UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Cashback di Stato: dal 30 giugno si ferma tutto (per almeno 6 mesi)! Dubbi sulla possibilità che venga reintrodotto. Tutto quello che devi sapere

Cashback di Stato STOP dal 30 Giugno

AGGIORNAMENTO A FINE ARTICOLO

La notizia era nell’aria da tempo, ma solo ora è diventata ufficiale: il 30 Giugno 2021 ci sarà lo stop al Cashback di Stato.

Proprio così: il 30 giugno sarà l’ultimo giorno utile per accumulare pagamenti cartacei validi per ottenere il famoso Cashback di Stato.

Dopo quel giorno il programma sarà sospeso almeno per 6 mesi, anche se difficilmente lo vedremo ripartire a fine anno.

Di fatto, dunque, dal 30 Giugno dovremo dire addio al Cashback di Stato.

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

Ecco i dettagli.

Cosa succede al Cashback di Stato?

Come sappiamo, il programma sarebbe dovuto proseguire fino alla fine dell’anno, ma il nuovo Governo è deciso a sospendere per 6 mesi il tutto, e poi forse addirittura a bloccarlo definitivamente.

Quella dei prossimi giorni, dunque, sarà con ogni probabilità l’ultima sessione di rimborsi che premiano coloro che effettuano acquisti con carte elettroniche.

Dalla cabina di regia che si è tenuta a Palazzo Chigi la decisione è quella di cancellare anche la sessione già prevista per il secondo semestre dell’anno e di bloccare l’iniziativa per i mesi futuri.

Concretamente, dunque, tra pochi giorni ci sarà lo stop alla restituzione di un massimo di 150 euro semestrali e di 1.500 euro per i 100mila maggiori utilizzatori di carte che saranno premiati con il ”SuperCashback”.

In arrivo la conferma ufficiale

L’ufficializzazione della cancellazione dovrebbe arrivare nel corso delle prossime ore, quando il premier Draghi annuncerà il blocco della misura con un anno di anticipo. Il Governo Conte, infatti, lo aveva finanziato fino a giugno 2022.

I rimborsi degli ultimi 6 mesi arriveranno

Giusto per togliere ogni dubbio, anche se il Cashback verrà stoppato, i rimborsi relativi ai primi 6 mesi del 2021 arriveranno comunque dal mese di luglio, come da programma.

Semplicemente a partire da luglio NON potrai accumulare altre spese che ti daranno diritto al Cashback.

Due numeri sul Cashback di Stato

Prima di vederlo sparire per sempre, vediamo qualche informazione e statistica sul Cashback di Stato.

Al momento il Cashback ha permesso a circa 9 milioni di italiani di ricevere rimborsi dopo aver pagato con le carte di credito o debito registrate.

Le transazioni effettuate ufficialmente sono state più di 800 milioni con oltre 16 milioni di strumenti di pagamento attivi. 

Quasi 6 milioni di cittadini potranno avere i 150€ da luglio (visto che hanno superato la soglia anche delle 50 transazioni).

Tutto questo, però, evidentemente non è stato sufficiente per convincere il Governo a mantenere attiva l’iniziativa, che verrà bloccata con 6 mesi di anticipo.

AGGIORNAMENTO – Cashback, Draghi l’ha sospeso perchè “favorisce i redditi alti”

L’Agenzia AGI ha pubblicato alcune indiscrezioni sulle motivazioni che hanno spinto il premier Mario Draghi a prendere la decisione.

Secondo quanto riportato, Draghi avrebbe raccontato ai partiti che “la misura rischia di accentuare la sperequazione tra i redditi, favorendo le famiglie più ricche, con una propensione al consumo presumibilmente più bassa, determinando un effetto moltiplicativo sul Pil non sufficientemente significativo a fronte del costo della misura“.

Draghi inoltre avrebbe ribadito che “il cashback ha un carattere regressivo ed è destinato ad indirizzare le risorse verso le categorie e le aree del Paese in condizioni economiche migliori“. 

Secondo Draghi il cashback non avrebbe portato alcuna evidenza sulla maggiore propensione da parte degli italiani ad utilizzare metodi di pagamento elettronici, in quanto il 73% delle famiglie già li utilizza e spende tramite carta più del platfond previsto dal programma.

Ovviamente, la scelta è anche dettata da esigenze di carattere economico: la misura pesa 4,75 miliardi di Euro sul bilancio dello Stato, e non avrebbe portato grossi benefici a livello di contrasto dell’evasione fiscale.

Al contrario, le transazioni elettroniche sarebbero cresciute in settori dove l’evasione era già bassa.

Fonte

UNISCITI AL NOSTRO GRUPPO TELEGRAM. OGNI LUNEDI' REGALIAMO BUONI AMAZON. E OGNI GIORNO TROVI OFFERTE SUPER, SELEZIONATE UNA AD UNA

🔔Hai bisogno di aiuto o assistenza? Scrivici sul nostro canale Telegram >>> QUI!

📱Cerchi smartphone scontati? Comprali al miglior prezzo su >>> Amazon!

🎯Risparmia con OfferTech su Telegram: trova le migliori offerte tecnologiche!

🌟Se hai fame di notizie, segui YourLifeUpdated su Google Newsclicca sulla stellina per inserirci nei preferiti!

VUOI AMAZON MUSIC UNLIMITED GRATIS? SCOPRI COME!

Vuoi ricevere ogni giorno i nostri articoli via email GRATIS? Scrivi la tua email qua sotto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here