà l’anno della consacrazione e quello dopo del sorpasso. Che 2018 splendido per AMD, ed i prossimo sono tutti in discesa, che i 7nm siano con voi.

Apple (Voto 7)

Non è stato uno degli anni migliori per Apple. iPhone XS ed XR non hanno riscosso il successo delle precedenti generazioni, e tra azioni in caduta libera e prezzi dei dispositivi sempre più elevati, vedi MacBook Pro oltre i 4000 euro e iPhone da oltre 1500 euro, la casa della mela morsicata non è più quella di un tempo anche se resta un punto di riferimento.

Asus (Voto 8)

Sforna ottimi dispositivi sotto tutti i punti di vista dal rapporto qualità prezzo eccezionale, vedi Zenfone 5Z sotto i 400 euro e dalle prestazioni da primato, vedi ROG Phone, ma manca ancora un vero top di gamma in grado di impensierire la concorrenza ma tra i medio gamma da filo da torcere agli altri brand. Sui notebook c’è da lavorare, sopratutto sull’affidabilità, segno in passato del brand di Taiwan.

Google (Voto 8)

Fa da apripista per i dispositivi di controllo vocale, lancia servizi a ripetizione e ne chiude molti altri, ma BigG è sempre il punto di riferimento numero 1 quando si parla di ricerche e servizi annessi che migliorano la nostra qualità di vita. Se poi ci mettiamo la miriade di ottimi prodotti come Google Home, Chromecast, Pixel e molti altri che sono i punti di riferimento nel mercato il cocktail è fatto. Lotterà con Amazon ed altri giganti per migliorare la vita di tutti i giorni al costo della privacy.

Honor (Voto 7)

Non è più l’azienda di un tempo con dispositivi all’avanguardia, belli ed economici, ma si è ritagliata una buona fetta di mercato tra gli smartphone e poi cerca sempre di innovare, sebbene gli altri produttori non inseguono più. I dispositivo sono sempre belli ed economici e piacciono molto ai giovani.

HTC (Voto 5)

Non è più l’HTC di un tempo e l’ala di Google non sta migliorando la situazione. Pochi smartphone e costosi ed il 2019 non è roseo. Che sia la prossima a chiudere baracca oppure verrà trasformata nelle sezione della realtà virtuale di Google?

Huawei (Voto 9.5)

E’ la vera leader del mercato, sta sottraendo quote di mercato ad Apple e Samsung ed è la seconda forza del mercato mondiale degli smartphone. Ha le mani in pasta ovunque, dalla produzione dell’hardware al software ed è un gigante che non si conosce crisi. Il 2019 potrebbe essere l’anno del sorpasso sull’eterna rivale Samsung anche se diversi problemi politici ne potrebbero minare la sua salute portandola anche ad un rapido ridimensionamento. Prodotti come Mate 20 Pro e P20 Pro hanno segnato il mercato annientando la concorrenza sotto tutti i punti di vista, l’anno prossimo cosa dovremo aspettarci? Smartphone trasparenti?

Intel (Voto 7)

L’eterna leader del mercato, mai come in questi mesi è in difficoltà, un processo produttori a 10nm che ha messo in difficoltà tecnologiche il gigante Americano ed un 2019 che non è roseo. Sebbene abbia ancora quote superiori all’80% nel mondo delle CPU, se non cambia qualcosa rischia di perdere terreno tecnologico durante tutto il prossimo anno. Ci ha provato in ambito mobile ma senza successo, gli avversari sono troppo forti.

LG (Voto 7.5)

Mi piace tantissimo il G7 sebbene manchi una caratteristica da effetto wow, fa prodotti che funzionano bene anche se la linea smartphone diventa sempre meno importante, con dispositivi di tutti i tipi, con TV, Frigoriferi, Sound Bar tutti connessi e con il controllo vocale integrato. Brava LG ma fai uno smartphone bello, potente e ben ottimizzato ma sopratutto venduto a livello globale, le limitazioni regionali non ci piacciono.

