Come farsi leggere le storie da Google Assistant

0

BUONI AMAZON GRATIS su Telegram > UNISCITI

Google Assistant legge le storie ai bambini al posto dei genitori: ecco come. Come chiedere a Google Assistant di leggere una storia

Google Assistant legge storie

Google Assistant legge storie

Prima o poi sapevamo che sarebbe successo e a quanto pare il momento è arrivato: da oggi Google Assistant ”sostituisce” i genitori e racconta le favole della buonanotte.

Ma non lo fa con la classica voce “robotica”, bensì utilizzerà la voce originale dei genitori.

Ecco come funziona.

Come fa Google Assistant a leggere le storie?

Semplice: basta chiederglielo. E in automatico Google Assistant inizierà a raccontare la favola.

Ma prima è necessario che il genitore registri la storia con la propria voce, in modo che poi Google Assistant possa riprodurre l’audio ai bambini, quasi come se fossero effettivamente i genitori a raccontare la storia.

Tutto questo è reso possibile da My Storytime, ossia la nuova piattaforma web capace di far registrare la voce ai genitori impegnati nella lettura di un racconto e chiedere poi direttamente a Google Assistant di riprodurla per farla ascoltare ai bambini prima di dormire.

Insomma, Google crede tanto nella tecnologia quanto nella famiglia, motivo per cui ha deciso di introdurre una funzionalità comoda, molto comoda, senza però tagliare fuori i genitori. Anzi, ha deciso di coinvolgerli ancora di più, permettendo loro di essere almeno “virtualmente” con i figli quando magari sono impegnati fuori città o fuori casa per motivi di lavoro.

My Storytime: Google Assistant diventa ”genitore”

La nascita della nuova piattaforma di Google è davvero particolare.

La novità, infatti, giunge grazie alla collaborazione di una delle più famose aziende tech di oggi e del passato: Instrument. Questa, assieme ad un militare del Tennessee che vive lontano dalla famiglia a causa del suo lavoro in missioni varie tra cui anche quella in Afghanistan, ha decido di abbattere le distanze con le proprie figlie registrando racconti da ascoltare in libertà anche in sua assenza.

Come funziona tutto questo?

Come anticipato, in modo molto semplice: per registrare basta recarsi nella pagina web della nuova piattaforma e accedere al proprio account di Google.

Qui tutte le registrazioni effettuate vengono salvate in modo sicuro sul cloud e solo chi avrà accesso ad esse potrà ascoltarle e condividerle.

Come chiedo a Google di raccontare una storia?

Basterà dire a Google Assistant “Hey Google, talk to My Storytime” e l’assistente vocale dell’azienda di Mountain View, tramite i vari dispositivi Home, accederà all’elenco delle storie registrate e salvate sulla piattaforma riproducendo quella desiderata.

Solo in inglese per ora

Al momento la novità presentata da Google è accessibile se Google Assistant viene posto in lingua Inglese, ma tutto ciò arriverà presto anche in Italia. Dobbiamo solo pazientare ancora un pò.

Aggiorneremo comunque la guida non appena avremo maggiori informazioni sulla disponibilità di questa novità anche in Italia.

Cosa ne pensi di questa novità da parte di Google? La ritieni utile o meno? Faccelo sapere nei commenti a fine articolo.

Personalmente sono favorevole a questo genere di innovazioni, anche se ammetto che bisogna saperle sfruttare in modo coscienzioso. Vorrei evitare di arrivare a vedere genitori persi su Facebook e Instagram, la sera prima di addormentarsi, che lasciano che Google legga le storie ai loro figli. Vorrei che questa funzionalità venisse realmente usata in modo intelligente e solo per avvicinare genitori e figli che per qualche motivo sono purtroppo lontani.

E tu invece come la pensi?

Video

Ecco, per concludere, un video che ci mostra la novità in funzione.

Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here