Quale scegliere tra Dropbox, OneDrive e Google Drive: Il confronto

0

Quale servizio Cloud scegliere tra Dropbox, OneDrive e Google Drive: Ecco il nostro confronto per aiutarvi nella scelta del servizio giusto per voi

Dropbox vs OneDrive vs Google Drive: Il mega confronto

Cloud delle mi brame chi è il migliore del reame? Se in principio furono i floppy disk, CD, DVD e BluRay utilizzati per memorizzare file da portarsi dietro da un po di anni i supporti fisici classici sono stati sostituire da chiavette ed hard disk che permettono di trasportare una quantità di file molto maggiore senza però aumentare lo spazio per il trasporto comodo.

In questi ultimi periodi però la memorizzazione di file è sempre di più affidata ad uno dei numerosi servizi Cloud disponibili sul mercato che ci permettono di avere i nostri file disponibili su qualunque supporto, ovunque ed anche in mobilità.

Personalmente utilizzo molto i servizi cloud per trasportare i miei file in giro in tutta comodità senza portarmi dietro nessun supporto di memorizzazione, e tra i vari servizi disponibili utilizzo Google Drive, OneDrive e Dropbox.

Li utilizzo tutti in egual misura con l’utilizzo che varia in base alla mia necessità e di seguito vi spigo qual’è il miglior servizio cloud disponibile anche se non ci sarà un vero vincitore ma solo tutti ottimi servizi cloud da usare in base alle vostre necessità.

Dropbox vs Google Drive vs OneDrive

Dropbox

Dropbox è uno dei servizi Cloud più utilizzati in Italia, si può usare da smartphone, tablet, web oltre che integrarsi con numerosi servizi web.

Per scaricare ed installare Dropbox andiamo sulla relativa pagina di Download e cliccare su Scarica.

Una volta completata la registrazione e fatto il login al nostro account Dropbox clicchiamo su Impostazioni avanzate per personalizzare l’installazione dove dovremo indicare la cartella dove verranno sincronizzati i nostri file.

Tante le funzioni disponibili sull’app come la possibilità di limitare la banda, inserire un Proxy, gestire le notifiche e molto altro. Sull’app web comode le funzioni di editing dei documenti, avvio dello streaming diretto dei contenuti multimediali ed altro.

Così verrà creata la cartella dove, potremo copiare i file che verranno sincronizzati (basta trascinarli) automaticamente sul nostro account Dropbox.

  • Punti di forza: Flessibilità, integrazione, funzioni e sincronizzazione
  • Contro: Pochi GB gratis al primo avvio
  • Costo: Gratis e con abbonamenti per aumentare i GB da da 9,99 euro al mese

Google Drive

Google Drive è uno dei servizi Cloud più utilizzati in tutto il mondo. Grazie al supporto e l’integrazione sui numerosi servizi Google, Drive offre ben 15GB nella versione gratuita e si integra con tutti i dispositivi Google come smartphone, tablet e grazie all’applicazione per desktop possiamo usarlo anche su PC.

Per scaricare ed installare Google Drive andiamo sulla relativa pagina di Download e cliccare su Download.

Dopo l’installazione verrà creata la cartella sul nostro PC o sincronizzazione con il dispositivo mobile dove, potremo copiare i file che verranno sincronizzati (basta trascinarli) automaticamente sul nostro account Google Drive.

Potremo sincronizzare automaticamente le cartelle desiderate ed avviare la sincronizzazione delle foto in alta qualità senza preoccuparci dello spazio perché illimitato oppure in qualità originale andando a consumare i 15GB a disposizione gratuitamente.

Anche qui l’app ha tante impostazioni come la limitazione di banda, proxy, sincronizzazione con Google Foto e personalizzazione delle cartelle da sincronizzare.

  • Punti di forza: Costa poco, nella versione gratis possiamo utilizzarlo senza problemi, flessibilità, si utilizza facilmente sugli smartphone, supporto la suite di modifica documenti di Google con cui fare tutto
  • Contro: Si integra poco con altri servizi Cloud
  • Costo: Gratis e con abbonamenti per aumentare i GB da da 1,99 euro al mese

OneDrive

OneDrive è uno dei servizi Cloud più utilizzati sopratutto in ambito aziendale dove con la serie for Business offre tanto spazio a disposizione, 1TB, sincronizzazione, condivisione e n Italia, si può usare da smartphone, tablet, web oltre che integrarsi con numerosi servizi web e della serie Business.

Per scaricare ed installare OneDrive andiamo sulla relativa pagina di Download e cliccare su Scarica.

Una volta completata la registrazione e fatto il login al nostro account Microsoft anche qui verrà creata la cartella dove, potremo copiare i file che verranno sincronizzati automaticamente (basta trascinarli) sul nostro account OneDrive personale o della nostra società.

Nella funzione Business che si chiama Office 365, che al costo di solo 99 euro all’anno, ma ci sono molte offerte per portarselo a casa con appena 60 euro, potremo usare non solo lo spazio di 1TB ma anche accedere alle applicazioni della sui Office per creare e modificare documenti e file online e sul nostro PC.

Insomma se nella versione Base di OneDrive di Microsoft offre potenzialità di condivisione ottime, il meglio di se è nella versione a pagamento, che per pochi euro, più economica dei concorrenti, con tante funzioni utilissime.

  • Punti di forza: Si integra con la sui Office 365 ed offre servi Business che al momento gli altri non anno. Più economico dei concorrenti.
  • Contro: GB gratis pochi
  • Costo: Gratis e con abbonamenti per aumentare i GB e funzioni Business da da 99 euro all’anno

Conclusioni: Chi vince tra Dropbox, Google Drive e OneDrive

Secondo me non c’è nessun vincitore ma la mia personale classifica è:

  1. Google Drive
  2. OneDrive
  3. Dropbox

Perchè Google Drive mi permette di interfacciarmi con l’infinito mondo dei servizi Google, tutti free e supportati in pratica ovunque da qualsiasi sistema tu ti connetta e poi c’è OneDrive, perfetto per l’utilizzo Business.

OneDrive ha tantissime funzioni disponibili per chi cerca il massimo da usare in ufficio, per piccole e grandi aziende, ma anche per privati che cercano uno strumento potente per condividere tanti file, fino ad 1TB, spendendo pochi euro, 99 euro all’anno di fatto meno di tutti gli altri concorrenti per avere tanto spazio a disposizione.

Infine c’è Dropbox, utilizzato tantissimo fino ad un paio di anni fa, ma complice i soli 2GB nella versione Free, ed un intricato sistema di gestione dei file con gruppi, utenti, permessi e molto altro, l’ho abbandonato un pochino ma sempre utile e flessibile.

Altri servizi per memorizzare file sul Cloud

Questi sono i tre servizi maggiori e più utilizzati senza dimenticare che esistono anche decine di altri servizi simili tra cui selezioniamo:

Se avete altri Servizi dove memorizzate file sul Cloud scrivetelo pure nei commenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here