Huawei prosegue dritto anche sullo sviluppo dei suoi processori. Il Kirin 980 sarà il primo SoC ad entrare sul mercato con il ciclo di produzione a 7nm

Il processore Kirin 980 di Huawei sarà il primo a 7nm

Huawei punta forte anche nello sviluppo del proprio hardware ed il processore è la punta di diamante che con la serie Kirin è ormai a buon punto per offrire tanta potenza e stabilità mantenendo bassi i consumi.

Il processore Kirin 980, che sarà integrato nel Mate 20, sarà il primo processore al mondo commercializzato ufficialmente che verrà prodotto utilizzando il processo produttivo a 7nm.

La linea produttiva, creata in collaborazione con TSMC, è già attiva e permetterà al gigante Cinese di produrre un processore potentissimo ma che farà estrema attenzione ai consumi.

Nel dettaglio il Kirin 980 sarà una CPU Octa-Core confrequenza massima a 2.8Ghz ed avrà al suo interno 4 core Cortex-A77 e 4 Cortex-A55, supporteranno la nuova GPU Turbo, per prestazioni davvero incredibilmente estreme.

Inoltre all’interno del SoC trovano posto un’unità dedicata alle reti neurali (NPU 1M) ed anche il supporto all’LTE Cat. 19 per scaricare dalla rete fino ad un massimo di 1,6Gb/s.

Dunque Huawei, fresca del sorpasso ad Apple per vendita di smartphone, continua ad investire al proprio interno per produrre da se il proprio hardware, e solo così riesce a mantenere bassi i costi di produzione investendo tutto nella ricerca.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here