Motorola (Voto 6.5)

Sono tutti dispositivi best buy dall’ottimo rapporto qualità prezzo ma di Moto G se ne vedono pochi e le soluzioni adottate forse non piacciono alla gente, come i moduli sugli smartphone. Dispositivi per tutte le tasche ma dal design di dubbio gusto, migliorate su questo e forse un 8 pieno ve lo meriterete l’anno prossimo.

Nokia (Voto 9)

E’ la mia preferita del 2018, partita dal nulla ed in appena 2 anni ha già conquistato gli utenti. Vedo tante persone con smartphone Nokia tra le mani, come non succedeva da almeno 10 anni. Non ha il controllo delle produzione dei propri smartphone ma tutti sono di qualità. Tenendo conto che Nokia non guadagna solo dagli smartphone ma è in prima linea sullo sviluppo del 5G ed anche nel mondo del benessere e delle mappe, dove ha un ruolo di prim’ordine.

OnePlus (Voto 7)

Sforna sempre ottimi smartphone, ma la strategia di presentare due top di gamma all’anno e di alzare l’asticella del prezzo ogni volta di 20/30 euro non sta premiando l’azienda Cinese, che sempre più spesso è schiacciata dai suoi stessi produttori nazionali, come Xiaomi ed Oppo che offrono prodotti ottimi a prezzi più bassi. Smartphone top ma prezzi sempre più in su, ha sempre senso comprare uno smartphone OnePlus ma meno che in passato.

Qualcomm (Voto 9)

E’ inutile negarlo, in ambito mobile c’è un leader e si chiama Qualcomm, e solo i vari SoC proprietari trovano spazio come Samsung (Exynos), Apple (A12 Bionic) e Huawei (Kirin) sui propri dispositivi ma il resto dei brand utilizzano tutti Qualcomm e a breve assisteremo anche allo sbarco in ambiente notebook e magari potrebbe impensierire AMD ed Intel.

Samsung (Voto 7)

Segno di uno stile mai abbandonato, no al notch secco, ma smartphone che devono essere aggiornati dopo troppo tempo fermi al palo. S10 sarà rivoluzione altrimenti si rischia di perdere il treno veloce dei concorrenti che sono già su. L’azienda Sud Coreana è al top sulla ricerca hardware di processori, display e molto altro dove ha le mani in pasto tra TV, elettrodomestici, tablet, smartphone, sound bar, sistemi audio, cuffie e molto molto altro dove eccelle quasi ovunque. Difficile essere leader ovunque ma almeno ci prova con ottimi risultati diffusi.

Sony (Voto 7)

E’ un voto di incoraggiamento perché se a livello hardware sugli smartphone non si può dire nulla, il design lascia a desiderare e c’è da lavorare molto. Leader nelle console e nei servizi di Gaming ma anche nelle TV ha un suo perché. Lavora molto sul software ma c’è da lavorare sul mobile.

Wiko (Voto 6)

Dispositivi belli ma aggiornati troppo in ritardo, design attuale ed economici ma pochi dispositivi, plasticosi, e non aggiornati a livello software. Tempo fa invadevano il mercato di modelli, ora pochi ed anche brutti se non per qualche eccezione (vedi View).

Xiaomi (Voto 9.5)

Insieme a Nokia è la mia preferita, l’idea di sbarcare in Italia ed in altre nazioni ha dato il il là ad un successo incredibile ma troppi dispositivi nella stessa fascia e design forse da rivedere, perché tranne il Mi Mix sono tutti uguali anche se tra software ed hardware non deludono mai. Non solo smartphone ma ha un’ecosistema incredibile di prodotti davvero per tutti i gusti (ma proprio tutti), economici, di qualità ma la globalizzazione dovrebbe essere davvero tale.

E voi cosa ne pensate? Scrivetelo nei commenti. Se ho dimenticato qualcuno segnalatelo che lo aggiungo.

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Non perderti tutte le ultime news! Abbonati gratuitamente alla nostra newsletter

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here