Ethereum Mining Hardware: Ecco Il Mio Computer Da 1000 Euro

1

Sei interessato a minare la criptomoneta Ethereum? In questa guida ti mostro il computer che ho assemblato e configurato per minare e generare Ethereum con 1000 euro

Come minare Ethereum con questo computer assemblato

Come probabilmente hai notato, su YLU ci stiamo attrezzando alla velocità della luce per offrirti tante informazioni e guide sulle criptomonete e criptovalute, un fenomeno che sta attirando le attenzioni di tantissimi utenti in tutto il mondo, Italia compresa.

Visto che la materia era sconosciuta anche per noi fino a qualche tempo fa, ci siamo messi a studiare e analizzare la situazione (imparando dai migliori siti americani) per cercare di comprendere tutti gli aspetti e le sfaccettature di questo fenomeno che alla velocità della luce sta crescendo, coinvolgendo sempre più utenti ma soprattutto sta facendo girare un sacco di soldi in tutto il mondo!

Su YLU puoi già leggere tantissime news e guide relativamente a Bitcoin, Ethereum e altre criptomonete e criptovalute, ma nella guida di oggi ti mostro il computer che ho acquistato e assemblato per generare e minare Ethereum spendendo meno di 1000 euro. 

Cosa è il mining di Ethereum?

Tramite l’operazione di mining, senza entrare troppo nel dettaglio, potrai creare moneta virtuale Ethereum (in modo completamente legale ovviamente).

Tramite il mining, in sostanza tu metti il tuo computer a disposizione della blockchain (collegandoti ad una mining pool), il tuo hardware viene sfruttato per tutte le operazioni e “in cambio” ottieni Ethereum o altre monete virtuali. E’ chiaro che più il computer è potente, più aumenta il tuo guadagno.

Una volta che hai generato moneta virtuale e l’hai messa nel portafoglio, nel momento in cui la andrai a vendere sul libero mercato questa moneta si trasformerà in denaro reale, in particolare in dollari o euro, e ovviamente i soldi che entreranno nelle tue tasche dipenderanno dal valore della criptovaluta rispetto alla valuta di riferimento, che quasi sempre è il dollaro.

Il tutto funziona esattamente come gli investimenti in valuta estera con la tua banca, solo che qui hai a che fare con monete virtuali o criptovalute. E, a differenza della moneta normale, con i Bitcoin e altre criptovalute tu stesso puoi generare la moneta (con i soldi normali invece puoi solo vendere e comprare, ma non generarli).

Ethereum Mining Hardware: il mio computer da 1000 euro

Come per qualsiasi altra criptomoneta, anche per guadagnare minando Ethereum ti serve un computer potente, molto potente, soprattutto lato scheda video. Anzi, più schede video possiedi, più potenza di calcolo hai a disposizione per minare Ethereum.

Non ha senso provare a minare Ethereum usando il tuo PC “normale” o il tuo computer portatile: rischi solo di danneggiarlo o rovinarlo, senza portare a casa un solo centesimo.

Io per primo mi sono interessato al mining di Ethereum e ho deciso nelle ultime settimane di investire circa 1000 euro per assemblare un computer dedicato a questa attività.

Visto che sul web c’è tantissima confusione e i computer per il mining già assemblati costano parecchio (non meno di 1500 euro), in questo articolo voglio spiegarti quali sono i componenti hardware da acquistare per assemblare un PC per il mining di Ethereum senza spendere troppo.

Quanto si può guadagnare?

E’ chiaro che con 1000 euro la potenza di calcolo sarà “limitata”, ma, con l’hardware che ti consiglio in questo articolo e che io stesso ho comprato, la previsione di ricavo in 12 mesi è di circa 2600$ (esclusi i costi di energia elettrica).

In pratica, sempre togliendo i costi della corrente elettrica, dopo circa 6 mesi dovresti riuscire a ripagare l’hardware acquistato per il mining e nei successivi mesi dovresti iniziare a guadagnare. E con i vari guadagni ti consiglio poi di fare investimenti per potenziare la tua configurazione e guadagnare ancora di più!

Ovviamente queste previsioni si basano sul valore attuale di Ethereum, che potrebbe cambiare da un giorno all’altro in positivo o in negativo.

Ma basta con le chiacchiere e vediamo quali sono i componenti hardware che ti consiglio di comprare per minare Ethereum. 

Il mio hardware per minare Ethereum in casa

Premessa: ho già comprato tutti i pezzi, ma l’alimentatore deve ancora arrivarmi dalla Cina. Il resto invece è già a casa mia e pronto per iniziare a minare.

Detto questo, ecco la mia configurazione per il mining da 1000 euro.

Mining rig – 40 euro

La struttura su cui montare tutti i componenti hardware si può acquistare già pronta o si può realizzare autonomamente.

Io sono molto scarso con i lavori manuali, quindi ho preferito acquistarla già pronta su eBay. Con 40 euro ho preso una struttura in metallo che va solo assemblata con delle viti e alla quale va fissato tutto l’hardware. Ce ne sono anche di più belle da 60 o 80 euro, ma volevo tenere bassi i costi.

I più abili, invece, possono realizzarla a mano in legno o metallo. Ci sono tantissime guide su YouTube che spiegano come realizzare una mining rig in casa in pochi passaggi.

