Come Funziona L’Algoritmo di Instagram Nel 2018

0

Instagram spiega come funziona il suo algoritmo. Come funziona l’algoritmo Instagram nel 2018. Tutti i segreti dell’algoritmo di Instagram spiegati direttamente dalla società

I segreti dell’algoritmo di Instagram 2018

Nuovo giorno, nuovo articolo dedicato agli utenti che usano quotidianamente Instagram, il social network fotografico per eccellenza che in questi mesi ha visto una crescita esponenziale a livello mondiale e ovviamente anche in Italia.

Oggi in particolare voglio spiegarti come funziona l’algoritmo di Instagram nel 2018. 

Come ben sai, infatti, a partire dal 2016 Instagram ha dismesso la visualizzazione cronologica delle foto per passare a quella basata su un algoritmo.

Questo significa, in soldoni, che tu (come tutti gli altri utenti) NON vedi mai tutte le foto pubblicate sul social network dagli utenti che segui. 

Inoltre, sempre per colpa dell’algoritmo, le foto che vedi nel tuo feed di Instagram NON sono in ordine cronologico. 

E’ l’algoritmo a comandare tutto: analizzando i tuoi gusti, i tuoi like, quello che cerchi e molto altro, stabilisce quali sono gli utenti che ti interessano maggiormente e ti mostra prima le loro foto, poi tutte le altre.

Sempre secondo la stessa logica, l’algoritmo non ti fa vedere nel feed quelle foto di utenti che segui ma che secondo lui non ti interessano.

Oltre a tutto questo, l’algoritmo di occupa di rendere più o meno virale una tua foto: analizzando vari parametri e fattori stabiliti dai programmatori di Instagram, l’algoritmo capisce se una foto che hai pubblicato piace o meno agli utenti del social network e automaticamente stabilisce se deve “spingere” quella foto in modo da farla vedere ancora a più persone (portandola in “Esplora” magari”) o se deve limitarsi a farla vedere agli utenti che già ti seguono su Instagram.

Ed ecco spiegato il motivo per cui alcune tue foto ricevono un sacco di Like e Mi Piace, anche da persone che non ti seguono, mentre altre non se le fila proprio nessuno.

L’algoritmo regola ogni cosa all’interno di Instagram.

Tutti vorrebbero capire come funziona l’algoritmo di Instagram per “ingannarlo” e riuscire a portare le proprie foto a raggiungere migliaia o milioni di utenti.

Ma ovviamente l’algoritmo di Instagram è qualcosa di super segreto (come quello di Google), composto da centinaia di migliaia di complesse formule che vanno a comporre il cervellone del social network e a regolare la visibilità di ogni singolo contenuto pubblicato al suo interno.

L’unica cosa che sappiamo, ad oggi, è che gli utenti si “perdono” tra il 50 e il 70 % dei contenuti condivisi dalle persone che seguono proprio per colpa dell’algoritmo, che agisce in base alle indicazioni che gli sono state date, che però non sempre sono corrette per quanto riguarda il singolo utente.

Fino ad oggi Instagram aveva tenuto il massimo riserbo sul funzionamento dell’algoritmo del social network. C’erano tante ipotesi, certo, ma nessuna certezza.

A sorpresa, però, negli scorsi giorni un portavoce del social network ha spiegato (anche se a grandi linee e senza dati precisi) come funziona l’algoritmo di Instagram, confermando tutte le ipotesi che gli utenti si erano fatti.

Ecco il segreto dell’algoritmo di Instagram 

Proprio come tutti noi immaginavamo, l’algoritmo impara dal comportamento degli utenti. 

E fin qui niente di nuovo.

Durante la conferenza, Julian Gutman, Product Lead Instagram, ha spiegato che due persone apparentemente uguali su Instagram, con gli stessi follower e gli stessi following, vedono contenuti differenti.

La cosa interessante è che Gutman ha spiegato quali sono i fattori che fanno imparare all’algoritmo cosa deve mostrare e cosa nascondere per ogni account. 

Il fattore discriminante è, come anticipato, il comportamento degli utenti.

I due account Instagram, infatti, mettono like, commentano o addirittura si soffermano su tipologie di post diversi e l’algoritmo impara da questi comportamenti e mostra loro i contenuti più adatti.

Ma quali sono esattamente i fattori che l’algoritmo di Instagram tiene in considerazione per imparare?

I tre fattori chiave dell’algoritmo di Instagram

Gutman si è poi addentrato su come funziona l’algoritmo, elencando i tre fattori principali

  • Interesse: impara a conoscere il nostro comportamento e ci mostra i post simili a quelli che ci piacciono di più
  • Tempestività: anche il tempo di pubblicazione è importante. Più un contenuto è fresco, più è possibile che sia reso visibile
  • Relazione: quanto più si interagisce con una persona (commenti, like, tag, mention…), tanto più è probabile che l’algoritmo ci mostri i suoi post.

