Criptovalute: Qualche nozione da avere assolutamente

0

Entriamo nel mondo delle Criptovalute andando a scoprire passo per passo cosa sono e come funzionano. Seguiteci per altri approfondimenti sulle Cripto monete

Cosa sono e come funzionano le Criptovalute [Guida Criptomoneta]

Il Bitcoin ha fatto da apripista ed ora le di criptovalute ne nascono come funghi ogni giorni. Il Bitcoin è solo una delle tante criptomonete tra le oltre 1500 disponibili, si sono così tante, ma solo poche alla fine riescono a fare breccia nel cuore degli investitori e di chi la vuole realmente usare come moneta digitale.

In questi periodi di feste noi invece inizieremo un percorso che ci porterà alla conoscenza profonda di questo mondo che nei prossimi decenni cambierà il nostro modo di vedere e gestire il denaro.

Cos’è una Criptovaluta?

Fatto sta che una criptovaluta è una valuta digitale decentralizzata e che garantisce il valore della stessa da una serie di algoritmi e meccanismi di sicurezza. Il bello delle criptovalute è che permette di scambiare denaro senza scambiare cartamoneta, senza intermediari e senza il flusso tradizionale in banca, carte di credito ed altro. In pratica non è tracciabile in nessun modo.

La valuta si basa sulla crittografia per la sicurezza della stessa e la verifica delle transazioni. Questo è alla base della criptovaluta che dunque smaterializza la moneta come la conosciamo fino ad oggi.

Le criptomonete sono anonime, o per lo meno la maggior parte, perchè le transazioni e la moneta sono un insieme di dati digitali che certificano il valore dello scambio nella blockchain assicurando che quel “valore” sia lui e non sia clonato o modificato.

Dove memorizzo le criptomonete?

Le criptomonete sono memorizzate sul portafoglio digitale che è in pratica un insieme di indirizzi Bitcoin contenente le chiavi di accesso a questi, in pratica è un contenitore di dati. Questi devono essere scritti sulla blockchain che contiene tutte le informazioni su una transazione, ma non quelli personali, ma solo la provenienza e gli indirizzi del portafoglio.

Proprio questo passaggi di informazioni è alla base della velocità dell’autorizzazione e validazione delle transazioni, con Bitcoin che è molto lenta, circa 2 ore, mentre Ripple ad esempio una transazione è quasi istantanea.

Le criptovalute possono essere hackerate?

Al momento gli algoritmi usati per le criptovalute, Bitcoin usa l’ECDSA (Elliptic Curve Digital Signature Algorithm) ha un livello di sicurezza elevatissimo. Sono sempre due le chiavi disponibili, privata e pubblica.

Ogni indirizzo di un Bitcoin ha una sua chiave privata che permette appunto di poter trasferire fondi da una parte all’altra. Un sistema di stack innesca calcoli crittografici e cicli di hashing che valitano le firme digitali della criptovaluta e della movimentazione effettuata.

Ovviamente se distribuite la vostra chiave privata, verrete privati dei vostri fonti in modo definitivo.

Mining o non mining

Merita una menzione particolare il cosiddetto Mining perchè tutte le criptovalute si basano sul sistema Proof of Work che ha la caratteristica di avere un ambiente decentralizzato formato da una rete di computer con hardware dedicati in tutto il mondo che collabora alla validazione delle transazioni.

Proprio questo sistema impedisce di sapere chi possiede una criptovaluta. I vantaggi delle criptovalute sono proprio questi, l’assenza di un’autorità centrale e l’impossibilità di duplicazione del bene.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here