Alimentatore – 100 euro

Alimentatore switching 1800W Alta efficienza 90% per Ethereum S9 S7 L3 Rig Mining 180-260V Tutto cablato con rete > LINK

Ho comprato un alimentatore da 1800W sul sito TomTop (cinese). Come anticipato, mi deve ancora arrivare.

Ho acquistato questo perché è dedicato al mining, in teoria è molto efficiente dal punto di vista dei consumi, è già cablato e supporta fino a 12 schede video con tutti gli attacchi già pronti. Inoltre è molto ben ventilato, cosa molto importante per un alimentatore che deve stare acceso 24/7.

Si possono tranquillamente compare alimentatori più economici, ma questo è già pronto per potenziare la configurazione in ottica futura.

AGGIORNAMENTO: l’alimentatore appena proposto è arrivato, ma è troppo rumoroso. La ventola gira sempre al massimo, sembra un trattore.

Allora come alternativa ho comprato questa da 750W, che per iniziare va più che bene per gestire 3 schede video. Quando avrò bisogno di più potenza lo cambierò.

Corsair CP-9020131-EU TX750M Alimentatore Modulare ATX/EPS, Potenza 750 W, Nero

Scheda madre – 100-113€

GIGABYTE – Scheda Madre H110-D3A Bitcoin Edition > LINK

Ho scelto questa perché ottimizzata per il mining.

Schede video – 330-350€ X 2

SAPPHIRE – Radeon RX 580 8 GB GDDR5 Pci-E DVI-D > LINK

La scheda video è fondamentale, è questa che fa il lavoro sporco. Con una sola non ha nemmeno senso iniziare a minare. Con 2 schede video come quelle che ho comprato io, si ha una potenza di calcolo di circa 50 MH/s che dovrebbe garantire il famoso guadagno di 2600$ all’anno.

E’ chiaro che con 3 schede video di questo tipo si va a 75 MH/s e quindi si può pensare di guadagnare 4000$ all’anno, ma prima di spendere altri soldi ho preferito fare delle prove con questo hardware “base”.

E’ importante acquistare una scheda video con 8GB di RAM: quelle da 4GB cominciano ad essere già un pò limitate, rischi di doverle cambiare tra pochi mesi.

Disco fisso – 50€  

KINGSTON – SSD 120 GB > LINK

Il disco fisso conta ma non tantissimo. Un SSD veloce da 120GB è più che sufficiente.

RAM – 40€

Crucial 4GB DDR4 2400 MT/s (PC4-19200) SR x8 DIMM 288-Pin – CT4G4DFS824A

4GB di RAM sono più che sufficienti. Anche la RAM conta poco nel mining, quindi inutile spendere troppo.

Processore – 43 euro

INTEL Processore Celeron G3900 (Skylake) Dual-Core 2.8 GHz GPU > LINK

Per minare Ethereum il processore quasi non conta molto, quindi ne ho preso uno “generico” senza spendere troppo.

Adattatore WiFi – 10 euro

TP-Link TL-WN725N Adattatore USB Wireless N, 150 Mbps, Nano, Configurazione Semplice

Per collegare il computer ad internet. Volendo potevo usare un cavo Ethernet, ma in questo modo posso spostare il PC dove voglio senza essere legato ai cavi.

Pulsante accensione/spegnimento – 7 euro

DKEY Set 2 Pezzi Pulsate accensione

Non avendo un case per accendere/spegnere il PC, mi sono dovuto procurare un pulsante da collegare alla scheda madre.

Cavi PCI-E Express per le schede video aggiuntive – 10 euro ciascuno

easyDecor 6-Pin Powered PCI-E PCI Express Riser 

La scheda madre supporta solo 1 scheda video attaccata. Tutte le altre vanno collegate con degli extender. Ho dunque dovuto acquistare cavi aggiuntivi (1 cavo per ogni scheda video aggiuntiva).

Viti varie – 9 euro

PC viti set 228 pezzi per Viti di fissaggio, per PC Computer PC dischi rigidi Viti

Un sec completo di viti varie per fissare il tutto.

TOTALE SPESA: 1100 euro circa

In tutto questo non ho considerato la licenza di Windows, ma sono sicuro che anche tu sappia bene come installare questo sistema operativo per non pagare la licenza. In alternativa puoi usare Linux: io non lo conosco e non lo so usare, ma in questo modo eviti di pagare eventuali costi di licenza per Windows.

Come anticipato, poi, se costruisci la struttura per il mining in modo autonomo puoi risparmiare altri 40 euro, che non fanno male.

Conclusioni

Ecco, abbiamo concluso con questa lunga guida che ti spiega quali componenti hardware acquistare per minare e generare Ethereum. 

Appena mi arriveranno tutti i pezzi farò anche un video che pubblicherò sul canale YouTube. Spiegherò poi come assemblare i pezzi e come iniziare a minare Ethereum nel modo più semplice possibile. Ma per oggi è tutto!

Per qualsiasi dubbio o domanda, lascia un commento a fine articolo e ti aiuterò per quanto possibile.

Happy mining!

Continua a seguirci, arriveranno tante altre guide sul mining!

Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:

1 COMMENT

  1. interessante configurazione,ma sicuro che il costo della corrente elettrica non ti abbatta il guadagno?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here