I fattori che affinano l’ordinamento

Un’altra domanda che da sempre cerca risposta tra gli appassionati di Instagram è quella relativa all’ordinamento dei post nel feed.

Perché alcuni post compaiono prima di altri, anche se sono più vecchi? Perché su Instagram non c’è l’ordine cronologico per quanto riguarda foto e video nel feed?

Proprio relativamente all’ordinamento delle foto e dei video del feed di Instagram, il team ha spiegato che accanto questi tre fattori principali (quelli appena elencati), ce ne sono altri tre che “affinano l’ordinamento” in modo da migliorare l’esperienza utente sulla piattaforma (ne siamo sicuri? Quante volte hai visto nel feed di Instagram post vecchi di qualche giorno, perdendo quelli più recenti?):

  • Frequenza: l’app cerca sempre di mostrare i contenuti migliori condivisi dal momento dell’ultimo accesso
  • Following: l’algoritmo di Instagram preferisce mostrare tanti autori diversi, piuttosto che tante foto diverse di un ristretto numero di autori
  • Tempo d’utilizzo: oltre alla Frequenza, l’algoritmo prende in considerazione anche il tempo e la modalità di utilizzo. Capisce quindi se facciamo delle sessioni “mordi e fuggi”, durante le quali vediamo solo le foto migliori, o se invece scorriamo il feed in profondità trascorrendo molto tempo sull’app.

Qualche consiglio per migliorare la tua attività su Instagram

Oltre a tenere in considerazione tutto quello che abbiamo detto fino ad ora, mi sento di darti qualche consiglio per provare a migliorare tutto quello che fai su Instagram, per provare ad aumentare l’engagement con i tuoi follower e aumentare di conseguenza la portata delle tue foto all’interno del social network:

  1. Utilizza di più le storie Instagram: sfrutta al massimo tutte le novità delle Storie come i sondaggi, gli emoji sticker, gli hashtag anche nelle foto, inserisci il luogo in cui è stata scattata la foto o il video della Storia..
  2. Interagisci al massimo con i tuoi follower e con le persone che segui: rispondi ai commenti, commenta le loro foto, metti Like, sfrutta i messaggi privati..
  3. Ricevi tanti Like quando pubblichi le foto: chiedi ai tuoi amici di mettere subito Like quando pubblichi una foto sul social network. Ricorda che la velocità è fondamentale: se ricevi tanti Like subito dopo aver postato la foto, Instagram capirà che la tua foto è piaciuta e farà in modo che altre persone possano vederla
  4. Inserisci descrizioni lunghe sotto alle foto: se pubblichi foto con descrizioni lunghe, le persone le leggeranno e passeranno molto tempo sulla tua foto. Instagram capirà che la tua foto è piaciuta (se una persona la guarda per tanto tempo significa che è interessata), quindi farà in modo di proporla al maggior numero di utenti. Al contrario, se un utente passa poco tempo sulla tua foto, significa che non è piaciuta e Instagram la farà vedere a poche persone
  5. Usa sempre gli hashtag sotto alle foto: sia nelle Storie, che nelle foto “normali”
  6. Cerca di pubblicare foto originali, diverse dagli altri, scattate da un tuo punto di vista, che abbiano qualcosa che le renda davvero uniche. Non uniformarti alla massa, non ha senso pubblicare foto già viste e già pubblicata da altre 200 persone, cerca di fare qualcosa di bello, unico e “tuo”. Cerca di distinguerti dagli altri, non servono copie di account già famosi e noti
  7. Sfrutta sempre tutte le novità di Instagram: appena il social network lancia una nuova funzione, corri subito a sfruttarla, soprattutto se ti permette di interagire al massimo con i tuoi follower.

Come funziona l’algoritmo Instagram 2018? – Conclusioni

Come anticipato, non è stato svelato nessun segreto relativo ad Instagram e al suo complesso algoritmo.

Il team di Instagram ha semplicemente confermato le nostre ipotesi relative ai fattori che incidono maggiormente sull’ordinamento dei post e sul fatto che alcune foto vengano mostrate a tanti utenti, mentre altre a nessuno.

Adesso che conosci i fattori fondamentali per “diventare simpatico” all’algoritmo di Instagram, sta a te cercare di stimolare al massimo i tuoi follower per fare in modo che interagiscano con le tue foto portandole ad avere la massima copertura.

Ricorda inoltre che Instagram è in continua evoluzione e continua a cambiare i suoi metodi di percezione della popolarità. Quello che funziona adesso, potrebbe smettere di andare da un giorno all’altro: basta un semplice aggiornamento dell’algoritmo e le strategie che usavi ieri potrebbero non funzionare più oggi.

PS: mi sembra chiaro che non ci sia alcuna intenzione di tornare al feed in ordine cronologico, alternativa molto gradita agli utenti ma osteggiata dal team di sviluppo.

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here