Come trasformare un Raspberry Pi in un Nintendo NES Classic

0

Guida su come trasformare da zero un Raspberry Pi in un Nintendo NES Classic con tanto di scatola in miniatura e programmazione completa

Trasformare un Raspberry Pi in un Nintendo NES Classic

Le retroconsole sono la moda del momento, in pratica tutti i produttori di vecchie console hanno riportato in vita le loro vecchie glorie ed anche Nintendo ha riportato la NES Classic offrendo un prodotto identico nell’estetica alla vecchia console che conosciamo solo più piccola e con 30 giochi già preinstallati.

Il costo della NES Classic è di circa 80 euro ma è possibile crearla partendo da una Raspberry Pi con cover personalizzata e joystick USB ricreando la stessa console spendendo circa 60 euro.

I vantaggi di avere una NES Classic Mini con un Raspberry sono:

  • Possibilità di avere la flessibilità di cambiare microSD e dunque cambiare utilizzo sulla Raspberry in pochi attimi
  • Possibilità di installare tantissimi giochi, nella NES Classic Mini sono solo 30 senza possibilità di espansione
  • Costo leggermente più basso

Dunque non solo risparmiare qualche euro, ma la possibilità di espandere e riutilizzare il Raspberry sono i punti di forza di questo sistema per creare una retroconsole, che semplicemente cambiando microSD si può adattare ad altri utilizzi oppure ricreare una nuova retroconsole.

Iniziamo con la guida.

Trasformare un Raspberry Pi in un NES Classic Mini

Materiale Necessario

Raspberry Pi 3 (Link Acquisto)

E’ il cuore di tutto, la scheda programmabile Raspberry, nella versione Pi 3, l’ultima, che integra tutto il necessario come Wireless e Bluetooth. La schedina delle meraviglie programmabile anche per giocare con i vecchi giochi classici.

microSD (Link Acquisto)

La microSD è importante che sia veloce, perchè conterrà tutti i file necessari, inclusi tutti i giochi e quindi abbiamo scelto una microSD da 16GB e velocissima marca SanDisk certificata A1, quindi adatta per smartphone e che rispetta gli standard di velocità di questi ultimi.

Alimentatore microUSB (Link Acquisto)

Non è necessario se avete un vecchio alimentatore per cellulari microUSB. Si perchè per alimentare il Raspberry serve un banale cavo USB-microUSB ed un alimentatore USB, comunissimo nei cellulari e quindi probabilmente ne avete uno di scorta nel cassetto.

Cavo HDMI-HDMI (Link Acquisto)

Non necessario se ne avete già uno. Serve per collegare il Raspberry al televisore. Un normale cavo HDMI-HDMI che vi permetterà di inviare il flusso audio e video dal Raspberry Pi 3 alla vostra TV.

Cover NES Shell per Raspberry (Link Acquisto)

Per trasformare il Raspberry in un NES Classic Mini ci serve però un Box fatto apposta che simuli in tutto e per tutto il case del NES Classic Mini nelle sembianze esterne. Esistono diverse alternative a basso costo, su AliExpress, ma quello che abbiamo scelto noi costa molto di più ma è davvero perfetto.

Joystick Nes (Link Acquisto)

Infine ci manca il controller e sebbene tutti i controller sia USB che Wireless/Bluetooth siano compatibili noi abbiamo scelto uno che copia il design del vecchio joystick del Nintendo NES Classic Mini.

Questo modello è davvero bello da vedersi e funziona alla perfezione, si collega tramite USB ed il cavo è lungo oltre 1 metro per giocare a distanza dalla TV.

Software

La distribuzione adattata per Raspberry che emuli la retroconsole si chiama RetroPie ed include anche l’emulatore per NES. Qui è descritto come installare RetroPie su Raspberry Pi 3 facilmente.

Download RetroPie

Una volta installata RetroPie sulla microSD del Raspberry siete pronti per scaricare le ROM dal sito web Emuparadise che contiene quasi 3.000 giochi, da installare sul vostro Raspberry ed iniziare a giocare.

Download ROM per NES Classic Mini

Ora che avete preparato tutto potrete giocare alla Nintendo Classic Mini con il vostro Raspberry fino a 3000 giochi contro i solo 30 disponibili in quella ufficiale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here